Immobili
Veicoli
IMAGO / ZUMA Wire
STATI UNITI
11.02.2021 - 08:160
Aggiornamento : 10:37

È morto Larry Flynt, icona del porno americano

Aveva fondato la rivista "Hustler", il giornalista e imprenditore aveva 78 anni

Ha per anni e anni incarnato l'altro coté del sogno benpensante americano, Larry Flynt, 78 anni si è spento questo mercoledì nella sua villa a Hollywood.

Flynt, che oltre alla rivista Hustler - alter-ego meno politically correct di PlayBoy fondata nel 1974 - aveva creato dal nulla un vero e proprio impero legato all'erotismo, fra canali televisivi, catene di sexy shop e strip club, tutti a marchio Hustler.

Personaggio dal forte carisma, ma anche dalle idee editoriali ben chiare, negli anni era stato al centro di numerosi scandali. Nel 1988 aveva vinto davanti alla Corte Suprema dopo essere stato querelato, dopo aver pubblicato su Hustler una pagina satirica che attaccava il noto telepredicatore evangelico Jerry Falwell. In quel caso, i giudici, fecero valere la libertà di parola.

Nel 1978 era rimasto paralizzato dopo un attentato alla sua vita da parte del serial killer Joseph Paul Franklin, a causa di una foto erotica che ritraeva un amplesso di una coppia caucasico-afroamericana. Era poi stato strenuo oppositore alla sua esecuzione.

Sulla sua vita era stato fatto anche un film "Larry Flynt - oltre lo scandalo" (1996) di Milos Forman, pure quello parecchio controverso.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-22 00:05:26 | 91.208.130.86