Cerca e trova immobili

CANTONEIl Ticino e l'immagine sbiadita dell'apprendistato

20.02.23 - 12:00
Occorre cambiare rotta per valorizzare la scelta di tipo formativo-professionale, perché oggi è il mercato del lavoro a chiederlo
Fill-Up Lugano
Il Ticino e l'immagine sbiadita dell'apprendistato
Occorre cambiare rotta per valorizzare la scelta di tipo formativo-professionale, perché oggi è il mercato del lavoro a chiederlo

LUGANO - Dallo Stato alle associazioni professionali. È compito di tutti lavorare per la rivalutazione e la percezione che la società ha dell'apprendistato. Una missione - quella di rendere più attrattivo il diploma di apprendista - che mai come in questo momento di personale qualificato carente assume un'importanza non più procrastinabile nel tempo.

I numeri della ricerca - Inutile negarlo, in Ticino, come generalmente nei Cantoni latini, la formazione professionale viene snobbata, colpevolmente ritenuta una scelta formativa di seconda lega. E a confermarlo - secondo uno studio realizzato da Fill-up, prima realtà aziendale privata a sostegno dell'intero comparto formativo - sono i numeri.

Nel nostro Cantone 3,915 persone hanno intrapreso la via della formazione professionale nel 2022: il 36% provenienti dalla 4a media (1,389) e il restante 64% da altri percorsi (2,526). Cifre che, secondo Fill-up, confermano che «chi ha requisiti scolastici – magari anche minimi – tenta la strada degli studi superiori», nonostante che «le probabilità di successo siano ridotte al lumicino».

E ancora, quanto ai dati, il 47% (1,401) dei giovani che scelgono la formazione professionale seguono anche una scuola a tempo pieno, il che sta a significare che non si ha piena fiducia in un apprendistato in azienda. 

Cosa fare per invertire la rotta - Urge dunque, secondo gli esperti, intervenire nella promozione e sensibilizzazione dell'intera società: dai ragazzi, alle famiglie, fino alle aziende e alle associazioni professionali. Modificando - o meglio - sostituendo l'associazione mentale di apprendistato uguale dimensione socio-educativa con quella - più attrattiva - di realtà funzionale all'economia, al mercato e alla spendibilità della scelta in prospettiva dell'immediato futuro.

Inoltre, in un comunicato, gli esperti di Fill-up ritengono il sistema Ticino "responsabile" nel considerare l'apprendistato esclusivamente come un mezzo per «garantire pari opportunità e conoscenze generali a tutti i giovani», tralasciando invece il fine ultimo da perseguire: quello di «assicurare l’accesso al mercato del lavoro e soddisfare la domanda di lavoratori qualificati». Quest'ultimo aspetto, certamente, andrebbe a "invogliare" maggiormente genitori e figli a intraprendere la scelta formativa dell'apprendistato, in vista di maggiori chance nell'accesso al mercato del lavoro.

«Il valore aggiunto dell'apprendistato» - Il coretto cambio di strategia, nell'interesse della futura produttività del Cantone, non passa dunque nel trasformare il diploma di apprendista in una laurea ma nel «concentrarsi sul valore aggiunto che l'apprendistato offre ai futuri professionisti - uno su tutti l'acquisizione delle tanto ricercate competenze trasversali - e le molteplici opportunità di sviluppo della propria carriera professionale». A partire dalla corretta comunicazione verso studenti e aziende, alla ricerca di giovani apprendisti.

 

COMMENTI
 
APR-DRONE 3 mesi fa su tio
Consiglio spassionato, fate fare ai vostri figli , alla conclusione della 4 media, l’11esimo anno scolastico fuori cantone. Ad esempio a Coira oppure Samedan con un anno scolastico preparatorio bilingue italiano/tedesco. Vi saranno grati per TUTTA LA VITA !!! Non è impossibile, non si deve essere dei GENI e neppure avere le medie del 5 o del 6 Dopo 6 mesi via di casa sanno + tedesco di quello che potranno MAI imparare in Ticino. Se il ragazzo/za si impegna trova pure un posto di apprendistato e studia altri 3 / 4 anni di là e trona formata con tanto di perfetto Tedesco. Opportunità di lavoro future moltiplicate per 1000. SVEGLAITEVI TICINESI
APR-DRONE 3 mesi fa su tio
* torna ..... * SVEGLIATEVI
M70 3 mesi fa su tio
ma se un ticinese non trova neppure un apprendistato! il lavoro poi é un sogno!!
Lorenzo onderka 3 mesi fa su tio
Sapete che a molti apprendisti che superano gli esami viene poi chiesto di dequalificarsi per entrare nel mondo del lavoro? E si, i salari per diplomati sono più alti che per non diplomati. Vergognoso vero? Questo capita in diversi settori, come le costruzioni e la ristorazione. E il Governo sta a guardare…
APR-DRONE 3 mesi fa su tio
Confermo, avendo un profilo altro con esperienze pregresse importanti per trovare lavoro in Ticino, su consiglio di HR importanti si è dovuto “SFOLTIRE” il curricula e ridurre di 1’500/1'800 CHF/mese il salario. ASSURDO !!! Quindi addio Ticino…..
Simo77 3 mesi fa su tio
Ah si??!! E poi c'è coop che si fa tanta pubblicità per invogliare i giovani a fare l'apprendistato presso i suoi negozi ma... in realtà non assume nessuno che non abbia un alto profilo! Se non hai la media del 5,5-6 puoi scordarti di venir selezionato. senta che da coop poi devi diventare un dirigente
Net21 3 mesi fa su tio
«chi ha requisiti scolastici – magari anche minimi – tenta la strada degli studi superiori», nonostante che «le probabilità di successo siano ridotte al lumicino». Quindi se le scuole medie indirizzassero a dovere... Magari assegnando qualche 3.5 dove ci vuole... Invece...Via i livelli! Evviva
Adegheiz 3 mesi fa su tio
Dopo i docenti si beccano i ricorsi. E anche nel professionale fanno così. Tanto alla fine agli esami boccia il 30%
NOTIZIE PIÙ LETTE