Cerca e trova immobili

REGNO UNITOLa polizia britannica ha arrestato finora 11 persone per gli insulti a Rashford, Sancho e Saka

05.08.21 - 15:06
Le segnalazioni di natura criminale raccolte da una specifica unità sono state 207, molte provengono dall'estero
Pool via REUTERS
11 persone sono state arrestate per gli insulti online ai rigoristi inglesi di Euro 2020.
11 persone sono state arrestate per gli insulti online ai rigoristi inglesi di Euro 2020.
La polizia britannica ha arrestato finora 11 persone per gli insulti a Rashford, Sancho e Saka
Le segnalazioni di natura criminale raccolte da una specifica unità sono state 207, molte provengono dall'estero

LONDRA - Sono 11 le persone arrestate fino a questo momento per gli insulti razzisti online ai calciatori inglesi che hanno fallito i calci di rigore nella finale di Euro 2020.

I media britannici riferiscono che la UK Football Policing Unit, l'unità speciale che si è occupata delle indagini dopo l'ondata di abusi verbali contro Marcus Rashford, Jadon Sancho e Bukayo Saka, ha ricevuto oltre 600 segnalazioni da parte di organizzazioni, individui e club di tutto il Regno Unito. 207 di queste segnalazioni sono risultate di natura criminale e 34 di esse sono state identificate come provenienti dal territorio britannico.

L'unità ha fatto richiesta ai social network del materiale incriminato e poi ha girato i dossier alle varie polizie locali. Gli arrestati provengono da un po' tutta la Gran Bretagna e hanno un'età compresa tra 18 e 63 anni. Riguardo ai molti casi riguardanti utenti stranieri, le segnalazioni sono state inoltrate alle rispettive autorità nazionali. Il capo dell'unità Mark Roberts ha dichiarato: «Ci sono persone là fuori che credono di potersi nascondere dietro a un profilo sui social media e farla franca, pubblicando commenti così ripugnanti. Devono ricredersi: abbiamo investigatori che cercano in modo proattivo commenti offensivi in ​​relazione alla partita e, se raggiungono una soglia criminale, coloro che li pubblicano verranno arrestati».

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE