Immobili
Veicoli

MONDOVittoria del centrodestra: i commenti dei giornali di tutto il mondo

26.09.22 - 12:08
Il giorno dopo le elezioni secondo i media non solo europei, ma anche asiatici
keystone-sda.ch / STF (Alessandra Tarantino)
Fonte Ats Ans
Vittoria del centrodestra: i commenti dei giornali di tutto il mondo
Il giorno dopo le elezioni secondo i media non solo europei, ma anche asiatici

ROMA - Le elezioni italiane, con la vittoria di Giorgia Meloni e della coalizione di centrodestra, è l'argomento dominante sui media online britannici, con la Bbc e il Guardian che hanno avviato una copertura in tempo reale, e anche sulla stampa del Regno Unito, con la foto della leader di Fratelli d'Italia sulle prime pagine delle principali testate.

Il Times titola «La rinnegata di estrema destra crea un grattacapo per l'Ue», sottolineando come con questo risultato Roma vada «in rotta di collisione con Francia e Germania» se si considera che «il Paese ha votato per la sua prima leader donna che ha più cose in comune con l'ungherese Viktor Orban che con Parigi o Berlino».

Per il quotidiano progressista Guardian nonostante i messaggi rassicuranti diffusi di recente da Meloni in ambito internazionale «è improbabile che la prospettiva di averla come prima ministra sia ben accolta da Parigi e Berlino». Mentre in un'analisi a firma della corrispondente da Roma Angela Giuffrida, dal titolo «Meloni potrebbe scoprire che mantenere l'unità in una coalizione volatile è un compito impossibile», già si fanno previsioni sulla stabilità del prossimo governo.

Il quotidiano filo-Tory Daily Telegraph in prima pagina titola «l'Italia sceglie Signora Destra», mentre il Daily Mail, tabloid della destra populista sull'isola, pubblica una intervista con Meloni realizzata nei giorni scorsi in cui lei afferma, «ho il coraggio di dire quello in cui credo», e il giornale ricorda «i legami del suo partito con Benito Mussolini». Nell'intervista Meloni, rivolgendosi ai britannici, sostiene di non appartenere all'estrema destra ma d'ispirarsi ai Tory nel Regno Unito e ai Repubblicani negli Usa.

«Giorgia Meloni e il suo partito postfascista Fratelli d'Italia conquistano un successo eclatante» titola questa mattina sul suo sito il quotidiano francese Le Monde, in un reportage da Roma. Nell'articolo, si scrive fra l'altro che «la sua sfida più urgente, a breve termine, sarà di consolidare l'alleanza delle destre, di cui ha preso la guida, attraversata da contraddizioni profonde che non mancheranno di riproporsi nei prossimi giorni. Perché i suoi due partner, Forza Italia, di Silvio Berlusconi (destra), e la Lega, di Matteo Salvini (estrema destra), rischiano nei prossimi giorni di complicarle il compito». 

Le elezioni in Italia «preoccupano l'Europa» per le conseguenze che potrebbe avere nel Vecchio Continente e in tutti i Paesi dell'Unione: è quanto scrive oggi in prima pagina il Global Times, il tabloid nazionalista del Quotidiano del Popolo, la voce del Partito comunista cinese, fotografando gli scenari politici italiani sulla base dei «sondaggi pre-elettorali», quando i seggi erano ancora aperti in Italia.

Quella che è temuta in Europa è «una reazione a catena» che porterebbe a far emergere una forte componente politica di destra tra «le molteplici crisi in atto», tra criticità come la guerra in Ucraina e la crisi energetica, che stanno gonfiando «i profitti dei partiti di destra». Il tabloid ricorda come precedenti l'exploit di Marine Le Pen alle presidenziali francesi e alle elezioni politiche dei mesi scorsi. 

I risultati elettorali italiani approdano sui principali quotidiani indiani in lingua inglese, che sottolineano tutti come l'Italia avrà il primo governo guidato dall'estrema destra dalla Seconda Guerra Mondiale. L'"Hindustan Times" stampa una foto di Silvio Berlusconi all'uscita del seggio elettorale e titola: «La destra estrema vicina a una vittoria cruciale, mentre l'Italia va alle urne». Il "Times of India" pubblica la foto di Giorgia Meloni e apre con un titolo che la definisce «leader di estrema destra di un partito che ha radici postfasciste». L'articolo sottolinea le diverse posizioni assunte da Meloni e dai suoi alleati, Lega e Forza Italia, sulla guerra in Ucraina e osserva che «questa frattura, e l'aspra competizione tra i leader della destra, potrebbe rivelarsi fatale per la coalizione, portando a un governo di breve durata».

L'"Indian Express" mostra sia Meloni che Berlusconi, sempre al seggio, questa volta in compagnia di Marta Fascina, sottolineando «l'abituale look a doppiopetto dell'ex premier»: l'articolo racconta la campagna elettorale del Cavaliere su TikTok, e sottolinea come Meloni sarà la prima donna italiana a divenire Premier. "The Hindu" mostra alcuni elettori in attesa in un seggio a Milano e sottolinea che, se arriverà al governo, Meloni «dovrà affrontare varie sfide, dall'inflazione galoppante alla crisi energetica derivata dal conflitto in Ucraina».

Preoccupazione per le posizioni islamofobe ma anche celebrazione per «la prima donna premier in Italia». Si dividono stamani i media arabofoni tra quelli che sottolineano le incognite che accompagnano la «vittoria elettorale di Giorgia Meloni», da alcuni associata all'immagine di Mussolini, e quelli che danno risalto al fatto che per la prima volta l'Italia potrebbe esser guidata da un capo del governo donna.

Uno degli articoli in apertura del sito Internet di Al Jazeera, tv panaraba finanziata dal Qatar e vicina alla Fratellanza musulmana, è dedicato ai primi risultati elettorali italiani: «Su Europa, Islam, fascismo... cosa dice Giorgia Meloni, leader dell'estrema destra italiana?», è il titolo che campeggia sopra una foto di Meloni. Il quotidiano libanese an Nahar, su posizioni liberali, celebra il fatto che Giorgia Meloni potrebbe essere «la prima donna a diventare premier in Italia». E riporta una frase attribuita alla stessa Meloni: «Non tradiremo la vostra fiducia».

Il sito Internet di al Arabiya, altra principale tv panaraba ma finanziata dall'Arabia Saudita, titola evocando la metafora, usata anche da altri media arabi, del 'terremoto': «Terremoto in Italia! Cosa significa la vittoria dell'innamorata di Mussolini?». L'altro media finanziato dai sauditi, il quotidiano panarabo ash Sharq al Awsat, decide di non pubblicare la foto di Meloni bensì quella di Silvio Berlusconi, ma torna sul tema del 'terremoto': «Come si prepara l'Europa a fronteggiare il 'terremoto' politico dell'Italia?».

Il sito Internet della tv filo-iraniana al Mayadin, che trasmette da Beirut, ha titolato: «La destra vince le elezioni legislative in Italia e il Partito democratico ammette la sconfitta».

NOTIZIE PIÙ LETTE