Immobili
Veicoli
C'è diversità di vedute sull'efficacia degli attuali vaccini sulla variante Omicron

STATI UNITIC'è diversità di vedute sull'efficacia degli attuali vaccini sulla variante Omicron

30.11.21 - 09:04
Il Ceo di Moderna Bancel prevede che la risposta sarà inferiore rispetto alla Delta. Più ottimismo, invece, da BioNTech
keystone-sda.ch / STR (Franc Zhurda)
C'è diversità di vedute sull'efficacia degli attuali vaccini sulla variante Omicron
Il Ceo di Moderna Bancel prevede che la risposta sarà inferiore rispetto alla Delta. Più ottimismo, invece, da BioNTech

NEW YORK - «Penso che in nessun modo l'efficacia» degli attuali vaccini contro la variante Omicron del coronavirus «possa essere la stessa che abbiamo avuto con la Delta». Lo ha dichiarato al Financial Times l'amministratore delegato di Moderna, Stéphane Bancel.

Le previsioni di Bancel - Bisognerà aspettarsi «un calo sostanziale» dell'efficacia, che non è ancora possibile calcolare. «Non so dire di quanto perché dobbiamo aspettare i dati. Ma tutti gli scienziati con cui ho parlato dicono che 'non sarà buono'». Ciò in ragione dell'elevato numero di mutazioni individuate in questa nuova variante del virus, ha aggiunto. Per avere maggiori indicazioni ci vorranno un paio di settimane.

Nelle scorse ore Bancel aveva dichiarato alla Cnbc che era plausibile un'attesa di mesi prima di poter produrre un vaccino efficace senza ombra di dubbio con la Omicron. «Moderna e Pfizer non possono produrre miliardi di dosi la prossima settima, è matematicamente impossibile. Ma possiamo avere i miliardi di dosi entro l'estate? Sicuro». Bancel prevede che Moderna sia in grado di produrre tra i due e i tre miliardi di dosi nel 2022.

Le borse reagiscono male - Le parole di Bancel, riportate da uno dei più importanti quotidiani economici del mondo, stanno avendo un contraccolpo immediato nel mondo finanziario: in calo sia le borse che il prezzo del petrolio. Zurigo, ad esempio, ha aperto in flessione dello 0,63% rispetto a ieri per quanto riguarda l'indice dei valori guida SMI, mentre lo SPI perde lo 0,6%. Con il segno negativo anche tutte le altre borse europee.

Fanno anche peggio le piazze asiatiche, con l'indice Nikkei della borsa di Tokyo in calo dell'1,63%. In difficoltà i titoli bancari (UBS -1,65% e Credit Suisse (-0,41%) dei settori che potrebbero pagare caro un nuovo lockdown. Meglio, invece, il comparto farmaceutico.

 

 

La posizione di Pfizer - Più ottimismo è stato manifestato negli scorsi giorni da Pfizer: la casa farmaceutica si è detta fiduciosa di poter produrre un vaccino "aggiornato" in 100 giorni e lunedì uno dei direttori, Scott Gottlieb, ha dichiarato sempre alla Cnbc che «c'è un ragionevole grado di fiducia che con almeno tre dosi il paziente avrà una protezione abbastanza buona contro questa variante».

Le rassicurazioni di BioNTech - Non potendo sapere con certezza quale sia il grado di riduzione della variante Omicron, bisogna continuare a vaccinarsi. È la posizione di Katalin Kariko, biochimica di BioNTech pioniera della tecnologia dell'mRna. «Più persone si vaccinano e meno possibilità ha il virus di evolvere e mutare» ha spiegato al quotidiano italiano La Stampa. «Abbiamo bisogno di più dati e abbiamo bisogno di tempo. Se hai 1 o 2 casi, serve a poco: occorrono numeri alti. La verità è che per ora non sappiamo» ha dichiarato invece al Corriere della Sera. «Il virus evolve continuamente. Questo però non significa che per ogni variante serva un nuovo vaccino».

La ricercatrice ungherese si sbilancia, arrivando a ipotizzare che il vaccino non sarà "bucato" dalla Omicron. «Il virus non ha il lusso di cambiare il modo in cui entra nella cellula. Sono abbastanza limitati»

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO