Immobili
Veicoli

STATI UNITILa crociata di Amazon contro 10'000 gruppi Facebook che scrivono recensioni false

20.07.22 - 07:43
È stata avviata una maxi-azione legale per arginare il fenomeno diffuso che favorisce la visibilità di che ne approfitta
Deposit
La crociata di Amazon contro 10'000 gruppi Facebook che scrivono recensioni false
È stata avviata una maxi-azione legale per arginare il fenomeno diffuso che favorisce la visibilità di che ne approfitta

SEATTLE - Facebook e Amazon insieme stanno collaborando per cercare di arginare il problema delle false recensioni. Per questa ragione l'azienda leader dell'e-commerce ha avviato un'azione legale contro gli amministratori di oltre 10'000 gruppi Facebook che generano false recensioni. Meta, dopo aver ricevuto le segnalazioni, ha eliminato circa la metà dei gruppi coinvolti nella pratica. Lo riporta la BBC.

I gruppi operano in diversi paesi, fra cui Germania, Francia, Italia, Spagna, Regno Unito, Giappone e Stati Uniti. Questo stratagemma è stato pensato dal momento che un gran numero di recensioni, soprattutto se positive, aumenta la visibilità dei venditori sulle piattaforme di Amazon e permette anche di posizionarli più in alto nei risultati dei motori di ricerca.

Uno di questi gruppi, "Amazon Product Review", contava 43'000 membri ed è stato rimosso all'inizio dell'anno da Facebook Meta. L'obiettivo del gruppo era quello di richiamare persone disposte a scrivere recensioni false in cambio di denaro e prodotti gratuiti. Perciò, dopo che i membri del gruppo acquistavano determinati prodotti e scrivevano false recensioni venivano rimborsati dagli amministratori.

Amazon ha dichiarato che i gestori del gruppo hanno mascherato frasi chiave che altrimenti sarebbero state segnalate dagli strumenti automatici di Facebook Meta, progettati per individuare le violazioni delle regole. Un esempio condiviso dall'azienda è stato un post su Facebook di rimborso dopo una recensione in cui le parole "Refund after Review” sono state mascherate in questo modo: "R*fnd Aftr R*vew".

«L'azione legale proattiva è uno dei tanti modi in cui proteggiamo i clienti», ha dichiarato Dharmesh Mehta, vicepresidente di Amazon per i servizi ai partner di vendita. L'azione legale è stata depositata presso il tribunale della contea di Washington King, vicino alla sede centrale di Amazon a Seattle.

Meta ha dichiarato in un comunicato: «I gruppi che sollecitano o incoraggiano recensioni false violano le nostre politiche e per tale ragione vengono rimossi. Stiamo lavorando con Amazon su questa questione e continueremo a collaborare con tutto il settore per affrontare lo spam e le recensioni false».

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA