Immobili
Veicoli
Archivio Keystone
Jean-François Rime, Presidente dell'Usam.
ULTIME NOTIZIE Economia
STATI UNITI / THAILANDIA
8 ore
Victoria's Secret, risarcimento milionario per i dipendenti licenziati
Il colosso della lingerie paga 8,3 milioni di dollari a oltre mille lavoratori
MESSICO
16 ore
«Vendita illegale di elettricità», multa per Iberdrola
L'azienda spagnola «non avrebbe dovuto vendere energia elettrica a terzi»
BULGARIA
1 gior
La Bulgaria verso l'Euro
Il governo di Sofia ha varato un piano nazionale per agganciarsi alla moneta unica nel 2024
SVIZZERA
1 gior
La svolta sui tassi d'interesse è dietro l'angolo
La Banca Nazionale Svizzera seguirà le decisioni della Bce? Le opinioni degli esperti
STATI UNITI
1 gior
Gli investitori di Twitter hanno fatto causa a Elon Musk
«Denigra la società per rinegoziare il prezzo d'acquisto»
SVIZZERA
2 gior
Frutta e verdura? La bontà, prima della bellezza
Il WWF se la prende con il "culto della bellezza" che crea grandi sprechi
MONDO
2 gior
Le Big Tech consumano più energia del Portogallo
Facebook, Amazon, Apple, Netflix e Google hanno adoperato 49,7 milioni di megawattora in un anno
MONDO
2 gior
Guerra, inflazione e lockdown ostacolano la crescita
La frenata del Pil delle economie avanzate è pari allo 0,6% in un paio di mesi, secondo Moody's
STATI UNITI
2 gior
Privacy e pubblicità, Twitter sborsa 150 milioni
L'azienda era accusata di aver «impropriamente raccolto dati degli utenti»
CANTONE / ZURIGO
3 gior
Fallimenti, Ticino in controtendenza
Sensibile l'aumento delle aziende che devono abbassare la saracinesca.
ZUGO 
3 gior
Corruzione, Glencore dovrà pagare 1 miliardo di dollari a Usa e Brasile
La società si è dichiarata colpevole di attività di corruzione in Africa e in Sudamerica.
REGNO UNITO
3 gior
Un centesimo qua, un centesimo là: ecco come il pollo diventa caro come il manzo
I fast food hanno già rivisto il prezzo verso l'alto e nei supermercati è necessario spendere 50 centesimi in più
STATI UNITI
4 gior
Un algoritmo per far collaborare al meglio umani e robot
A svilupparlo sono stati ricercatori americani dell'Istituto di robotica della Carnagie Mellon
CINA
4 gior
Troppi lockdown: Airbnb si ferma
Sulla piattaforma non sarà possibile prenotare soggiorni nel paese per date successive al 29 luglio
SVIZZERA
4 gior
Axpo, 24 turbine eoliche passano di mano
Gli impianti sono stati sviluppati e messi in funzione tra il 2017 e il 2022
SVIZZERA
15.04.2020 - 15:380

«È necessario riaprire in modo graduale e intelligente, tutelando i gruppi a rischio»

Lo sostiene l'Unione Svizzera delle arti e mestieri (Usam), che vuole ridurre i possibili danni sia umani che economici

BERNA - Una «ripartenza intelligente» a partire dal prossimo 27 aprile per permettere alla maggioranza della popolazione di riprendere progressivamente le attività, in funzione della situazione epidemiologica.

È quanto chiedono diverse associazioni professionali coordinate dall'Unione svizzera delle arti e mestieri (Usam), secondo cui misure restrittive e divieti devono essere gradualmente allentati.

«La Svizzera deve trovare un equilibrio tra gli obiettivi legittimi della politica sanitaria e gli interessi altrettanto legittimi della popolazione e dell'economia», indica in una nota odierna l'Usam, aggiungendo che questo "smart restart" rappresenta un mezzo per ridurre i danni economici e umani derivanti da questa situazione straordinaria.

Oltre il 26 aprile, ovvero la data limite fissata dal Consiglio federale per le attuali misure volte a contrastare l'epidemia di coronavirus, l'organizzazione raccomanda «una logica di protezione mirata» per le persone più a rischio, che permetta però alla maggioranza della popolazione di ritornare gradualmente al lavoro.

I gruppi considerati a rischio, secondo l'Usam, sono tenuti al rispetto delle misure di protezione definite dall'Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp). Inoltre, le persone che presentano sintomi o sono risultate positive al test del coronavirus sono chiamate a rimanere in quarantena e in isolamento.

