Keystone
Il Museo Vincenzo Vela a Ligornetto
CANTONE
01.03.2021 - 13:000

La "Poesia del reale" riapre le sue porte

Torna visitabile l'esposizione inaugurata in occasione dei 200 anni dalla nascita di Vincenzo Vela.

LIGORNETTO - Interrotta dalla pandemia, la mostra "Vincenzo Vela (1820-1891). Poesia del reale", inaugurata lo scorso ottobre al Museo Vincenzo Vela di Ligornetto, riapre le sue porte il 2 marzo. Da domani, martedì, sarà possibile tornare a visitare l'esposizione allestita in occasione del bicentenario della nascita dell'artista nel rispetto delle disposizioni sanitarie emanate dalle autorità federali.

Si tratta, secondo gli organizzatori, di «un modo speciale per esplorare, a duecento anni dalla nascita di Vela, i circa 360 pezzi, tra cui 117 opere scultoree (modelli e bozzetti in gesso, terracotta, creta e cera, calchi in gesso e marmi), 199 fotografie, 37 disegni, 4 stampe d’arte e due oggetti che raccontano la vita, il percorso artistico e l’impegno politico e civile» dell'artista ticinese. La mostra si compone di dodici sezioni e presenta le due anime dello scultore: quella di artista innovativo e versatile e quella di cittadino impegnato e interessato al suo tempo «così da offrire al visitatore l’occasione unica per approfondire la conoscenza di Vela, su tutto l’arco della sua produzione, dagli esordi fino all’ultima realizzazione», si legge in un comunicato odierno. La seconda parte dell'esposizione è dedicata in particolare all’uso attento e precoce del mezzo fotografico da parte dello scultore.

Per la riapertura del Museo Vincenzo Vela è disponibile, in italiano e tedesco, sull'app smARTravel la guida "Poesia del reale", dedicata all’esposizione in corso curata dalla Direttrice del Museo, Gianna A. Mina, in collaborazione con Marc-Joachim Wasmer, storico dell’arte, e Thilo Koenig, storico della fotografia. «Questa nuova guida digitale va così ad arricchire il corposo catalogo digitale che il Museo Vincenzo Vela propone ai suoi visitatori grazie all’applicazione smARTravel, dove è possibile trovare anche la guida alla Collezione permanente e quattro itinerari tematici attraverso i luoghi che hanno visto protagonista Vela: Milano, Torino, il Canton Ticino e anche il bellissimo parco del Museo», scrive l'istituzione culturale del Mendrisiotto. «Una modalità innovativa per viaggiare e nutrirsi d’arte anche “a distanza” e per preparare in anticipo le proprie visite al Museo», conclude.

La mostra "Vincenzo Vela (1820-1891). Poesia del reale" rimarrà aperta fino al 5 dicembre 2021.

 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-16 02:23:04 | 91.208.130.85