Immobili
Veicoli

CANTONELa balneabilità di fiumi e laghi ticinesi è (sempre) buona: lo certifica il Laboratorio cantonale

25.08.21 - 14:52
Tutto bene negli 84 punti di monitoraggio: «Le acque ticinesi sono costantemente su alti livelli di qualità».
Laboratorio cantonale
La balneabilità di fiumi e laghi ticinesi è (sempre) buona: lo certifica il Laboratorio cantonale
Tutto bene negli 84 punti di monitoraggio: «Le acque ticinesi sono costantemente su alti livelli di qualità».
Piccolo problemino per il bacino sud del Ceresio dove hanno iniziato a spuntare le alghe: «A titolo precauzionale si sconsiglia la balneazione in presenza di ammassi galleggianti molto vistosi e di color verde».

BELLINZONA - Si conferma sempre buona la qualità dell'acqua di balneazione nei laghi e fiumi ticinesi. Lo certifica il Laboratorio cantonale nella sua newsletter periodica, dopo aver effettuato il consueto (e obbligatorio) controllo durante la stagione balneare che va da giugno a settembre.

84 punti di controllo - Ad agosto il Laboratorio ha prelevato e analizzato l'acqua in 84 punti di monitoraggio presenti sui laghi Verbano, Ceresio e Astano nonché sui corsi d'acqua Ticino, Moesa, Verzasca e Maggia. «I risultati di questa serie - precisa il Laboratorio - confermano come le acque di balneazione in Ticino siano costantemente su alti livelli di qualità».

Fioritura algale nel Ceresio - E questo benché nelle ultime settimane sul Lago di Lugano - in particolare nel bacino sud - hanno iniziato a comparire delle alghe. «Le analisi effettuate - in collaborazione con la Supsi - hanno confermato la presenza di cianobatteri appartenenti al genere Microcystis. Si tratta - precisa il Laboratorio - di batteri fotosintetici naturalmente presenti nel lago in grado di produrre tossine che, se presenti in alte concentrazioni, possono indurre reazioni allergiche cutanee, sintomi gastrointestinali ed effetti epatotossici».

Attenti al cane - La propagazione di questa alga è stata favorita da condizioni meteo favorevoli. «A titolo precauzionale - conclude il Laboratorio - è sconsigliata la balneazione e far fare il bagno ai propri animali, rispettivamente farli abbeverare nelle zone di lago interessate dalla fioritura algale. Queste sono caratterizzate dalla presenza di ammassi galleggianti molto vistosi di colore verde. In prossimità degli ammassi possono essere presenti anche schiume o masse filamentose».

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE