Immobili
Veicoli

REGNO UNITOIl Regno Unito pronto a dire addio all'isolamento dei positivi

21.02.22 - 12:34
Il premier Boris Johnson presenterà nel pomeriggio la svolta al parlamento e alla popolazione
AFP
Fonte ats
Il Regno Unito pronto a dire addio all'isolamento dei positivi
Il premier Boris Johnson presenterà nel pomeriggio la svolta al parlamento e alla popolazione

LONDRA - «Convivere con il Covid» in una fase in cui «la pandemia non è finita», ma la diffusione della variante Omicron è tornata sotto controllo nel Regno Unito (con l'aiuto dei vaccini e anche dopo la revoca di ogni restrizione sostanziale), come certifica il calo consolidato di contagi e ricoveri ospedalieri.

È il messaggio indirizzato dal premier britannico Boris Johnson alla nazione a margine di una riunione ad hoc del consiglio dei ministri che precede in queste ore l'annunciata illustrazione di un nuovo piano - destinato a essere anticipato a partire da questa settimana in Inghilterra - attraverso il quale l'isola si prepara a eliminare (primo Paese occidentale a farlo) sia l'obbligo di auto isolamento generalizzato per le persone infettate dal coronavirus, sia la distribuzione a pioggia dei kit per i test antigenici.

L'annuncio di oggi «segna un momento di orgoglio dopo un periodo fra i più difficili nella storia del nostro Paese», il momento in cui si può «cominciare a imparare a convivere con il Covid», ha scritto Boris Johnson, che nel pomeriggio presenterà i dettagli della svolta in Parlamento e poi in un briefing da Downing Street.

Una svolta che «non sarebbe stata possibile senza lo sforzo di tanti», ha aggiunto il primo ministro Tory, elogiando in primis la somministrazione «a velocità fenomenale» nel Regno delle terze dosi vaccinali booster condotta da parte del servizio sanitario nazionale (Nhs) dopo la comparsa di Omicron: dosi ormai inoculate all'81% della popolazione britannica adulta. Nel contempo ha insistito che non si tratta di buttar via tutte le cautele, ma semmai di tornare alla responsabilità individuale, mentre si continuerà a far leva sia sui vaccini, sia sui nuovi farmaci.

«La pandemia non è finita - ha quindi concluso BoJo, pur evocando in prospettiva il passaggio graduale verso la fine della fase emergenziale e verso un'infezione endemica - ma grazie a una incredibile campagna vaccinale siamo ora un passo più vicini al ritorno alla normalità. Affinché le persone possano finalmente riavere indietro le loro libertà, mentre continuiamo a proteggere noi stessi e gli altri».

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO