11 settembre, riapre la metropolitana del World Trade Center
Keystone
STATI UNITI
09.09.2018 - 09:000
Aggiornamento : 13:01

11 settembre, riapre la metropolitana del World Trade Center

Distrutta durante l'attacco del 2001 è tornata in funzione con un nome che ne ricorda passato e futuro: Wtc Cortlandt

NEW YORK - A 17 anni dalla tragedia delle Torri Gemelle ha riaperto la stazione della metropolitana che un tempo era ubicata sotto il World Trade Center, con esso completamente distrutta quel tragico 11 settembre del 2001. La linea 1 di New Yor potrà ora contare nuovamente su quella che era la fermata Cortlandt Street, ribattezzata oggi Wtc Cortlandt.

L’inaugurazione è avvenuta alle 12.00, ora locale, di sabato 8 settembre. Applausi e urla di gioia hanno accompagnato il passaggio del primo treno. In centinaia si sono recati a fotografare la nuova fermata che ora porta alla Freedom Tower, l'edificio principale del nuovo World Trade Center inaugurato nel 2014. Alle pareti della stazione spicca un mosaico dell'artista Ann Hamilton, con citazioni della Dichiarazione d'indipendenza americana e della dichiarazione Universale dei diritti dell'uomo.


Keystone

I lavori di ricostruzione e ristrutturazione da 182 milioni di dollari sono potuti iniziare solo nel 2015, dopo che sono stati portati a termine numerosi altri progetti nell'area. La difficoltà maggiore è stata costruire qualcosa al di sotto del manto stradale quando si era all’opera anche al di sopra, è stato spiegato dall'azienda che gestisce la metropolitana newyorkese. La MTA NYCT Subway ha anche garantito che la stazione può vantare le più alte tecnologie e la massima efficienza.

E il suo nome vuole proprio ricordare il passato e il futuro di questa fermata: la vecchia strada in cui era sorta nel 1918, la Cortlandt Street, e il complesso in cui è inserita ora, il nuovo World Trade Center. Si guarda al futuro.

Keystone
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-27 09:56:21 | 91.208.130.85