Immobili
Veicoli

BELGIOQuelle migliaia di voli, nei cieli d'Europa, senza passeggeri

11.01.22 - 15:34
Le compagnie aeree non rinunciano alla partenza neppur senza viaggiatori, per non perdere determinati slot aeroportuali
Keystone
Quelle migliaia di voli, nei cieli d'Europa, senza passeggeri
Le compagnie aeree non rinunciano alla partenza neppur senza viaggiatori, per non perdere determinati slot aeroportuali
Quest'inverno, Lufthansa avrebbe potuto cancellare 18'000 voli in più vista la poca domanda. Invece, gli aerei voleranno

BRUXELLES - Almeno 3'000 voli con gli aerei vuoti, o quasi vuoti, sono e saranno effettuati nel periodo invernale solo dalla compagnia aerea Brussels Airlines, membro del gruppo Lufthansa. Il motivo? Non perdere gli slot assegnati in aeroporto per gli atterraggi ed i decolli.

Lo ha riferito il gruppo belga Mediahuis, che riporta alla luce un problema che non è esclusivo del vettore belga, ma presumibilmente diffuso in tutta Europa. A quanto riportato dal quotidiano Le Soir, Lufthansa cancellerà 33'000 voli entro la fine di marzo a causa degli annullamenti delle prenotazioni (dovuti ad Omicron), ma le cancellazioni sarebbero potute essere molte di più: verranno operati 18'000 voli considerati inutili.

Del problema si era già parlato durante la prima ondata, a marzo 2020, ma da allora poco è cambiato. Gli slot, lo ricordiamo, sono determinate «bande orarie» assegnate alle compagnie aeree, che non possono quindi permettersi di "perdere il posto".

Il Governo belga ha ora chiesto alla Commissione europea di ripensare le regole degli slot, per evitare un simile spreco. Un intervento era già stato fatto, ma senza risolvere la situazione: prima della pandemia, la regola prevedeva che le compagnie aeree operassero almeno l'80% dei loro slot, per non perderli. La proporzione è poi stata ridotta al 50%, un volume però considerato ancora troppo alto rispetto alle prenotazioni annullate in periodo Covid.

Il Ministro dei trasporti belga Georges Gilkinet ha in particolare sottolineato che si tratta di regole «incomprensibili» sia «da un punto di vista economico che ecologico». Per lui, la soglia per mantenere questi slot dovrebbe essere ulteriormente ridotta per dare più flessibilità alle compagnie aeree.

COMMENTI
 
Dalu 11 mesi fa su tio
Che idiozia!!! Con i cambiamenti climatici questi volano ad minchiam???? Ma non si possono più sentire ste cose!!!! Per fortuna non si possono scrivere insulti, altrimenti necessitavo di 80 pagine per dire cosa penso di costoro
Don Quijote 11 mesi fa su tio
Ed io che ero preoccupato per la tossicità della combustione del cherosene, ad esempio per il monossido di carbonio, il particolato carbonioso o gli ossidi di azoto e di zolfo che assieme a quelli prodotti dall’industria, al traffico su ruota, l’inquinamento delle falde acquifere, del terreno e non da ultimo i pesticidi, fanno ammalare e morire milioni di persone. Il cambiamento climatico invece, con il disgelo iniziato 15-12'000 anni fa ha reso possibile un’esplosione demografica senza precedenti perché ha creato condizioni sempre più favorevoli, il livello del mare si è alzato di 120 metri rendendolo più pescoso e baste aree di terra libere da ghiaccio ci sfamano tutti, siamo ancora in una fase di disgelo, ma il livello del mare non ha più risorse per aumentare di tanto e in ogni caso sarà graduale, se non è annegato il Neanderthal cosa vuoi che capiti al Sapiens, quelli meno svegli non devono fare altro che seguire come sempre le istruzioni del pastore.
NOTIZIE PIÙ LETTE