Risse e degrado nel weekend della pensilina
tio/20min
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
1 ora
PubliBike, la rete Mendrisiotto-Basso Ceresio è quasi completa
Assieme alla rete Lugano-Malcantone diventa la terza in Svizzera per grandezza
CANTONE
1 ora
Covid in Ticino, 26 casi e ricoverati stabili
Non ci sono nuovi decessi né nuove quarantene di classe. Fermi a quota 18 gli ospedalizzati.
FOTO
CANTONE
2 ore
La scuola come laboratorio per un futuro sostenibile
Il 23 ottobre ritorna la Giornata di educazione allo sviluppo sostenibile organizzata dal DT e dal DECS.
GIORNICO
2 ore
Si torna a correre anche in Leventina
Questo sabato si svolgerà la corsa delle sette chiese di Giornico.
MENDRISIO
2 ore
Fiera di San Martino annullata: «Non vi erano altre alternative?»
Il Gruppo Lega-UDC-UDF interroga il Municipio sulla decisione di cancellare la manifestazione anche per quest'anno.
FOTO
BELLINZONA
3 ore
È stata un'estate complicata per gli animali selvatici
Tra aprile e fine agosto la Spab ha dovuto soccorrere un «numero impressionante» di bestiole in difficoltà.
BELLINZONA
5 ore
Forse c'è la svolta per i due "mostri"
Palazzine lasciate a metà in Viale Olgiati: tutto fermo da inizio 2019. Proprietaria vicina alla cessione del progetto.
CANTONE
5 ore
Aghi, inchiostro e quel vuoto (formativo) da colmare
Per diventare tatuatore a oggi non esiste alcuna formazione regolamentata e ufficialmente riconosciuta.
CANTONE
12 ore
La ristorazione chiede chiarezza
Il settore confrontato con l'obbligo del certificato Covid è preoccupato per il futuro
FOTO
BREGGIA
17 ore
Gli alberi stanno tornando in piazza
Le piante erano state rimosse lo scorso marzo per i lavori di valorizzazione a Cabbio
MENDRISIO
19 ore
Si getta ancora la spugna, niente Fiera di San Martino
La tradizionale fiera di novembre non avrà luogo per il secondo anno di fila: «Decisione sofferta, ma obbligata»
CANTONE
20 ore
Le ultime tappe della vaccinazione on the road
Ecco i nuovi appuntamenti, anche in farmacia. Nel frattempo il 66% dei ticinesi ha ricevuto almeno una dose
LUGANO
20 ore
Oltre 7'200 veicoli controllati durante "Bimbi sicuri"
La maggioranza degli utenti della strada si comporta con prudenza, ma c'è qualche eccezione...
LOCARNO
20 ore
Salute, la riabilitazione fa tappa a Locarno
Studiosi e specialisti della medicina riabilitativa in simposio venerdì
MENDRISIO
20 ore
Nuova linfa per la microbiologia ticinese
Il nuovo Istituto della SUPSI sarà attivo in seno al Dipartimento ambiente costruzioni e design.
CANTONE
21 ore
Lavori di pavimentazione tra i Mulini di Piandera e Maglio di Colla
Il tratto di strada cantonale sarà chiuso il prossimo 2 ottobre dalle 7.30 alle 18.
FOTO
LUGANO
22 ore
Tre quartieri, duemila presenze
Teatro della manifestazione la nuovissima corte del Campus Est a Viganello.
MASSAGNO
22 ore
Ecco i vincitori del concorso di Scollinando
Venti fortunati partecipanti alla manifestazione di fine giugno sono stati premiati negli scorsi giorni a Massagno.
LUGANO
23 ore
Arresto "da film" sul lungolago: erano due truffatori
Le due persone fermate giovedì scorso sono sospettate di aver tentato una truffa di tipo "rip-deal".
LUGANO
1 gior
Di corsa (ma anche camminando) in vetta al San Salvatore
Dopo 15 anni ieri si è tenuto il San Salvatore Trail, aperto anche agli amanti del walking popolare.
CANTONE
1 gior
Un weekend con 38 contagi
Le strutture sanitarie accolgono 18 pazienti con sintomi gravi della malattia. Sei si trovano in cure intense.
CANTONE
1 gior
Smaltire i rifiuti costerà meno
Dal primo gennaio 2022 il Cantone ha previsto una riduzione di dieci franchi per ogni tonnellata smaltita dai Comuni.
LUGANO
01.12.2020 - 06:000
Aggiornamento : 13.12.2020 - 11:11

Risse e degrado nel weekend della pensilina

Il Comandante Roberto Torrente: «Con i locali chiusi si ritrovano lì anche in 300. In barba alle norme anti covid»

Diverse le zuffe che la polizia si è trovata a sedare solo nel fine settimana. Le Autorità, ora, vaglieranno strategie adeguate.

LUGANO - Effetti collaterali del covid verrebbe da dire. O meglio, delle norme anti coronavirus. Sì, perché il capannello di giovani e giovanissimi che la sera va formandosi nei pressi della pensilina di Lugano, sembra proprio figlio (non voluto) delle restrizioni in atto. Con tutti i problemi che ne conseguono, come mostra un video (in allegato) che per breve tempo ha fatto la sua comparsa in rete prima di essere rimosso. 

Qui si vedono diversi agenti della Polizia di Lugano fronteggiare dei giovani. Uno di questi viene tenuto a terra, mentre un altro viene allontanato con degli spintoni. Proprio lo spintone di uno degli agenti fa letteralmente volare al suolo il ragazzo. Il video poi si interrompe. 

«Diverse risse da sedare» - «Questo fine settimana la polizia è dovuta intervenire per sedare diverse risse», ci spiega al telefono il Comandante della polizia cittadina, Roberto Torrente. Che conferma una situazione di disagio e degrado ormai consolidata: «Con la chiusura anticipata degli esercizi pubblici alle 23 - sottolinea -, la pensilina sta diventando un punto d’aggregazione dei giovani. Soprattutto nell’orario dell’ultimo bus, che viene preso per tornare a casa». 

Una conseguenza delle norme anti covid, insomma, certamente non prevista. E alla quale si sta cercando di correre ai ripari, come assicura Torrente: «Abbiamo constatato, nostro malgrado, un’elevata concentrazione di giovani in quella zona. E non tutti sono lì ad attendere il bus. Tra le 23 e mezzanotte e mezza, arrivano a picchi di 250/300. E in molti disattendono le normative che prevederebbero mascherina e distanze. Ciò ha imposto un’analisi approfondita della situazione e una pianificazione di strategie adeguate che, in collaborazione con la Polizia Cantonale, presto sottoporremo all’attenzione del Municipio per essere approvate». 

In merito all’intervento del quale il video mostra alcuni secondi, Torrente conclude: «I nostri uomini sono intervenuti per sedare una rissa. In questi casi si applicano tutte le misure necessarie secondo il principio della proporzionalità. Se è il caso, anche per proteggere sé stessi. Nello specifico il poliziotto si è trovato a dover rispondere a un ragazzo aggressivo che non voleva calmarsi e che, inoltre, reagiva fisicamente contro il poliziotto. E lo ha fatto solo allontanandolo. Con uno spintone. Quindi rispettando il principio della proporzionalità».

