Cerca e trova immobili

CANTONEFarine, broccoli e finocchi. Nulla da temere

19.07.22 - 17:31
Il Laboratorio cantonale, come di consueto, ha svolto analisi utili a rintracciare elementi dannosi negli alimenti.
deposit
Farine, broccoli e finocchi. Nulla da temere
Il Laboratorio cantonale, come di consueto, ha svolto analisi utili a rintracciare elementi dannosi negli alimenti.
In questo caso gli esiti sono stati rassicuranti: tutti i prodotti controllati erano conformi.

LUGANO - La "lente" del laboratorio cantonale è tornata a indagare sulla qualità dei prodotti alimentari destinati alle nostre tavole. I risultati? Questa volta tranquillizzanti.

Micotossine, metalli e metalloidi nelle farine - Una analisi in tal senso è stata svolta recentemente per verificare il rispetto dei valori limite di micotossine* e metalli pesanti** nei prodotti della macinazione dei cereali.

In totale, sono stati analizzati 20 campioni di farine di riso, farine per polenta, frumento, segale o miscele di diverse origini. Tutti i campioni esaminati hanno esibito tenori di micotossine (aflatossine, ocratossina A e deossinivalenolo) nella norma e pertanto conformi. Anche i metalli investigati sono risultati ampiamente al di sotto dei rispettivi limiti stabiliti dall’Ordinanza sui contaminanti.

Sostanze chimiche in broccoli e finocchi - Il Laboratorio cantonale si è quindi chinato alla ricerca di residui di sostanze chimiche usate per la protezione delle coltivazioni, i cosiddetti antiparassitari o pesticidi, nella verdura reperibile in commercio.

Fortunatamente sono risultate essere conformi anche tutte le analisi svolte sui 22 campioni di broccoli (13) e finocchi (9) di diverse origini, freschi e surgelati prelevati da importatori, grossisti e dalla vendita al dettaglio.

Undici di questi, tra i quali tre di produzione biologica, sono risultati esenti da residui, mentre nel 55% sono state rilevate tracce quantificabili (>10 μg/kg) di uno o più residui di prodotti fitosanitari.

 

*Le micotossine sono sostanze prodotte da funghi, in particolare muffe, sulle piante in campo o durante lo stoccaggio. Queste possono avere effetti tossici acuti e cronici sugli esseri umani e gli animali se ingerite.

**Il contenuto di metalli quali ad esempio il cadmio, il piombo e l’arsenico, è invece influenzato da molteplici fattori ambientali.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE