Keystone (archivio)
GERMANIA
11.06.2020 - 10:500
Aggiornamento : 14:07

Lufthansa, a rischio 26'000 posti di lavoro

Per far fronte alla crisi provocata dal coronavirus, la compagnia tedesca potrebbe tagliare migliaia d'impieghi.

BERLINO - Lufthansa potrebbe tagliare fino a 26'000 impieghi su scala mondiale per far fronte alla crisi provocata dal coronavirus. È quello che emerge da un vertice per le tariffe salariali di ieri, secondo quanto scrivono i media tedeschi. A rischio ci sono 26'000 posti lavoratori, stando al sindacato Ufo, cifra che corrisponderebbe a 22'000 posti a tempo pieno.

Metà dei tagli dovrebbero avvenire in Germania. L'obiettivo della compagnia aerea tedesca sarebbe di raggiungere un accordo con i sindacati prima del 25 giugno, data in cui l'assemblea dei soci dovrà esprimersi sul piano di salvataggio da 9 miliardi. 

Negli scorsi giorni il presidente del consiglio d'amministrazione Carsten Spohr aveva commentato i risultati del primo trimestre chiusosi con un calo dei ricavi del 18%: «Il traffico aereo globale si è virtualmente arrestato negli ultimi mesi. Ciò ha impattato i nostri risultati trimestrali in una misura senza precedenti. Alla luce della lentezza della ripresa della domanda, ora dobbiamo adottare misure di ristrutturazione di vasta portata per contrastare questa situazione». Misure che andranno quindi a intaccare il 16% dei posti di lavoro del colosso tedesco.

La politica insorge - La notizia dei tagli presso Lufthansa ha avuto un immediato effetto politico, dal momento che il gruppo ha concordato un pacchetto di salvataggio con il governo tedesco da nove miliardi di euro, e una partecipazione statale del 20%. È stata l'opposizione a insorgere oggi, con Verdi e Linke che chiedono all'esecutivo di Merkel di sedersi nuovamente al tavolo con la compagnia di bandiera, per ritrattare le condizioni dell'intesa. Lufthansa aveva già da tempo annunciato da tempo un piano di risanamento, e dal 22 giugno scivolerà fuori dal Dax, l'indice principale della borsa tedesca.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-19 19:50:54 | 91.208.130.86