È morto Kirk Douglas
keystone-sda.ch / STF (KEVORK DJANSEZIAN)
+20
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
STATI UNITI
32 min
Nove colpi di pistola ad un disabile, licenziato un agente di polizia
Il 61enne in sedia a rotelle brandiva un coltello, e si stava recando in un centro commerciale
Francia
2 ore
Si candida come presidente: YouTube lo oscura e i media lo denunciano
Il saggista di estrema destra ha violato i diritti di autore e d'immagine. In totale potrebbe dover pagare 400'000 euro
MONDO
3 ore
«Omicron aveva già fatto il giro del mondo»
La virologa dell'università di Berna Hodcroft: «Le restrizioni servono solo a prendere tempo»
STATI UNITI
3 ore
Alec Baldwin ha armato manualmente la pistola
Nell'intervista con Abc News ha spiegato come è partito il colpo che ha ucciso Halyna Hutchins
GERMANIA
4 ore
«Grazie, Angela»
«Vi ringrazio tutti dal profondo del cuore», ha detto l'esperta politica durante la cerimonia di fine mandato
STATI UNITI
4 ore
Lo shutdown è evitato
Il governo Usa ha fondi per finanziare le sue attività fino al 18 febbraio
SVIZZERA / MONDO
5 ore
Quegli svizzeri con le piantagioni "problematiche"
Public Eye denuncia la situazione gestita dagli uffici di Ginevra e Zugo, e punta il dito contro la politica svizzera.
STATI UNITI
6 ore
Jack Dorsey, tutti i volti del più atipico dei miliardari hi-tech
Un po' donnaiolo, un po' santone il co-fondatore di Twitter ha confermato il suo addio all'azienda. Vi raccontiamo chi è
Stati Uniti
17 ore
Niente seggi all'Onu per i talebani e la giunta in Birmania
Anna Karin Eneström: «La decisione è stata rimandata»
AUSTRIA
17 ore
Il cancelliere austriaco vuole già dimettersi
Alexander Schallenberg si è detto pronto a lasciare l'incarico, appena due mesi dopo il predecessore Kurz
VIDEO
Stati Uniti
17 ore
Uomo armato davanti alla sede delle Nazioni Unite. Minaccia di suicidarsi
Il Palazzo di vetro è stato blindato. La polizia è sul posto. Accorsi anche gli artificieri: c'è una borsa sospetta
GERMANIA
20 ore
Annunciato il lockdown per i non vaccinati
«Il Paese deve unirsi in un atto di solidarietà»: così Angela Merkel e Olaf Scholz in conferenza stampa
GERMANIA
21 ore
Crolla una parete di una palazzina dopo un'esplosione
Due i feriti: l'inquilino avrebbe riportato gravi ustioni. Sul posto decine di agenti e pompieri
LE FOTO
STATI UNITI
21 ore
Rockefeller Center, illuminato il maxi albero di Natale
L'enorme abete è alto oltre 20 metri e pesa più di 12 tonnellate
SPAGNA
1 gior
A soli due mesi di età, arriva morto alle Canarie
Un'altra piccola vittima della rotta migratoria: in cinque gommoni erano in 283
REGNO UNITO
1 gior
Un richiamo annuale, «per molti anni a venire»
Senza i vaccini la «struttura fondamentale della nostra società sarebbe minacciata», ha affermato Albert Bourla
STATI UNITI
06.02.2020 - 06:060
Aggiornamento : 10:04

È morto Kirk Douglas

L’icona di Hollywood aveva 103 anni

LOS ANGELES - È stato probabilmente l'ultimo dei "duri" della Hollywood degli anni d'oro e la leggenda vuole che si sia spaventato una volta sola quando è stato colpito da un ictus all'inizio del 1996 e arrivò in ospedale ''letteralmente terrorizzato'' come si affrettarono a raccontare i medici ai cronisti. Ma poi è arrivato alla meravigliosa età di 103 anni, ictus a parte, Issur Danielovitch, vero nome di Kirk Douglas, unico maschio di sette figli emigrati ebrei russi, che ha interpretato nella vita vita più o meno gli stessi personaggi nei circa 80 film che lo hanno visto protagonista in oltre 50 anni di carriera.