Approccio "bottom up" - Per i gruppi non a rischio per i quali si chiede un graduale ritorno alla normalità, l'Usam propone un sistema di monitoraggio basato su delle applicazioni, che permettano di controllare questa "logica di protezione mirata" su base volontaria e di responsabilità personale.

Inoltre, i settori professionali che richiedono un maggiore contatto con la clientela devono poter definire autonomamente le misure appropriate, secondo un approccio "Bottom up", ovvero dal basso verso l'alto, spiega l'Usam. Queste misure dovrebbero consentire di riprendere le attività, assicurando nel contempo la protezione della salute di clienti e dipendenti.

Misure supplementari - Per favorire un lento ritorno alla normalità tramite la riapertura di negozi, commerci e altre attività professionali, l'Usam propone di applicare per determinati settori alcune misure già adottate attualmente tra i grandi distributori - come Migros e Coop - e nelle farmacie. Ad esempio, per il commercio al dettaglio e per i rivenditori di articoli sportivi e di calzature si potrebbero controllare gli accessi e fare in modo che i clienti passino a ritirare gli articoli precedentemente comandati on line.

L'Usam cita inoltre esempi riguardo a meccanici, parrucchieri e palestre di fitness per permettere uno "smart restart" a più livelli garantendo misure di igiene e di distanziamento sociale.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
sedelin 2 anni fa su tio
È ORA DI RIAPRIRE TUTTO, ADESSO.
tazmaniac 2 anni fa su tio
morti in Ticino rispetto allo stesso mese (marzo) degli ultimi anni, +40%.... direi che parecchi blogger faranno bene a piantarla di minimizzare, per evitare, ogni volta, di fare figure da poverini.
MIM 2 anni fa su tio
Per proteggere lo 0.2% della popolazione, rinchiudiamo il 95% della gente?
miba 2 anni fa su tio
@MIM ...e tu pensi che tanta gente si renda conto di ciò? Io ne dubito fortemente... La maggior parte ripete semplicemente a tam tam quello che sente dai social e dai canali Mediaset....
F/A-18 2 anni fa su tio
@MIM 100x100 ragione ti do! E vorrei aggiungere che forse dietro a questa frange corsa per salvare i nostri malati forse c’è un secondo fine. Ad esempio in America dove chi non ha la grana non vale nulla, i morti li raccolgono per strada e li accatastano col trax in fosse comuni, neanche fossero palette FFS.
sedelin 2 anni fa su tio
@MIM é il "ragionamento" di chi non cogita.
tazmaniac 2 anni fa su tio
@MIM da dove prendi la statistica dello 0.2%?
Hubelius 2 anni fa su tio
@F/A-18 sicuramente, ci sono più secondi fini. O vogliamo credere che a qualche losco istituto internazionale come l' OMS interessi sei ci ammaliamo o no?
F/A-18 2 anni fa su tio
@Hubelius Infatti vedremo poi la fattura finale sotto forma di aumento del premio della cassa malati che pagheremo in futuro!
Don Quijote 2 anni fa su tio
Certo, adesso fermiamo il mondo per evitare anche i morti sulle strade e sul lavoro. Hai paura? Resta a casa, non lavorare e non parlare con nessuno, però se almeno noi normali andiamo a lavorare lo stato può regalarti il cibo, le cure e in estremo anche il funerale.
Lore62 2 anni fa su tio
@Don Quijote Haha... Giusto!! ;-)
Dioneus 2 anni fa su tio
Ma che apri e apri
senzapretese53 2 anni fa su tio
in più a posteriori siamo tutti intelligenti.
Doda 2 anni fa su tio
Fate più tamponi invece di pensare ad aprire tutto senza accertamenti veri sulla popolazioni..i dati non sono esatti senza tamponi a tutti ma solo ai semi morti se non ai morti!
miba 2 anni fa su tio
@Doda Purtroppo uno stato non può finanziare in maniera illimitata in denaro e nel tempo l'intera economia... Finora la Svizzera è sempre riuscita malgrado tutto a stare in piedi con le proprie gambe e nel limite del possibile vorrebbe evitare che i costi elevatissimi sostenuti a causa del covid19 poi si ripercuotano in maniera inesorabile nel tempo. Preferisco la strada dell'USAM a quella di altri stati europei che prolungano e prolungano un confinamento (che chiamano lockdown), facendo debiti miliardari per poi trovarsi in una spirale dalla quale non riescono nemmeno più ad uscire e penso che la Grecia e l'Argentina siano stati recentemente degli ottimi esempi a questo proposito
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-29 04:33:53 | 91.208.130.86