Immobili
Veicoli

LUGANOLa foce resta aperta, ma non per gli oggetti pericolosi

01.04.21 - 18:39
Assieme al rafforzamento dei controlli di polizia, la misura viene introdotta a causa dell'aumento degli assembramenti
Tipress
La foce resta aperta, ma non per gli oggetti pericolosi
Assieme al rafforzamento dei controlli di polizia, la misura viene introdotta a causa dell'aumento degli assembramenti
Per oggetti pericolosi si intendono anche le bottiglie di vetro, come si legge in una nota della Città

LUGANO - Anche durante le vacanze di Pasqua si potrà accedere agli spazi della Foce di Lugano. Ma soltanto se non in possesso di oggetti pericolosi. Lo fa sapere la Città di Lugano, che introduce tale misura a causa dell'aumento degli assembramenti nel weekend e in previsione delle festività pasquali. Si parla anche di un rafforzamento dei controlli di polizia e di azioni di sensibilizzazione nelle aree più animate del centro.

Per oggetti pericolosi si parla per esempio di bottiglie di vetro: «I cocci di bottiglia, anche di piccoli dimensioni, rappresentano infatti un pericolo per i numerosi frequentatori della foce, in particolare i più piccoli» si legge in una nota. Sarà quindi possibile portare con sé solo bevande in bottiglia di PET oppure in lattina.

Il ponticello che collega il Parco Ciani alla foce sarà inoltre chiuso al pubblico a partire da domani (venerdì), dalle 20 alle 8.

L'obbligo d'indossare la mascherina nelle aree pubbliche più frequentate e a rischio di assembramento (stazione, centro storico, lungolago compresa la Foce) sarà in vigore dal 2 all’11 aprile, dalle 10 alle 19. È fondamentale rispettare queste norme a tutela dell'intera popolazione. La Città richiama l’attenzione dei cittadini e dei turisti al rispetto delle disposizioni cantonali
e federali volte a limitare la propagazione del virus Covid-19.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO