Immobili
Veicoli

STATI UNITISconfigge il coronavirus, ma la fattura è salatissima: 840'000 dollari

03.06.20 - 00:02
Due settimane in cure intense sono risultate in un conto shock per un americano di Denver
Archivio Depositphotos
Sconfigge il coronavirus, ma la fattura è salatissima: 840'000 dollari
Due settimane in cure intense sono risultate in un conto shock per un americano di Denver

DENVER - Un uomo dello Stato americano del Colorado, sopravvissuto al Covid-19 dopo due difficili settimane in terapia intensiva, ha ricevuto una fattura salatissima mentre si rimetteva a casa.

La disavventura dell'uomo, che ha condiviso il suo shock con i media locali, sta facendo il giro del mondo. Il saldo da coprire, mostrato all'emittente KMGH-TV di Denver, è da capogiro: 840'386,94 dollari. 

Nella fattura si contano le due settimane che ha passato intubato nel reparto di terapia intensiva del centro medico di Sky Ridge, ma non le settimane passate allo Spalding Rehabilitation Hospital o il trasporto di sua moglie al pronto soccorso, anche lei colpita dal virus.

Come riportato dal Washington Post, la moglie ha dichiarato all'emittente locale che: «Vedere quella cifra mi ha nuovamente tolto il fiato», «già solo le medicine che ci hanno somministrato all'ospedale costano 250'000 dollari».

Fortunatamente, la famiglia in questione è assicurata. L'uomo non era inizialmente sicuro se l'assicurazione avrebbe coperto tutte le spese del caso, ma una pronta chiamata all'assicuratore lo ha potuto tranquillizzare. Comunque, gli enormi costi ospedalieri rischiano di far schizzare alle stelle i premi assicurativi per decine di milioni di americani l'anno prossimo.

All'inizio di marzo il Presidente Trump ha annunciato che gli assicuratori sanitari avrebbero eliminato i pagamenti per i trattamenti di coronavirus e che avrebbero estero la copertura assicurativa a tali trattamenti. Ciònonostante, come spiega il WP, sembrerebbe che diverse assicurazioni sanitarie private abbiano accettato di rinunciare alle spese del tampone, ma non di coprire il costo totale dell'assistenza.

