keystone-sda.ch / STF (Kiichiro Sato)
STATI UNITI
03.03.2020 - 11:290
Aggiornamento : 12:03

Accordo con Apple: 500 milioni di dollari per aver rallentato i propri cellulari

Il gigante delle telecomunicazioni ha ammesso di aver ridotto le prestazioni della batteria dei suoi vecchi smartphone

L'accordo prevede il versamento di almeno 25 dollari per ogni telefono coinvolto

WASHINGTON - Apple avrebbe accettato di pagare da 310 milioni fino a un massimo di 500 milioni di dollari per aver rallentato i suoi vecchi iPhone.

Le indiscrezioni, basate sulle trascrizioni di un tribunale federale in California, segnalano che l'accordo è stato depositato venerdì scorso ed è ora in attesa dell'approvazione definitiva.

Tra dicembre 2017 e giugno 2018 sono state presentate circa 66 azioni legali contro Apple. Le accuse riguardavano il deliberato rallentamento delle prestazioni della batteria dei vecchi telefoni iPhone tramite gli aggiornamenti del software. Apple avrebbe fatto credere ai propri clienti che tali iPhone fossero più lenti a causa dell'"età".

Come comunica BloombergLaw, l'accordo proposto copre tutti i precedenti o attuali proprietari statunitensi di determinati modelli: si tratterebbe degli iPhone 6, 6 Plus, 6s, 6s Plus, 7, 7 Plus e SE con dispositivi iOS 10.2.1 o successivi (per iPhone 6, 6 Plus, 6s, 6s Plus e SE) o iOS 11.2 o successivi (per iPhone 7 e 7 Plus), e che hanno eseguito queste versioni di iOS prima del 21 dicembre 2017.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
ondo 1 anno fa su tio
che schifo
miba 1 anno fa su tio
E gli è andata ancora bene! Tutto quello che manipolano con i telefonini, android incluso, sicuramente non verranno mai a dircelo spontaneamente...
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-06 03:21:32 | 91.208.130.89