Fisico roccioso, carattere spigoloso come ben sanno i registi che lo hanno diretto, Douglas ha affrontato con orgogliosa caparbietà la difficoltà che la vita gli ha posto davanti: dalla cronica povertà dell'infanzia ai rapporti difficile con il padre che pure lo incoraggiò nella sua carriera, alla non facile gestione dei quattro figli maschi Michael, Joel, Peter ed Eric, dei quali fu padre-padrone egocentrico ed invadente. Ma il ruolo di "macho" non è stato l'unico che amava ricordare in una lunga ed articolata carriera.

Nato ad Amsterdam nello Stato di New York il 9 dicembre 1916 da una famiglia di russi analfabeti (il padre, come ricorderà nella sua autobiografia, era un ''venditore di stracci'') si mantenne agli studi facendo il cameriere, poi il lottatore, poi finalmente il direttore dell'Accademia d'arte drammatica lo ammise gratuitamente per merito.

Il suo esordio nel cinema dopo l'apprendistato a Broadway si deve a Lauren Bacall. Fu infatti la moglie di Humphrey Bogart a segnalarlo al produttore de "Lo strano amore di Marta Ivers", che segnò l'inizio della sua carriera nel 1946.

Proprio ai suoi primi film faceva riferimento per parlare della versatilità della sua carriera, accanto a Barbara Stanwyck era stato infatti un procuratore alcolizzato in "Lettera a tre mogli", poi nel 1949 sarà nel film che gli darà la popolarità e una candidatura all'Oscar ("Il grande campione"), nei panni di un pugile egoista.

Intanto due anni prima sul set de "Le vie della città" aveva incontrato Burt Lancaster, l'amico di una vita con cui girerà altri sedici film fino a "Due tipi incorreggibili". Tutti film nei quali incarnava il classico duro. Protagonista di film iconici come "Spartacus", "Orizzonti di Gloria", "Il bello e il brutto".

Il giorno del suo compleanno da anni lo festeggiava donando agli altri: «Dare in beneficenza è un atto egoistico - diceva - perché mi fa stare bene». Nel 2015 insieme alla moglie Anne Buydens - anche lei centenaria -, con la quale aveva condiviso la vita per oltre 60 anni, ha donato 15 milioni di dollari ad una clinica di Los Angeles per ex attori e lavoratori di Hollywood colpiti dal morbo di Alzheimer.

Nominato all'Oscar tre volte, Douglas ha ricevuto l'onorificenza più prestigiosa dell'Academy: l'Oscar alla carriera nel 1996.

Dopo la morte del figlio Eric per overdose, altre tragedie colpirono l'attore negli anni Novanta: nel 1991 Douglas sopravvisse per miracolo ad un incidente di elicottero dove due dei suoi compagni di volo persero la vita. Nel 1996 un ictus gli tolse la parola. Ma tenace come sempre, con ore ed ore di terapie riabilitative, Kirk riprese almeno un po' la capacità di comunicare fino a conquistare l'Oscar e superare il secolo.

Di lui, tra gli ultimi rappresentanti della Hollywood degli anni d'oro, rimane il fisico atletico, lo sguardo azzurrissimo e un'inconfondibile fossetta in mezzo al mento.

La notizia della morte della leggenda del cinema è stata data da suo figlio, l'attore Michael Douglas, con un post su Facebook: «È con grandissima tristezza che io ed i miei fratelli annunciamo che Kirk Douglas ci ha lasciati, all'età di 103 anni. Per il mondo era una leggenda, un attore dell'epoca d'oro del cinema che ha vissuto a lungo nei suoi anni d'oro, un attivista umanitario la cui dedizione alla giustizia ha indicato uno standard al quale tutti noi possiamo aspirare. Ma per noi era solo un papà».

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 

To my darling Kirk, I shall love you for the rest of my life. I miss you already. Sleep tight...

Un post condiviso da Catherine Zeta-Jones (@catherinezetajones) in data:

 

keystone-sda.ch (LAS VEGAS NEWS BUREAU / HANDOUT )
Guarda tutte le 24 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-03 12:02:37 | 91.208.130.86