Cerca e trova immobili

JAZZASCONAÈ la sera di China Moses

29.06.23 - 08:00
Torna il gospel di San Pietro e Paolo e poi da non perdere il sax di Nicole Johänntgen
JAZZASCONA
È la sera di China Moses
Torna il gospel di San Pietro e Paolo e poi da non perdere il sax di Nicole Johänntgen

ASCONA - Il ricco programma di giovedì 29 giugno a JazzAscona propone una prima highlight di peso già nel tardo pomeriggio con il tradizionale concerto gospel di San Pietro e Paolo, quest’anno affidato a Your Gospel Team, un premiato collettivo di artisti internazionali che si concentra sul gospel tradizionale afroamericano (ore 17 - Chiesa del Collegio Papio).

Fra i tanti concerti della serata, oltre a Davina & The Vagabonds (ore 22 - Stage Chiesa), segnaliamo due appuntamenti davvero unici e molto attesi.

A iniziare, alle 21.15 allo Stage Biblioteca, dal concerto di Nicole Johänntgen, sassofonista zurighese di spessore internazionale che ci presenterà il suo nuovo album, Henry III, ricco di groove e ritmi funkeggianti ispirati al jazz di New Orleans. «Nicole ha qualcosa di molto speciale nel suo modo di suonare: un cuore grande e generoso e un’energia eccezionale!» ha detto di lei il grande sassofonista americano David Liebman.

Sul palco principale (22.30 - Stage New Orleans) terrà poi banco il primo dei due concerti di China Moses, una delle voci più interessanti del jazz contemporaneo. Figlia di Dee Dee Bridgewater e del regista Gilbert Moses, China ha sfondato come solista all’inizio della passata decade ed è oggi abituata a calcare i grandi palcoscenici. Stasera la potremo ammirare in una formazione ad hoc guidata dal direttore della New Orleans Jazz Orchestra, Adonis Rose.
 
Per chi vuole tirar tardi c’è la jazz-world music di Dave Sharp Worlds Quartet feat. Don Hicks alle 24:00 alla New Orleans Terrace o la Jam Session alla Cambusa. Tutti i concerti, ricordiamolo, sono gratuiti. Posteggi gratuiti sono disponibili in via Lido a partire dalle 19.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE