Archivio Tipress
CANTONE
15.06.2020 - 11:490

Dati UBS alla Germania: processo rinviato

L'imputato - già condannato in primo grado - non si è presentato. Si torna in aula ad agosto

BELLINZONA - È stato rinviato ad agosto il processo d'appello al Tribunale penale federale (TPF) di Bellinzona nei confronti di un ex dipendente UBS, condannato nel 2019 a 40 mesi di carcere per aver rubato e venduto dati bancari alla Germania. L'uomo non si è presentato in aula.

La Corte penale del TPF nel gennaio del 2019 aveva ritenuto l'uomo, ora quarantasettenne, colpevole di spionaggio economico aggravato nonché riciclaggio di denaro. È inoltre stato condannato per detenzione illegale di munizioni, trovate durante una perquisizione domiciliare.

L'uomo - un banchiere di nazionalità svizzera che lavorava all'UBS di Basilea e che nel frattempo si era trasferito in Germania - è invece stato scagionato dall'accusa di violazione del segreto commerciale e bancario, perché la consegna dei dati è avvenuta all'estero.

Già il processo in primo grado si era svolto in assenza dell'imputato, che si trovava allora in Germania. Anche la moglie, che doveva essere ascoltata come persona chiamata a dare informazioni, non si era presentata e la polizia l'aveva cercata invano.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-11-29 11:41:03 | 91.208.130.87