Reuters
+1
RUSSIA
17.02.2021 - 10:210

Trovati dei cani randagi con il pelo blu

Vista la presenza di una fabbrica abbandonata nelle vicinanze si pensa a un inquinamento chimico

Nel frattempo, le foto dei cani sono diventate virali

DZERZSHINSK - È stato trovato in Russia un branco di cani blu. 

Lo ha riferito l'agenzia di stampa Reuters.

In quanto il ritrovamento è stato effettuato vicino ad un impianto chimico abbandonato nella città di Dzerzshinsk, nella Russia centrale, si ritiene che la pelliccia dei cani sia diventata blu a causa di un inquinamento chimico.

Nel frattempo, in seguito alla pubblicazione di qualche foto online, i cani blu hanno fatto rapidamente il giro del mondo, diventando virali e spingendo le autorità locali a catturarli per effettuare dei controlli e per capire il motivo dell'insolita pigmentazione. 

La fabbrica nelle vicinanze della scoperta dei cani ha chiuso nel 2015, durante la sua attività, invece, si occupava di processi industriali (estrazione di metalli, produzione di plexiglas...). L'ormai ex direttore della fabbrica, Andrey Mislivets, raggiunto dal Daily Mail, ha inizialmente negato l'autenticità delle foto, per poi ammettere che gli animali «potrebbero essere venuti in contatto con le sostanze chimiche mentre vagavano intorno agli edifici abbandonati».

«Le condizioni di salute dei cani sono normali», ha in seguito spiegato a Reuters il capo della clinica veterinaria 'Zoozastchita NN' Ilya Kazakov. La causa del cambiamento di colore rimane però sconosciuta, ha aggiunto, e la clinica sta cercando di capire quale agente chimico possa aver causato il cambiamento di colore.

Reuters
Guarda tutte le 5 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-17 16:54:41 | 91.208.130.86