Tio / 20 minuti
Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
vulpus 10 mesi fa su tio
La soluzione è molto semplice: le dichiarazioni alla stampa servono a poco: coscienti di questa situazione, non c'é che far affluire un numero superiore di agenti in zona , ben conoscendo gli orari critici. Non è necessario manganellare o il pugno duro. l'autorità marca presenza con un numero adeguato di agenti.
Rusky 10 mesi fa su tio
ma i genitori dove sono ?!
Tato50 10 mesi fa su tio
@@@ Tiziano Calvi !!! Pugno duro e basta poi il Procuratore Pagani li condanna per uso della forza 10 mesi con la condizionale e 2000 franchi di torto morale. Ecco perché fanno quello che vogliono e la Polizia interviene con sistemi "soft" sino a quando a uno "gireranno" perché stufo di ricevere insulti e sputi e toglierà la pistola a 13 colpi dalla fondina . Manca poco e spero di essere cattivo profeta ;-((
Jenaplynski 10 mesi fa su tio
Legnat in crapa a lor e po ai so gent fin quando i frigna come neonati, lozza da gent... percentual da stranieri in quescti ammassi da letam?
Dibbio 10 mesi fa su tio
Disagio sociale!
Liam 10 mesi fa su tio
Ma hai visto chi ha spinto? BEN DUE DONNE di cui una fatta cadere atterra, e lei pensa che non si ha da ridire?!
Tato50 10 mesi fa su tio
@Liam E allora, dove sta il problema ? La famosa parità tanto rivendicata è stata messa in atto e non sai cosa può aver detto o fatto tanto che è tornata alla carica-((
Zico 10 mesi fa su tio
@Liam e lei pensa che la gente educata di Lugano non abbia niente da ridire contro questi giovani cialtroni? oppure crede che il mondo debba andare avanti così, con giovani che possono fare quello che vogliono e lgli altri a sopportarli?
Diablo 10 mesi fa su tio
Come é cambiata questa cittá...anni fa non sarebbero durati nemmeno due minuti questi pischelli a Lugano, altro che "gang" "bronx" ..due schiaffi (e non dalla polizia) rimessi al loro posto muti e con le orecchie basse ed a casa altri due schiaffi da papá e mamma
ugo202230 10 mesi fa su tio
Trovassero da fare, ci sono molte persone ed enti bisognosi, diano una mano. Basta difendere chi non ha rispetto, si sentono invulnerabili come lo eravamo noi da giovani, ma non ci siamo mai permesso tanto, le regole dovevano essere rispettate, inoltre non avevamo un soldo in tasca, ma ci siamo sempre divertiti nel rispetto delle persone e sopratutto dei genitori. La famiglia aveva un valore
Güglielmo 10 mesi fa su tio
Bronx Bronx.... questi se li metti nel Bronx ma quello vero... durano una 30na di minuti poi cambiamo trasmissione... chi l'ha visto..!?
Diablo 10 mesi fa su tio
@Güglielmo questi sono solo parole su instagram con i loro mezzi capi firmati..nulla piú
ugo202230 10 mesi fa su tio
Trovassero da fare, ci sono molte persone ed enti bisognosi da aiutare, provino a darsi da fare. Basta difendere chi non ha rispetto, si sentono invulnerabili come ci sentavamo noi da giovani, ma non ci siamo mai permessi tanto, le regole dovevano essere rispettate, inoltre non avevamo un soldo in tasca, ma ci siamo sempre divertiti nel rispetto della famiglia e delle persone. Questa è la mia opinione, poi ci si può anche sbagliare.
Güglielmo 10 mesi fa su tio
dov'è finito il mio post? non degno di essere pubblicato perché sostiene gli agenti e il loro operato proporzionale?
gp46 10 mesi fa su tio
Non giustifico in alcun modo il comportamento aggressivo dei ragazzi, ma vorrei soffermarmi sui problemi che stanno a monte di tutto questo degrado. Spesso si parla della mancanza o noncuranza dei genitori nei loro confronti: tralasciando quelle coppie che lavorano entrambi per concedersi la seconda macchina, le vacanze 2-3 volte all'anno e chi piu' ne ha piu' ne metta, purtroppo nel mondo di oggi molte coppie sono costrette a lavorare per arrivare a fine mese in maniera decente, lasciando i ragazzi spesso soli e abbandonati a sé stessi per causa di forza maggiore. Una delle conseguenze é vederli costantemente attaccati agli smartphone nei cosiddetti "social media", che di sociale hanno ben poco. Vogliamo parlare delle loro prospettive? Io pago la cassa pensione da 35 anni, ed un paio di franchetti si sono accumulati nel frattempo. La maggior parte delle aziende "moderne" cosa fa? Assume solamente personale al 50%, proprio per non dover pagare i contributi sociali, ed io mi chiedo quando questi ragazzi cominceranno a versarli, tali contributi, forse quando avranno quarant'anni? Quelli di loro che si soffermano a pensare a queste problematiche non credo vedano un futuro tanto roseo davanti, e le conseguenze purtroppo le vediamo giornalmente in comportamenti inappropriati. Se negli anni '80 mi fossi licenziato dal mio ancora attuale datore di lavoro, una settimana dopo ne avrei già trovato un altro, oggi non é piu' cosi'. Ripeto, non li voglio giustificare per il loro abuso di alcool e stupefacenti, e non voglio neppure metterli tutti nello stesso calderone, anche perché la mia generazione una qualche birretta di troppo ed un qualche spinello se l'é fatta, fatto sta che il mondo di oggi non aiuta i ragazzi ad avere prospettive molto rassicuranti...
dan007 10 mesi fa su tio
Basta lasciate alla polizia il pieno potere bisogna insegnare l’educazione a questi giovani
don lurio 10 mesi fa su tio
La polizia prima di intervenire chiamare sul posto i socialisti, comunisti verdi : Loro sicuramente hanno una soluzione pacifica. In seguito prima di intervenire chiamare sul posto l'ambulanza intervenire energicamente senza guardarli in faccia . In seguito rilevare , identificari e chiamare i loro genitori . Tutti gli interventi e danni provocati alla comunità farli pagare dai socialisti comunisti e genitori.
Pongo 10 mesi fa su tio
comunque quelli che dicono che "la nostra generazione aveva rispetto delle autorità" sono quelli che hanno vissuto nel 68 o ai tempi delle brigate rosse LOL
Pongo 10 mesi fa su tio
hahaha il tipo lì è volato via, l'hanno ritrovato ad Agno
Evry 10 mesi fa su tio
solamente VERGOGNOSO, ma la Polizia, dalla quale ci si aspetta un contributo per la sicurezza, di notte dorme... o i responsabili non hanno ancora percepito la situazione, auguri per un presto adeguamenmto
ctu67 10 mesi fa su tio
É cosi ad essere troppo buoni... Se ne approfittano... Purtroppo gli scapaccioni non dati fanno male anni dopo!!
Güglielmo 10 mesi fa su tio
Agenti! siamo con voi! usate il principio della proporzionalità sennò i progressisti vi mettono in croce... ma usatela tutta però.....
Gnall 10 mesi fa su tio
Usare degli idranti per disperderli,con queste temperature si calmano subito
ceresade36@gmail.com 10 mesi fa su tio
Fa certamente schifo anche quello bar ci sino solo gente scandalosa bevono e fano faldoria È un cativo esempio per i turisti e bambini gia che questo paese bisogna averne regule giuste cominciamo della pinsilina sembra un posto del trerso mundo🤑😡
cle72 10 mesi fa su tio
Siamo stati tutti giovani e ci siamo ubriacati o abbiamo alzato il gomito. Ma mai e poi mai abbiamo fatto quanto stanno facendo parecchi giovani. Vedere al denner flotte di giovani con birre e super alcolici alle 18.00 e triste e preoccupante. Il covid non è il problema, questo succedeva prima e succederà anche dopo. Purtroppo l'educazione e venuta meno, la tecnologia ha allontanato lo stare insieme e i genitori lasciano i figli a giocare, chattare, isolati in un mondo superficiale. Il vero problema è la mancanza del contatto genitore e figlio. Manca il passaggio dei fondamentali, dialogo, ascolto e rispetto.
Pongo 10 mesi fa su tio
@cle72 eh sì meglio la generazione dell'eroina e delle brigate rosse, loro avevano rispetto
lollo68 10 mesi fa su tio
@cle72 Io non avevo i soldi per poter bere! Quando andavo in discoteca pagavo i CHF 10.-- dell'entrata che aveva una bibita analcolica inclusa. Non bevevo altro e pure quando ho iniziato a lavorare mi è rimasta questa abitudine. L'alcool è diventato un divertimento per i giovani e questo è triste. Forse hanno troppi soldi a disposizione! Uno può educare i figli al meglio, ma le amicizie influenzano tanto già a partire dal linguaggio.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-28 11:46:02 | 91.208.130.86