COMMENTI
 
klich69 2 anni fa su tio
Meglio crepare da coronavirus costa molto meno.
MoonLight 2 anni fa su tio
Paragonando alla CH, i costi per 2 settimane di cure intensive negli USA sono molto alti, ca. 8 volte di più. Se prendiamo come esempio un ospedale di Zurigo, 2 settimane di cure intensive sarebbero costate 100'100 Sfr. Questo importo è in base alla tariffa applicata a coloro che non sono assicurati in CH (un turista ad esempio). Non so come invece viene calcolato l'importo per i residenti, però visto che c'è la cassa malati, l'importo che tocca pagare si limita a franchigia, aliquota e contributo giornaliero (15 Sfr.).
Clo 62 2 anni fa su tio
Caro Summerer in Italia la sanità è tutt’altro che gratuita, un impiegato di 27 anni costa al datore di lavoro circa 400€ di mutua al mese, per un servizio pietoso, Non bisogna dimenticare che l’F24 è quasi il doppio della paga netta!!!
Summerer 2 anni fa su tio
I datori di lavoro è un altro tema. Comunque non ho detto che è gratis... ho detto che la fanno sembrare. La gente si fionda dal dottore od al pronto soccorso per un raffreddore. perché non pagano direttamente... Provasse a spendere 120 chf di consuzlenza perché hanno due linee di febbre. "grazie" al Covid si scopre che non è tutto necessario...
Mattiatr 2 anni fa su tio
In italia i lavoratori pagano circa 4-6 mesi di lavoro in tasse. Da noi sono circa la metà. Il sistema svizzero ha sicuramente moltissime pecche che andrebbero in primo luogo analizzate e poi risolte. Oggi tutte le proposte sono fondate su concetti e idee casuali, più ideali. Nessuno ha una chiara idea di come funzioni il sistema sanitario e di quali sono le sue spese. Ricordiamoci che il consiglio d'amministrazione in Svizzera è il consiglio federale, il ché vuol dire che più servizi gestiscono, maggiore sarà la catastrofe nel caso in cui capitino in consiglio federale sia pessimo (cosa non impossibile in democrazia). In Italia tutto ciò è peggio visto che cambiano modalità di votazione ogni volta che fanno delle elezioni creando confusione fra l'elettorato. La domanda giusta sarebbe: in proporzione con i salari, sarebbe davvero conveniente integrare le spese sanitarie nelle tasse? (perché i soldi non sono regalati e non piovono dal cielo). Inoltre bisogna considerare che quando va bene lo stato spende, quando va male lo stato taglia, educazione e sanità inclusi, l'Italia è anche in questo caso d'esempio.
Thor61 2 anni fa su tio
Faccio notare che il sistema sanitario italiano è tra i migliori al mondo, al contrario della disinformazione fatta da molti. Le spese per la sanità sono trattenute alla fonte e coprono perfettamente le spese mediche, poi è la POLITICA a fare DISASTRI immani, con ruberie a livelli mostruosi, eppure anche con la disfunzione dei politici, l'Italia rimane un paese avanzato in medicina e chirurgia alla faccia di molti ignoranti, se per esempio chi di rompesse un arto lo manderei al Galeazzi a Milano piuttosto che in un ospedale Svizzero. Per due volte hai poi affermato che noi paghiamo il 20% di tasse!!! Ma a te chi ti fa la busta paga??? Io nei miei conteggi di trattenute calcolo una media del 32/33% mensile, poi a fine anno mi arrivano le tassazioni e calcolo più o meno la stessa percentuale, alias si arriva al 64/66% in totale, altro che il 20% di cui tu parli! PS Per la tasse italiche credo che si salga a 7/8 mesi il pagamento delle tasse, se poi ci aggiungi i costi della vita (Acqua, GAS e spese obbligatorie) mi sa che arrivi a 11 di mesi, e in questo stiamo ancora messi meglio degli italiani.
Mattiatr 2 anni fa su tio
Non conosco la tua situazione, difatti su ciò non mi esprimo. A dirla tutta non ho capito alcuni dei passaggi che hai fatto.¶ Io pago circa l'8% del mio reddito in oneri sociali. In seguito sono andato sul calcolatore delle imposte offerto gentilmente dal cantone. L'imposta federale non la pago, quella cantonale e quella comunale sommate raggiungono circa il 13.5%, valuta che il mio comune ha il moltiplicatore piuttosto alto. (valuta che il calcolo non dovrebbe considerare le deduzioni fiscali). Sommando il tutto vengo tassato il 21.5% Quindi non si distanzia molto da ciò che ho trovato su internet questa mattina. Ovviamente si devono aggiungere altri costi, e altre tasse (sui carburanti per esempio), malgrado ciò io continuo a ritenere che buttare tutte le spese dei privati nel pubblico e statalizzare ogni cosa sia la scelta sbagliata.¶ Per quanto riguarda la sanità italiana ti esorto a visionare un qualche grafico della spesa pubblica. Dal 2001 a oggi gli investimenti statali sono aumentati di diversi miliardi, peccato che tale aumento non fa nemmeno fronte all'inflazione, quindi de facto è un taglio alla spesa (di diverse decine di miliardi). Sul fatto che sia uno dei migliori, ci mancherebbe altro, malgrado il disastro che sta vivendo l'Italia è uno dei paesi del primo mondo. Ovviamente anche il sistema svizzero presenta molte pecche.
Thor61 2 anni fa su tio
Non guardare il "Calcolatore", guarda la tua (Se na hai una) busta paga, se poi sei un imprenditore è ovvio che le cifre cambino, ma ti ricordo che la maggioranza dei lavoratori sono dipendenti e come è ovvio che sia le trattenute non sono certo uguali, pertanto se sei un dipendente fai il conto delle detrazioni sulla busta paga e vedrai che la soglia supera il 30% abbondantemente, poi a fine anno RIPAGHI ancora le tassazioni e scopri che la somma da pagare è assai simile a quanto ti trattiene il datore di lavoro. Se avessi letto correttamente ho detto che i costi della sanità sono pagati dalle tasse, proprio come avviene da noi per molte altre cose, non la sanità ovviamente, ma che è poi la POLITICA, non solo quella italiana, con i suoi molteplici SPRECHI a fare i danni, in Italia è stata la cara UE, a trazione tudesch, a chiedere di "Risparmiare" sulla sanità, la stessa UE in cui il CF ci vorrebbe portare con l'accordo quadro e similie.
Mattiatr 2 anni fa su tio
A dire il vero non ho la mia busta paga sotto mano. Per calcolare le detrazioni ho preso il mio salario lordo da contratto e ho fatto il calcolo in base a quanto mi entra nel conto corrente. Per quanto mi ricordi dalle lezioni di economia di qualche anno fa il dato non variava molto dal mio risultato. Per quanto mi riguarda la sanità svizzera io rimango fisso sulla mia opinione. Prima ancora di sviluppare delle soluzioni, dovremmo avere ben chiaro il problema. Io per ''ristrutturare'' le mie finanze non ho cominciato con le conclusioni ma con le domande. Difatti sappiamo in che settori finiscono i soldi? Chi spende di più, ospedali pubblici o privati? Quali cure costano maggiormente, le sale operatorie o il pronto soccorso? ecc. L'ho vissuto sulla mia pelle, per risparmiare qualcosa (spendere meno) bisogna avere bene in chiaro le uscire, solo dopo si può pensare di tagliare o ottimizzare determinati settori. In ogni caso statalizzare, oppure fare una cassa malati unica porta a trasferire il problema dal privato al pubblico, non a risolverlo. Io non voterò mai a una soluzione campata per aria senza dati, prima pretendo che ci siano dei dati chiari. Diciamo che il mio pensiero permane, la politica dovrebbe puntare a fare chiarezza, non una futile battaglia ultrà fra gli schieramenti politici.
Thor61 2 anni fa su tio
Pretendere la chiarezza dai politici è come cercare l'elisir di lunga vita, IMPOSSIBILE!!! Anche il più pulito naviga nel torbo. La mia affermazione non voleva indicare che la Svizzera faccia schifo a livello sanitario, ma certamente nella realtà non siamo i primi, proprio come l'Italia non sia l'ultima, anzi!! Noi le TASSE le paghiamo 2 (DUE) volte, trattenute in busta paga prima e tasse a fine anno, e questo è un dato di fatto, NESSUNO paga solo una volta.
Summerer 2 anni fa su tio
Almeno si sa quanto costano le spese ospedaliere... vai in Italia sembra che tutto sia gratis e poi hanno la pensione a 100 euro al mese... si domandino il perché.
Mattiatr 2 anni fa su tio
Recentemente mi sono ritrovato a riflettere su questa questione. In Italia i lavoratori pagano in media il 40.5% del proprio stipendio in tasse, in Svizzera il 20%. Quindi il modello italiano, di sanità pubblica conviene veramente? In rapporto con gli stipendi sarebbe davvero conveniente? Io non ne sarei convinto, anzi io sarei più propenso ad aumentare la trasparenza nel settore, creando sistemi per analizzare i settori sanitari, invece che proporre sanità statale o casse malati uniche.¶ Per concludere faccio notare che in Italia le spese sanitarie sono state tagliate negli ultimi anni, eppure nessuno ha notato nulla. Non dirò mai che il sistema svizzero è quello perfetto, perché ci sono moltissime cose da migliorare, malgrado ciò rendere tutto statale (cassa malati unica) non sarà una soluzione, ma un altro pessimo sistema.
Clo 62 2 anni fa su tio
Solito titolo anti USA !!! Poi si scopre che paga l’assicurazione. Da noi invece le fatture per operazioni o cure intensive vanno direttamente alla cassa malati così “non ci manca il fiato” ma non sappiamo l’ammontare
tazmaniac 2 anni fa su tio
senza contare che una fattura così da noi, puoi essere assicurato quanto vuoi ma il 10% sarebbe a carico tuo e su quella cifra, anche il 10% non sono in tantissimi a poterselo permettere...
Summerer 2 anni fa su tio
puoi richiederla. E molto interessante. Ma la gente pensa ceh andare in ospedale deve costare niente... personale, medici e chirurghi sono gratis ovvio ;D
OCP 2 anni fa su tio
L'aliquota percentuale, vale a dire il 10% dei costi a carico dell'assicurato, ha un tetto massimo stabilito dal Consiglio federale come stabilito dalla LaMal. Attualmente ammonta ad un massimo di 700 franchi all’anno per gli adulti, mentre per gli assicurati minorenni è di un massimo di 350 franchi (oltre alla franchigia ovviamente). Quindi quello che hai scritto è sbagliato, perché non ci si informa prima di scrivere? ;-) Saluti e buona giornata.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO