Immobili
Veicoli
Reuters
Varsavia
21.12.2021 - 13:250

I soldati di Minsk hanno obbligato con la forza i migranti a sconfinare

Sono stati picchiati. Acqua e cibo erano disponibili solo se le persone erano in grado di pagare cifre esorbitanti

POLONIA - Picchiati, minacciati e costretti a pagare cifre esorbitanti per cibo e acqua e anche forzati a passare il confine con la Polonia dai soldati della Bielorussia. Sono le accuse gravi raccolte da un team dell'Onu in Polonia in colloqui con 31 persone giunte nel Paese attraverso la Bielorussia.

«Gli intervistati hanno descritto condizioni terribili su entrambi i lati del confine», ha detto Elizabeth Throssell, portavoce dell'ufficio per i diritti delle Nazioni Unite.

La maggioranza delle persone ascoltate ha affermato che, «mentre si trovava in Bielorussia, è stata picchiata o minacciata dalle forze di sicurezza e ha anche riferito che le forze di sicurezza bielorusse hanno costretto le persone ad attraversare il confine». Inoltre "diversi intervistati hanno affermato che le forze di sicurezza bielorusse hanno chiesto somme esorbitanti per cibo e acqua.

«Chiediamo alla Bielorussia di condurre indagini complete su queste inquietanti accuse e di porre immediatamente fine a tali pratiche», ha detto Elisabeth Throssell.

Il team dell'Onu che ha condotto le interviste è stato in Polonia dal 29 novembre al 3 dicembre scorsi.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-21 02:47:46 | 91.208.130.89