Cerca e trova immobili

CANTONE/SVIZZERAAumenti cassa malati, «un meccanismo di compensazione per i Cantoni con più anziani»

28.09.23 - 13:37
La richiesta, sotto forma di mozione è del consigliere nazionale della Lega dei Ticinesi, Lorenzo Quadri
Ti-Press
Aumenti cassa malati, «un meccanismo di compensazione per i Cantoni con più anziani»
La richiesta, sotto forma di mozione è del consigliere nazionale della Lega dei Ticinesi, Lorenzo Quadri

BERNA - Gli incrementi dei costi per le casse malati continuano a far discutere. E così il consigliere nazionale della Lega dei Ticinesi, Lorenzo Quadri ha deciso di presentare una mozione al Consiglio Federale per chiedere un meccanismo di compensazione, in materia di premi di assicurazione malattia, che sostenga i Cantoni con la popolazione più anziana.

Questo il ragionamento alla base della richiesta: 

«Nei giorni scorsi sono stati resi noti gli aumenti dei premi di cassa malati per l’anno 2024. La situazione sembra ormai fuori da ogni controllo. Per il Ticino è annunciata un’impennata del 10.5%, la più elevata della Svizzera. Trattandosi di un aumento medio, è evidente che tanti cittadini si troveranno confrontati con un salasso ben maggiore. Il Ticino è tra i Cantoni con i premi di cassa malati più elevati malgrado gli stipendi, a causa della libera circolazione delle persone, siano i più bassi del Paese, ed esposti a una continua pressione al ribasso», questo l'incipit del ragionamento.

«A giustificazione dell’aumento del 10.5% per l’anno prossimo viene invocato l’invecchiamento della popolazione. A tal proposito va però rilevato che parte della popolazione anziana (“cattivi rischi”, secondo il gergo degli assicuratori malattia) residente in Ticino è composta da pensionati provenienti da altri Cantoni che decidono di trascorrere la vecchiaia a sud delle Alpi. Parimenti, un numero crescente di giovani ticinesi (“buoni rischi”) lasciano il Ticino e si trasferiscono oltre Gottardo alla ricerca di migliori prospettive occupazionali, sempre in seguito dei danni che la libera circolazione delle persone ha arrecato al mercato del lavoro ticinese», prosegue il documento.

Per tenere conto di questo doppio fenomeno (arrivo di anziani e partenza di giovani) «che penalizza il Ticino anche sotto il profilo dei premi dell’assicurazione malattia, è necessario un meccanismo di compensazione con i Cantoni di provenienza degli anziani che si trasferiscono in Ticino, rispettivamente con quelli di destinazione dei giovani ticinesi», la conclusione.

 


Lorenzo Quadri

Consigliere nazionale

Lega dei Ticinesi

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE