keystone-sda.ch (Roberto Monaldo / LaPresse / POO)
Il nuovo dpcm è il terzo in questo mese di ottobre e il 22esimo, complessivamente, per Giuseppe Conte.
ITALIA
25.10.2020 - 10:490

L'Italia vara una nuova stretta: ristoranti e bar chiusi dalle 18

Firmato questa mattina il nuovo decreto. Le misure saranno in vigore da domani fino al 24 novembre

Nella vicina Penisola ieri ci si è nuovamente avvicinati alla soglia dei 20'000 nuovi contagi in 24 ore.

ROMA - L'Italia ieri ha sfiorato nuovamente la soglia dei 20'000 nuovi contagi nell'arco di 24 ore. Un balzo che ha portato le infezioni totali dall'inizio dell'emergenza a superare il mezzo milione di casi e, al contempo, il governo italiano a varare l'ennesima linea di difesa nel tentativo di rallentare la corsa del virus.

Questa mattina Palazzo Chigi ha dato il via libera al nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri (dpcm) - il terzo nel solo mese di ottobre - che porta a un nuovo giro di vite, tra scuola, ristorazione e alcune raccomandazioni nei comportamenti quotidiani.

Un punto fermo del governo, che ha innescato un vero e proprio braccio di ferro con le regioni, è stato quello della chiusura di bar e ristoranti a partire dalle 18 e durante i giorni festivi. E alla fine è arrivato un parziale dietrofront a Roma: bar e ristoranti potranno restare aperti (fino alle 18) anche la domenica e nei festivi. Il numero massimo di persone al tavolo è stato però ridotto a 4.

La scuola a distanza... ma non del tutto - Caldissimo era anche il fronte della scuola. Se per quanto riguarda la scuola materna, le elementari e le medie la didattica continuerà a svolgersi in presenza, nei cicli superiori questa possibilità è prevista solo per un quarto delle attività, mentre il 75% dovrà essere svolto a distanza. Una misura insufficiente per i governi regionali, che chiedevano invece di portare la quota fino al 100% per ridurre la pressione sul trasporto pubblico.

Altre misure - Nel decreto - che entrerà in vigore domani, fino al 24 novembre - viene inoltre confermato lo stop a piscine, palestre, centri benessere, centri culturali, sociali e ricreativi. Gli spostamenti tra regioni non sono vietati, ma ai cittadini viene tuttavia raccomandato di non spostarsi se non per attività strettamente necessarie. E, sempre sul fronte delle raccomandazioni, viene sconsigliato di ricevere in casa persone non conviventi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Veveve 12 mesi fa su tio
Bastaaaaaa! Non se ne può più! 🤢Per fortuna che qualcuno inizia a ribellarsi... Come già detto mesi fa... si morirà di FAME però l’importante è non prendere il COVID!🤮
lecchino 12 mesi fa su tio
Governo di pagliacci
seo56 12 mesi fa su tio
Meglio di niente
Tenero72 12 mesi fa su tio
Prima delle 18 non ci si contagia? Quindi non ci si contagia a scuola, al lavoro e nei negozi. Come dire che posso lavorare tutto il giorno sotto la pioggia ma la sera non posso uscire perché potrei prendere il raffreddore. Beh, effettivamente non fa una piega.
Roger1980 12 mesi fa su tio
Quindi, stando a quanto sopra, una famiglia di 5 persone, può andare al ristorante solamente in tavoli separati?
Roger1980 12 mesi fa su tio
Quindi, stando a quanto sopra, una famiglia di 5 persone, può andare al ristorante solamente in tavoli separati?🤔
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-24 17:53:45 | 91.208.130.86