Reuters
FRANCIA
05.06.2021 - 13:450

Il lusso vola in Borsa

Per i colossi europei il balzo da inizio anno è storico

PARIGI - Il lusso vola in Borsa, come ad avere ormai completamente dimenticato le difficoltà, peraltro di breve durata, causate dalla pandemia. A guardare i colossi europei, iniziando da Lvmh, il balzo da inizio anno, è storico: ha chiuso la settimana a Parigi a 651,2 euro (-0,4%), con una capitalizzazione balzata a 328,69 miliardi, ben 70 miliardi in più rispetto ai 258,18 miliardi di fine gennaio, quindi in poco più di quattro mesi.

Un valore che era già ben oltre i circa 216 miliardi dell'ottobre scorso, quando si era rialzata dallo scossone dell'esordio del virus. Il titolo in settimana ha fatto registrare anche il suo record assoluto, a 660, 6 euro. Andamento analogo per Richemont, che ha raggiunto una capitalizzazione di 65,17 miliardi di franchi svizzeri (oltre 59 miliardi di euro), quindi con un balzo di oltre 16 miliardi di franchi da gennaio di quest'anno, quando era a 49 miliardi, rispetto ai circa 35 miliardi di franchi (quasi 33 miliardi di euro) di luglio 2020. Il titolo ha terminato la settimana a 113,5 franchi (+0,1%), un record storico,

Kering ha raggiunto una capitalizzazione di 91,97 miliardi di euro, salendo di quasi 24 miliardi rispetto ai 68 miliardi di gennaio, che erano sotto i 72 di gennaio e i circa 70 di ottobre 2020, ma ben oltre i 60 miliardi di marzo. Il titolo ha chiuso la settimana a Parigi a 735,7 euro (-0,7%), dopo che a fine maggio ha segnato il record storico di 750,4 euro: valori ben al di sopra dei 544 euro di fine gennaio e anche dei 623,5 euro di metà novembre 2020.

Balzo sui mercati anche per Hermes International, con la capitalizzazione salita a 122,3 miliardi di euro, quasi 20 miliardi in più da fine gennaio, quando era a 92,43 miliardi di euro. Il titolo ha finito la settimana in Borsa a Parigi a 1.158,5 euro, ben oltre gli 897 di metà gennaio. Il titolo peraltro è andato a un record storico in settimana, a 1.160,5 euro.

Colossi a parte, qualche passo in avanti si registra anche per altri gruppi del lusso. Prada, che a fine gennaio aveva una capitalizzazione di 12,7 miliardi, che era a 7,7 miliardi di euro a luglio 2020, ha raggiunto adesso i 13,68 miliardi, senza ritoccare di molto il valore del titolo, che ha chiuso la settimana a 5,3 euro (-2,8%9 a Francoforte, dopo avere registrato un picco a 5,2 euro il 5 gennaio a fine gennaio i 4,9 euro, quotata anche a Hong Kong. In crescita anche la capitalizzazione di Ferragamo, a 3,26 miliardi, rispetto ai 2,7 di fine gennaio, e che contava a luglio 2020 1,9 miliardi. Il titolo ha finito la settimana a 19,32 euro (+0,2% a Milano), quindi sopra i 16 euro di fine gennaio. Deciso passo in avanti per Moncler, a 15,95 miliardi di capitalizzazione, rispetto ai 12,5 di fine gennaio e ai 10 di fine ottobre 2020. Il titolo ha concluso la settimana a 58,3 euro, ben oltre i 48,6 euro di fine gennaio a anche ai 50,3 euro di fine dicembre 2020. In settimana peraltro ha segnato il record storico di 58,9 euro.
 
 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-20 19:38:08 | 91.208.130.85