Immobili
Veicoli

GERMANIALufthansa concorda un piano di crisi con i piloti

23.12.20 - 15:58
I piloti saranno protetti dal licenziamento almeno fino al termine dell'accordo, a marzo 2022
keystone-sda.ch / STF (Michael Probst)
Fonte ats akr
Lufthansa concorda un piano di crisi con i piloti
I piloti saranno protetti dal licenziamento almeno fino al termine dell'accordo, a marzo 2022

FRANCOFORTE - Secondo il sindacato tedesco dei piloti di linea Vereinigung Cockpit (Vc), licenziamenti di massa dei piloti della Lufthansa sono per il momento fuori discussione.

La compagnia aerea, duramente colpita dalla pandemia del coronavirus, e Vc hanno concordato un contratto collettivo di crisi a lungo termine che durerà almeno sino alla fine di marzo 2022, ha annunciato mercoledì il sindacato. Lufthansa ha confermato l'accordo.

Secondo Vc, la riduzione delle ore di lavoro per i piloti sarà prolungata fino alla fine del 2021. In cambio, i piloti riceveranno protezione dal licenziamento fino al termine dell'accordo di crisi, che il gruppo potrà prorogare fino alla fine di giugno 2022. Inoltre, ci sono 24 milioni di euro per finanziare misure socialmente responsabili in caso di tagli al personale.

Il sindacato ha messo il contributo di risparmio dell'accordo dei piloti a più di 450 milioni di euro. Insieme a un pacchetto già chiuso per il 2020, si prevede un risparmio di oltre 600 milioni di euro. Lufthansa ha dichiarato che, senza un accordo, circa 500 capitani e 500 primi ufficiali avrebbero potuto lasciare la compagnia nel secondo trimestre del 2021. Si tratterebbe di circa il 20%.

La compagnia aerea, colpita dalla crisi del coronavirus, aveva già concordato dei tagli con il sindacato degli assistenti di volo Ufo e il sindacato dei Verdi.

Lufthansa, che è stata salvata dallo Stato, nei primi nove mesi dell'anno ha subito una perdita di 5,6 miliardi di euro e ha tagliato la sua offerta di voli a causa delle forti restrizioni di viaggio imposte per frenare la diffusione della pandemia.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA