Immobili
Veicoli
È stato dato il via libera alle somministrazioni del vaccino anche in vacanza

ITALIAÈ stato dato il via libera alle somministrazioni del vaccino anche in vacanza

09.06.21 - 14:24
Il generale Figliuolo ha però dichiarato che la misura è «più uno spot che una necessità»
Depositphotos (Maugli)
È stato dato il via libera alle somministrazioni del vaccino anche in vacanza
Il generale Figliuolo ha però dichiarato che la misura è «più uno spot che una necessità»

ROMA - In Italia ci si potrà proteggere dal coronavirus anche durante le vacanze.

«La Conferenza delle Regioni mi ha chiesto la possibilità di fare in casi particolari la seconda dose in vacanza. Ho appena firmato la risposta, per la struttura va bene, ci stiamo organizzando e faremo gli opportuni bilanciamenti logistici delle dosi». Lo ha dichiarato il generale Francesco Paolo Figliuolo, il commissario straordinario all'emergenza Covid-19, ai microfoni di Radio 24.

«Più uno spot che una necessità» - Figliuolo ha sottolineato che «i vaccini in vacanza sono più uno spot che una necessità», visto che «c'è già l'ordinanza n.3 che ho firmato in tempi non sospetti a marzo e che prevede la possibilità per i lavoratori non residenti o per chi si sposta in maniera continuativa in un'altra regione a essere vaccinato, anche per motivi di salute o per qualsiasi altro motivo. Pensiamo solo ai lavoratori stagionali del settore turistico-alberghiero».

Figliuolo ha poi ricordato «la flessibilità già in sede di prenotazione, perché recentemente ho inviato una circolare alle Regioni dicendo loro di dare massima flessibilità ai cittadini di prenotarsi e, soprattutto, di scaglionare la seconda dose sempre rimanendo in quelle che sono le previsioni cliniche, quindi entro i 42 giorni per ciò che riguarda i vaccini mRna e tra le 4 e le 12 settimane per ciò che riguarda il vaccino Astrazeneca. Ovviamente Johnson&Johnson ha una dose sola e risolve il problema».

La soddisfazione di Toti e Cirio - Due dei principali sostenitori sono il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e quello del Piemonte, Alberto Cirio. «Poco fa è arrivata la lettera del generale Figliuolo che autorizza la somministrazione delle seconde dosi di vaccino nelle regioni dove si va in vacanza per un lungo periodo. La Liguria lo aveva chiesto per prima insieme al Piemonte, grazie all’accordo firmato con il Presidente Alberto Cirio, e già nelle prossime ore metteremo a punto gli ultimi aspetti tecnici. Pronti a partire!» ha dichiarato Toti.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO