Immobili
Veicoli

BERNAAccesso al mercato europeo: la Svizzera potrebbe dover pagare di più

14.06.20 - 11:15
Ad aspettarselo sono il consigliere federale Ignazio Cassis e i suoi diplomatici. La politica chiede però compensazioni.
Keystone
Fonte Ats
Accesso al mercato europeo: la Svizzera potrebbe dover pagare di più
Ad aspettarselo sono il consigliere federale Ignazio Cassis e i suoi diplomatici. La politica chiede però compensazioni.

BERNA - Il consigliere federale Ignazio Cassis e i suoi diplomatici in Europa si aspettano che la Svizzera debba versare contributi più elevati per poter partecipare al mercato interno dell'Unione europea. Lo scrive oggi il domenicale "SonntagsZeitung". Diversi politici ritengono però che non si debbano inviare più soldi a Bruxelles senza compensazione.

Il presidente del PS Christian Levrat e il consigliere nazionale Hans-Peter Portmann (PLR/ZH) chiedono quindi al Consiglio federale di trattare con l'Ue affinché, in cambio di maggiori contributi, la Confederazione ottenga condizioni quadro più favorevoli. Secondo Levrat un accordo in tal senso sarebbe interessante per tutte le parti. Portmann, dal canto suo, ritene che ciò potrebbe portare benefici sia a Berna, sia a Bruxelles.

COMMENTI
 
Zarco 2 anni fa su tio
Vedo già ! Soliti zerbini
tip75 2 anni fa su tio
meglio ridere...
klich69 2 anni fa su tio
Svizzera e Ticino con politici CALABRAGHE. VERGOGNA.
seo56 2 anni fa su tio
Bella notizia in vista della votazione di settembre... ahahah
ciapp 2 anni fa su tio
cassis cassis e müm a pagom
Canis Majoris 2 anni fa su tio
Unione Europea haha haha Unione monetaria e basta! Ipocrisia totale!
francox 2 anni fa su tio
vista la sua combattività, ci difenderà a denti stretti... :-)))
volabas 2 anni fa su tio
Incapaci e ladroni , ecco l'UE
roma 2 anni fa su tio
...un'ottima notizia in vista del 27.09.2020.
Trasp 2 anni fa su tio
Unione Europea? Di unione non so cosa ci sia, a parte degli accordi iniziali che poi non vengono rispettati. Io la chiamerei Unione Anarchica Europea. Dove pochi furbi ne aprofittano di questa disorganizzazione. E ora cercano di raschiare il barile dove possono.
Tato50 2 anni fa su tio
A sud arriveranno miliardi. Al TG delle 13 hanno detto che quel famoso reddito mensile è da marzo che non arriva. Non oso pensare dove andranno quasi 200 miliardi che arriveranno. Se li usano come quell'onorevole che ha chiesto 160'000 Euro per spese avute per il Corona......
Trasp 2 anni fa su tio
Il fatto è che questi 200 miliardi non sono a fondo perduto come alcuni credono, ma i contributi dal paese a sud passerà dal 12% attuale (delle entrate totale della UE) al 14% l'anno prossimo. Risolverà i problemi? Fino a quando non saranno consumati si, poi... Una cosa utile, e forse è l'unica (non lo so), la sta facendo il presidente USA e cioè tassando maggiormente l'importazione per favorire la produzione locale. Purtroppo qui in Europa i portoni sono spalancati...
Tato50 2 anni fa su tio
Solita menata basata sul ricatto. Devono riempire le casse per i miliardi sborsati, sempre che lo facciano, per il Corona?
Canis Majoris 2 anni fa su tio
Infatti
MrBlack 2 anni fa su tio
Per il principio della non-discriminazione dovrebbe valere per tutti i paesi non-UE. Vediamo se Cassis e me il CR lavora o subisce come sempre.
Heinz 2 anni fa su tio
Non esiste questo principio!
miba 2 anni fa su tio
Minacciare Bruxelles di aprire alla Cina poi "i contributi più elevati" si scioglieranno come neve al sole...:):):)
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA