KEYSTONE
Gli allievi di Atulie’er non dovranno arrampicarsi più sulla parete.
+2
CINA
15.05.2020 - 15:300

Questi bambini non dovranno più scalare una montagna per frequentare la scuola

La maggior parte degli abitanti di un famoso villaggio del Sichuan sono stati ricollocati

PECHINO - Ci sono anche gli abitanti di uno dei più isolati villaggi cinesi tra le migliaia di persone ricollocate dal governo cinese, come parte di un paio di lotta alla povertà.

I bambini di Atulie’er, nella provincia di Sichuan, erano diventati famosi in tutto il mondo perché erano costretti a salire e scendere lungo una ripida e molto pericolosa scala di rattan, vecchia di secoli, per andare e tornare da scuola.

Le fotografie che mostravano i piccoli che si arrampicavano sulla parete rocciosa di 800 metri avevano portato il governo a posizionare una scala metallica. Una conseguenza dell'improvvisa notorietà era stata la trasformazione del villaggio in un'attrazione turistica.

Ora il media statale CGTN afferma 84 residenti sono stati trasferiti in un nuovo complesso di appartamenti a una settantina di chilometri di distanza. «I miei figli non devono più arrampicarsi su e giù per studiare» ha dichiarato un residente, la cui moglie è nuovamente incinta. «Traslocare qui rende molto comodo andare in ospedale per le visite». Il trasferimento fa parte del piano nazionale per sradicare la povertà in Cina, ma non è gratuito: China Daily riporta che ogni individuo è chiamato a pagare 2500 yuan (poco meno di 350 franchi svizzeri).

Ad Atulie’er resteranno una trentina di persone, appunto per lavorare nella giovane industria del turismo locale.

 

KEYSTONE
Guarda tutte le 5 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-08 16:18:37 | 91.208.130.89