Immobili
Veicoli

AUSTRIA / GERMANIAUn lockdown anche per i vaccinati in arrivo in due regioni dell'Austria

18.11.21 - 12:09
L'andamento della pandemia è considerato drammatico: «Non abbiamo più margini di manovra».
Keystone
Un lockdown anche per i vaccinati in arrivo in due regioni dell'Austria
L'andamento della pandemia è considerato drammatico: «Non abbiamo più margini di manovra».
Ci sta pensando anche il Land tedesco della Sassonia, che ha superato la soglia dalla quale il sistema sanitario viene definito «sovraccarico»

SALISBURGO / DRESDA - Le regioni dell'Austria più colpite dalla pandemia, Salisburgo e Alta Austria, hanno deciso di reintrodurre a partire da lunedì un lockdown generale per tutta la popolazione, e non solo per i non vaccinati.

L'annuncio è arrivato direttamente dai Governatori di Salisburgo e dell'Alta Austria, proprio in giornata. «Non abbiamo più margini di manovra», ha detto a riguardo Thomas Stalzer (Governatore dell'Alta Austria), che ha specificato che la durata del lockdown sarà di «alcune settimane».

Si tratta di due decisioni che fanno pensare all'estensione di una simile possibilità a livello nazionale, nonostante il cancelliere Alexander Schallenberg abbia finora sempre dichiarato con veemenza che un confinamento anche per le persone vaccinate sia «escluso». 

Anche la Sassonia ci pensa
Gli ospedali dello Stato federato tedesco della Sassonia hanno già superato il tetto massimo di occupazione dei letti disponibili, e sono sin d'ora in sovraccarico.

Lo ha scritto il quotidiano tedesco Welt, spiegando che restrizioni e regole più severe saranno automaticamente applicate a partire da domani. Con un'incidenza settimanale di 761,4 casi di contagio su 100mila abitanti, la Sassonia ha i valori più alti di tutti i Länder tedeschi (la Baviera è seconda con 609,5). Ciò che preoccupa è però l'aver raggiunto la soglia dalla quale si parla di sovraccarico: oltre 1'300 posti letto occupati dai pazienti di coronavirus negli ospedali. 

A partire da venerdì, ci saranno quindi nuovi limiti ai contatti personali (non per i vaccinati) e agli accessi nei locali pubblici. Il modello 2G (vaccinato o guarito) si applicherà anche nel settore della vendita al dettaglio. Ne resteranno esenti invece i supermercati e le farmacie.

Lockdown in vista?
A quanto emerge, però, c'è nell'aria la sensazione che queste nuove misure possano non bastare.

Il Ministro Presidente della Sassonia, Michael Kretschmer, ha parlato della necessità «urgente» di restrizioni «dure» per due o tre settimane, evitando però di pronunciare la parola lockdown. Una decisione è attesa per venerdì, quando anche il Bundestag e il Bundesrat approveranno delle risoluzioni a livello nazionale. 

Secondo un rapporto visionato dal Tagesspiegel, Kretschmer è favorevole alla chiusura completa dei bar e delle discoteche, nonché a un divieto generale dei grandi eventi, fino al 15 dicembre. Anche delle chiusure nel settore culturale e del tempo libero sono in discussione, oltre che nella gastronomia: il quotidiano Bild sostiene che anche hotel e ristoranti verranno probabilmente chiusi.

Secondo Kretschmer, poi, c'è una correlazione tra il tasso di vaccinazione e l'incidenza: la Sassonia ha infatti il tasso di vaccinazione più basso tra tutti i Länder, (come mostra il grafico sotto). Per questo, il Ministro ha invitato ancora la popolazione a farsi inoculare uno dei vaccini approvati. 

Statistik: Impfquote gegen das Coronavirus (COVID-19) in Deutschland nach Bundesländern (Stand: 17. November 2021) | Statista
Mehr Statistiken finden Sie bei Statista

COMMENTI
 
Mat78 1 anno fa su tio
Mi chiedo per quanto ancora i vaccinati tollereranno i no-vax che stanno prolungando la pandemia...con tutto quello che questo comporta. Solidali e responsabili oggi, per essere nuovamente liberi domani. Non è difficile dai...
Suissefarmer 1 anno fa su tio
viva i no vax! siamo la resistenza! ci incolpate di non fare il vaccino, ma io vi incolpo di permettere che 15000 bambini muoiono di fame tutti I santi giorni per il vostro benessere. tornare alla normalità che tanto non è, io non ci sto. mi vaccinero in compromesso se risolvete la cosa.
emib53 1 anno fa su tio
Condividerei in pieno questo commento se mi si dimostrasse che i novax danno più soldi ad enti che aiutano a risolvere gli altri problemi dell'umanità. Altrimenti non vedo collegamento fra le due cose. Poi, mi ripeto per quelli che non leggono i miei commenti, non ho mai detto che uno debba per forza vaccinarsi, dico solo che non è però ammissibile che uno giri senza mascherina e non tenendo distanze adeguate solo perché crede che questa sia solo una normale influenza o che, in fondo, a morire sono solo vecchi e malati (vedi parecchi commenti degli ultimi giorni). Questo proprio non lo posso sopportare.
Dalu 1 anno fa su tio
Strano modo di fare un giusto attivismo
Mat78 1 anno fa su tio
Siete solo gente che non merita la libertà che avete.
Aargauer 1 anno fa su tio
👍🏻
Don Quijote 1 anno fa su tio
Sostieni che a te non frega niente di un problema enormemente più grande del CV19 che affligge il mondo da sempre e che ovviamente non ti coinvolge personalmente, anzi, condivideresti solo il pensiero se i no vax dessero più soldi agli enti che aiutano a “risolvere gli altri problemi dell’umanità”… allo stesso modo a un no vax non gli frega niente dei tuoi problemi personali o fobie. Per tua informazione, gli enti umanitari non possono risolvere problemi così grandi con l’elemosina di pochi buon pensati che si lavano la coscienza, anche perché il 90% dell’elemosina serve per coprire le spesse degli enti stessi, tipo UNICEF. Non nascondiamoci dietro a un dito, siamo tutti egoisti e ci mobilitiamo solo per propria convenienza, per cui non cercare d’incantare i serpenti manifestando l’indignazione solo per chi muore di CV19, tutti gli anni ci sono drammi ben peggiori anche in Svizzera e non c’è tutta questa mobilitazione e controllo di massa. Una fobia ripetuta tutti i giorni diventa inevitabilmente paranoia!
mastermi 1 anno fa su tio
hai il mio pieno supporto in cio' che scrivi. Mi pare che la gente sia diventata oltremodo egoista
vulpus 1 anno fa su tio
La minestra è servita in tavola ora. Quelle persone che sfilano e contestano la vaccinazione, non possono che ritenersi responsabili del peggioramento della situazione. Poi chi ha un malore non avrà più accesso agli ospedali perchè ci sono i novax da curare.
Dalu 1 anno fa su tio
No, i no vax non vanno in ospedale, sono immortali😂
Gimmi 1 anno fa su tio
Pensi di essere spiritoso??
mastermi 1 anno fa su tio
spiritoso non credo, ma molto realista si....
ae-zorba 1 anno fa su tio
...........
NOTIZIE PIÙ LETTE