KEYSTONE
Gli azionisti di Boeing possono fare causa al Cda per il 737 Max.
STATI UNITI
08.09.2021 - 14:010

Un giudice ha stabilito che gli azionisti possono fare causa al Cda di Boeing

Un giudice li considera «vittime» al pari dei 346 morti negli incidenti di 2018 e 2019

NEW YORK - Un giudice statunitense ha stabilito che il consiglio di amministrazione di Boeing deve affrontare una causa da parte degli azionisti per gli incidenti mortali che hanno coinvolto il suo aereo 737 Max nel 2018 e 2019.

Il giudice del Delaware Morgan Zurn ha dichiarato: Anche se può sembrare insensibile di fronte alle perdite (delle famiglie, ndr), il diritto societario riconosce un'altra serie di vittime: la Boeing come impresa e i suoi azionisti». Questi ultimi «sono venuti in questa corte sostenendo che i dirigenti di Boeing hanno fallito nel supervisionare la sicurezza degli aerei».

Le due sciagure, in Indonesia ed Etiopia, hanno comportato la perdita di 346 vite umane e la messa a terra dell'intera flotta di 737 Max. Zurn ritiene che il primo incidente sia stato «una bandiera rossa» sui sistemi di sicurezza primari dell'aereo, in merito ai quali «il consiglio avrebbe dovuto prestare attenzione» ma che ha invece «ignorato». Le vittime quindi sono i passeggeri, i membri dell'equipaggio dei velivoli precipitati, ma anche gli investitori che hanno «perso miliardi di dollari».

Boeing ha dichiarato: «Siamo delusi dalla decisione del tribunale di consentire al caso dei querelanti di procedere oltre questa fase preliminare del contenzioso». Il produttore aereo ora «prenderà in considerazione i prossimi passi». Lo scorso gennaio le accuse penali erano state chiuse dietro pagamento di 2,5 miliardi di dollari (2,3 miliardi di franchi svizzeri), ma restano da affrontare le cause civili delle famiglie - oltre a questa intentata dagli azionisti.

I 737 Max sono tornati a volare nel novembre 2020, ma i loro guai sono costati complessivamente circa 20 miliardi di dollari di multe a Boeing.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-20 06:59:10 | 91.208.130.87