Immobili
Veicoli

STATI UNITIMotore in fiamme e detriti ovunque: paura sul volo United 328

21.02.21 - 11:09
Fortunatamente, e miracolosamente, non è stato registrato alcun ferito: l'aereo è atterrato in sicurezza
Reuters
Motore in fiamme e detriti ovunque: paura sul volo United 328
Fortunatamente, e miracolosamente, non è stato registrato alcun ferito: l'aereo è atterrato in sicurezza
Detriti e pezzi dell'aereo sono finiti nei giardini, nelle case, e nelle strade di un sobborgo di Denver

DENVER - Un volo della United Airlines è stato costretto ieri a tornare d'emergenza in aeroporto dopo aver subito un guasto al motore poco dopo il decollo, perdendo detriti che sono piovuti su case e cortili di un sobborgo di Denver.

Si tratta del volo 328 United - un Boeing 777 - diretto a Honolulu con 231 passeggeri e 10 membri dell'equipaggio, che è riuscito a tornare in aeroporto in sicurezza nonostante le condizioni avverse.

Sono esplose attorno alle 13 le segnalazioni e le chiamate alla polizia da parte dei residenti nell'area, a causa di una forte esplosione e di detriti caduti dal cielo. Fortunatamente e miracolosamente, non si sarebbe registrato alcun ferito, nonostante la presenza di pezzi dell'aereo nei cortili e nei giardini delle abitazioni.

Nel frattempo, la polizia di Broomfield ha avvertito i residenti di non toccare o spostare i detriti dell'aereo, poiché l'agenzia sulla sicurezza dei trasporti, National Transportation Safety Board (NTSB), «vuole che tutti i detriti rimangano sul posto per le indagini».

«Ho sentito un botto» - Un passeggero del volo United 328 ha raccontato all'emittente Cnn i momenti concitati dell'accaduto a bordo dell'aereo.

Dopo circa 20 minuti dalla partenza «c'è stato un botto, un boom, il tipo di suono che non vuoi mai sentire quando sei in aereo», ha detto l'uomo, diretto a Honolulu con la moglie. «Allora ho guardato fuori dal finestrino e mi ha terrorizzato vedere che parte del motore dalla mia parte fosse scomparso».

Il testimone ha poi aggiunto che sebbene si potesse sentire la paura, la tensione presente sull'aereo, tutti si mostravano «molto calmi». All'atteraggio, poi, gli applausi liberatori.

Il vettore United ha confermato in una dichiarazione che la maggior parte dei passeggeri ha preso in seguito un altro volo United per Honolulu, mentre per «coloro che non hanno voluto viaggiare con noi sono stati forniti alloggi in hotel».

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE