Immobili
Veicoli

SPAGNAUn divieto di fumare all'aperto per contrastare la pandemia?

20.04.21 - 18:50
Ci stanno lavorando alcune comunità autonome in Spagna, su consiglio degli esperti sanitari
Depositphotos (stetsik)
Un divieto di fumare all'aperto per contrastare la pandemia?
Ci stanno lavorando alcune comunità autonome in Spagna, su consiglio degli esperti sanitari

MADRID - In Spagna si sta andando sempre di più verso un divieto di fumo all'aperto, per ragioni legate alla pandemia di coronavirus.

El Pais scrive che alcune comunità autonome stanno lavorando a provvedimenti in tal senso. «La distanza di un metro e mezzo tra le sedie di commensali in un ristorante all'aperto è sufficiente se i clienti si limitano a parlare e mangiare. Ma non va bene se si fuma un sigaretta» secondo José Luis Díaz-Maroto Muñoz, responsabile della comunicazione del Gruppo tabagismo di Semergen, la società spagnola di medicina generale.

«Chi espira il fumo lo proietta da una distanza maggiore rispetto a quando parla o respira. Inoltre, il fumo veicola l'aerosol che trasmette il virus almeno a otto metri di distanza. Per questo è importante non fumare all'aperto quando si hanno persone vicine» sottolinea Díaz-Maroto, che osserva come la sigaretta accesa sia la scusa usata da alcuni per non dover indossare la mascherina all'aperto.

Díaz-Maroto ricorda che già gli esperti britannici avevano raccomandato d'includere programmi anti-fumo nelle misure di contrasto al Covid-19. D'altra parte, la pandemia ha portato gli spagnoli a fumare un po' meno: secondo uno studio dell'Osservatorio spagnolo delle droghe e delle dipendenze, il calo è dell'1,4% rispetto all'inizio dell'emergenza sanitaria. Il calo è più marcato tra i giovani ed è diminuita anche la percentuale di chi fuma sigarette elettroniche. 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO