Immobili
Veicoli
Archivio Deposit
FINLANDIA
12.11.2021 - 06:300

La proposta finlandese: sapere quanto guadagnano i propri colleghi

L'idea mira a ridurre i divari salariali ingiustificati tra uomini e donne

Il dibattito è però già acceso, tra chi la considera una mossa pericolosa e chi vorrebbe ancora più trasparenza

Disparità salariale

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

HELSINKI - Una nuova norma per permettere ai lavoratori di vedere quanto guadagnano i propri colleghi, in modo da scoprire se si è discriminati.

È il contenuto di una proposta sul tavolo del Governo finlandese, che mira a diminuire il divario salariale inesplicato tra uomini e donne. «Ciò che è centrale nel programma del Governo è l'eliminazione dei divari salariali ingiustificati», ha ribadito all'agenzia Reuters il Ministro per la cooperazione e l'uguaglianza Thomas Blomqvist. 

Il progetto di legge ha causato un forte dibattito nel paese sul Mar Baltico, sia dai sindacati sia dalle più grandi organizzazioni dei datori di lavoro, per motivi differenti.

Da un lato, i sindacalisti chiedono che ci sia ancora più trasparenza. Infatti, si potrebbe chiedere di sapere la paga altrui solo «se si sospetta di essere discriminati». Le associazioni dei datori di lavoro, invece, temono che «rendere obbligatoria la pubblicazione di informazioni dettagliate sui salari individuali porterebbe alla curiosità generale e al deterioramento dell'atmosfera lavorativa».

Per quanto concerne le tempistiche, Blomqvist ha detto che si aspetta che il disegno di legge venga approvato in parlamento prima delle elezioni dell'aprile 2023.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Geni986 6 mesi fa su tio
A me deprimerebbe sapere quanto guadagnano i colleghi. Sono quasi certo di essere quello che guadagna di meno, ma fintanto che questa rimane un'idea ci posso convivere. Se però dovessi vedere le cifre nero su bianco sarebbe una bella botta...
Moro 6 mesi fa su tio
A tutti, vaccinati, guariti, testati e non vaccinati, ci riguarda tutti! Non importa quale sia lo status dell'individuo. Coloro che a novembre diranno "sì" alla legge Covid in Svizzera forse non hanno capito qual è la vera posta in gioco! Penso che la maggior parte di essi non siano consapevoli e non sappiano davvero a cosa dovrebbero dire di sì. Si fidano ciecamente delle dichiarazioni di "20 Minuten" e "SRF" che sono veicolate dal governo. Quindi qual è la cosa fondamentale di questa legge a cui dovete pensare prima di votare. *- Secondo l'articolo 1, il Consiglio federale può prendere decisioni in casi urgenti fino alla fine del 2031 senza informare i parlamenti*. *- Secondo l'art. 9, il Consiglio federale può intervenire nella legislazione in materia di esecuzione e fallimento e quindi limitare i diritti di proprietà*. *- Il Consiglio federale può decidere arbitrariamente e da solo sulle restrizioni della vita economica e sociale fino alla FINE del 2031*. *- La discriminazione e la sorveglianza di massa sono sancite dall'art. 3. La ricerca di contatti, le soglie, il programma di vaccinazione, gli ordini di quarantena, i test sono legalmente ordinati dal Consiglio federale*. *- L'introduzione del certificato Covid nell'art. 6a permette la restrizione e la sorveglianza dei cittadini su base permanente. Tutto questo non può essere approvato, nessuno può approvare che i nostri diritti fondamentali vengano tolti agli svizzeri in questo modo? E questo non ha niente a che vedere con il fatto che uno sia un sostenitore della vaccinazione, un oppositore della vaccinazione, un sostenitore di Corona o un critico. Si tratta di limitazioni palesi dei nostri diritti fondamentali che ci faranno perdere la nostra libertà in futuro. Qualsiasi cosa che non sia un *NO* a questa legge permetterà alla nostra tanto decantata democrazia di vacillare! La libertà è un valore grande e comporta delle responsabilità. Alziamo la testa, guardiamo il cielo e votiamo NO alle pastoie che ci vogliono imporre per il nostro bene. Un grande grazie a tutti voi.
Geni986 6 mesi fa su tio
A me sinceramente deprimerebbe sapere quanto guadagnano i colleghi. Ho il sospetto di essere quello che guadagna di meno, ma fintanto che ciò rimane un sospetto, non ci do molto peso. Averne la conferma nero su bianco sarebbe una bella botta...
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-17 13:09:07 | 91.208.130.89