Cerca e trova immobili

LUGANOPiccoli eventi «senza necessità di autorizzazione»

08.07.19 - 13:40
Una mozione di Luca Cattaneo e Rupen Nacaroglu corre in aiuto di esercenti e commercianti chiedendo di sostituire l’attuale regime con una semplice notifica
Tipress (archivio)
L’aggravio burocratico secondo i due consiglieri comunali è un problema ulteriore in questo momento di difficoltà generale per commercianti ed esercenti del centro cittadino.
L’aggravio burocratico secondo i due consiglieri comunali è un problema ulteriore in questo momento di difficoltà generale per commercianti ed esercenti del centro cittadino.
Piccoli eventi «senza necessità di autorizzazione»
Una mozione di Luca Cattaneo e Rupen Nacaroglu corre in aiuto di esercenti e commercianti chiedendo di sostituire l’attuale regime con una semplice notifica

LUGANO - I piccoli eventi, organizzati collateralmente da esercizi pubblici e commerci, costituiscono una parte importante della vita del centro città di Lugano. L’attuale regolamentazione però «non costituisce certo un incentivo» a favore degli organizzatori, scrivono in una mozione Luca Cattaneo e Rupen Nacaroglu, che chiedono di abbandonare l’attuale regime autorizzativo in favore di una semplice notifica.

«Le attività che i commerci e gli esercizi pubblici vorranno proporre dovrebbero sottostare al regime della semplice notifica, con un apposito modulo e senza necessità di autorizzazione da parte del Municipio. Il modulo sarà notificato sia alla Polizia Comunale che, congiuntamente, alla Divisione eventi e congressi», propongono i due consiglieri comunali PLR.

L’aggravio burocratico «inutile e dispendioso» per l’ottenimento delle autorizzazioni, sottolineano Cattaneo e Nacaroglu, è un problema che si somma al momento di difficoltà generale che stanno vivendo commercianti ed esercenti del centro cittadino.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Nicklugano 5 anni fa su tio
Sono cent'anni che chi ha tempo per grattarsi la pancia inventa un nuovo formulario, a condizione di essere poi incaricato di controllarlo: salva il cadreghino e rende indispensabili...

Mattiatr 5 anni fa su tio
Secondo me, essendo che Lugano pian piano sta diventando una grande città, andrebbe fatto un piano delle zone. Una specie di piano regolatore ma concernenti dei limiti, per esempio nelle zone centrali il limite orario per i locali cambierebbe rispetto alle zone residenziali, ...

Ecthelion 5 anni fa su tio
Bravissimi, giusto così. Occorrerebbe intervenire anche a livello cantonale.
NOTIZIE PIÙ LETTE