Cerca e trova immobili

MURALTOLe "Storie senza parole" di Monique Pilon

11.12.23 - 13:00
Le opere dell'artista québécoise, residente in Ticino da 10 anni, sono esposte presso la Galleria Menouno fino al 23 dicembre
GALLERIA MENOUNO
Le "Storie senza parole" di Monique Pilon
Le opere dell'artista québécoise, residente in Ticino da 10 anni, sono esposte presso la Galleria Menouno fino al 23 dicembre

MURALTO - La Galleria d'arte Menouno di Muralto ospiterà fino a sabato 23 dicembre "Storie senza parole", mostra dell'artista canadese Monique Pilon.

Di origine québécoise ma attiva e residente in Ticino dal 2014, Pilon crea delle opere che non impongono il proprio racconto allo spettatore, ma lo lasciano libero di cercarne il senso.

Spiega Dario Bianchi nella sua presentazione alla mostra: «Il linguaggio espresso da Monique Pilon attraverso le sue opere è a tutti gli effetti astratto, o perlomeno informale nel senso che il suo fare non presuppone un’idea di partenza da trasporre in immagine. Il suo intento narrativo non è tanto da intendere nell’accezione illustrativa bensì ciò che si manifesta sul supporto svolge piuttosto una funzione evocativa, funge da stimolo affinché chi guarda queste combinazioni eteree di colori a macchia, la cui stesura presenta non poche analogie con un testo poetico».

L'intera opera pittorica di Pilon, «a volte impalpabile, aperta sul piano esegetico, imbevuta di luminosità, spazialmente indeterminata , assume le caratteristiche di autentiche liriche.Ecco forse in questa specifica accezione va intesa la formulazione che funge da filo conduttore della mostra. Questi racconti senza parole, nella loro intrinseca bellezza, vanno riconosciuti percepiti e apprezzati per la loro evocativa potenzialità semantica in grado di procurare in noi un benessere psicofisico ma soprattutto sommuovere il nostro a volte anchilosato immaginario».

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE