Immobili
Veicoli

LUGANOPolo sportivo e degli eventi: la Commissione ha trovato un accordo

16.03.21 - 12:49
Le varie visioni sono converse in un unico rapporto di maggioranza, che include i socialisti
TiPress - foto d'archivio
Polo sportivo e degli eventi: la Commissione ha trovato un accordo
Le varie visioni sono converse in un unico rapporto di maggioranza, che include i socialisti
I rapporti non saranno quindi tre, come ci si poteva aspettare, ma due.

LUGANO - A Lugano non si parla d'altro (o quasi), anche in considerazione della campagna elettorale. Ma anche perché le visioni sono molte, così come i punti controversi. Oggi, però, la Commissione della Gestione e Edilizia informa di essere riuscita a trovare «una soluzione condivisa» convergendo in «un unico rapporto» di maggioranza sul progetto di Polo sportivo e degli eventi (PSE) che riguarda il comparto di Cornaredo e la creazione di un centro sportivo al Maglio.

Si tratta «del frutto di un lavoro comune, reso possibile dalla serietà nell’approcciare il tema e dal notevole impegno dei commissari coinvolti», si legge nel comunicato stampa. Un rapporto «che coniuga le visioni» di tutti, a cui sono giunti tenuto conto di «un’ampia condivisione sui punti d’attenzione emersi su questo complesso dossier, dell’apertura manifestata dal Municipio sui suddetti punti e del parere giuridico a favore della sostenibilità della formulazione proposta».

In particolare, la novità è l'intesa raggiunta con il gruppo PS-PC, che aveva avanzato "sette punti" fondamentali per eventualmente appoggiare il progetto. Questioni su cui - ci spiega Lorenzo Beretta Piccoli (PPD) - «il Municipio si è dimostrato molto aperto» e c'è stata ampia condivisione. Ecco che dopo un grosso lavoro si è giunti alla formulazione di un rapporto congiunto. Questo vuol dire che la sinistra non farà il suo rapporto ma aderirà a quello di maggioranza. I rapporti sul messaggio del PSE non saranno quindi tre, come si poteva immaginare, ma uno di maggioranza e uno di minoranza (Ferruccio Unternährer, PLR).

«La cosa importante è che siamo riusciti a creare un'asse trasversale a sostegno del progetto - conclude Beretta Piccoli -. Riusciremo a costruire una maggioranza importante per essere più tranquilli in consiglio comunale, ma anche in vista del referendum. Si tratta di numeri importanti se a bordo ci sono il PPD, la Lega, l'UDC, i socialisti e una parte dei liberali. Una maggioranza importante per un progetto strategico che impegnerà la città per molti anni».

I relatori dei rapporti di maggioranza della Commissione della gestione e della Commissione edilizia su PSE e Maglio sono Lorenzo Beretta Piccoli (PPD), Lukas Bernasconi (Lega), Andrea Sanvido (Lega), Raide Bassi (UDC), Carlo Zoppi (PS), Edoardo Cappelletti (PC), Maruska Ortelli (Lega), Peter Rossi (PLR), Benedetta Bianchetti (PPD), Michael Nyffeler (Lega), Lucia Minotti (Lega), Paolo Toscanelli (PLR), Marco Bortolin (Lega), Rinaldo Gobbi (PLR), Antonio Bassi (PS).

COMMENTI
 
Polifemo 1 anno fa su tio
Da dimenticare! Un bel NO secco! Hanno mischiato troppi interessi....
vulpus 1 anno fa su tio
Ecco servito un bel minestrone che aiuterà i cittadini a diffidare ulteriormente dei milioni da far scorrere ai privati. Borradori non ne azzecca più una giusta, e la città langue. È giusto avere le strutture sportive, sopratutto per la gente di Lugano e i giovani di quÌ. Errato sono le cattedrali nel deserto da finanziare dai cittadini , ma senza usufrutto. Quando gli amici premono....
F/A-19 1 anno fa su tio
E poi ok i 300 milioni per i nostri giovani sportivi ma qualche briciola anche per i nostri autogestiti del Mulino noo? Anche questi sono nostri giovani che hanno idee un po’ diverse ma esistono anche loro, vanno considerati, come ha ben detto Giorgio Giudici in una intervista su teleticino l’altra sera, si parla male di loro ma non si sa cosa fanno di preciso, attività artistiche e organizzazione di eventi, ritrovi e discussioni, non li conosco ma so che esistono e vanno rispettati, non presi a manganellate, sono frutto della nostra società, forse sono anche meglio di parte della nostra società, sicuramente fanno meno danni loro a parte imbrattare qualche muro e manifestare senza chiedere il permesso. Tra l’altro discutibile anche il fatto di chiedere il permesso per dire la propria in gruppo, cosa c’è di male?
cle72 1 anno fa su tio
Concordo, tante persone giudicano solo all'apparenza, sul modo di vestirsi, presentarsi, ma non hanno assolutamente idea di cosa fanno o propongono all'interno del mulino. Imbrattare i muri, non direi perché molte opere che hanno fatto, fanno un baffo a certi che escono dalla CSIA. Sicuramente tra di loro ci sono delle persone che frequentano il Molino e fanno casini ecc. Ma incolpare tutti per questo mi sembra un comportamento infantile. Mi rifaccio ad un detto dei nativi americani, anche loro discriminati e chiamati selvaggi. "prima di giudicare un altro essere cammina per dieci lune dentro i suoi mocassini"
Boh! 1 anno fa su tio
...ma per favore...!!
cle72 1 anno fa su tio
Conosci persone che frequentano il molino? Io si ragazzi in gamba che lavorano in ambito sociale con persone disabili in istituti, pronti a dare tutto per strappare un sorriso a persone meno fortunate di noi. Quindi io posso scrivere ma per favore...
F/A-19 1 anno fa su tio
Vedi, ora che cominci a far capire chi sono i molinari non ti risponde più nessuno, hanno finito le cartucce, vorrà dire che andranno a sputare veleno in qualche altro blog, tutta gente che vive male la propria esistenza, peccato perché la vita è così bella.
Topino 1 anno fa su tio
Finalmente una bella notizia, le prossime votazioni aiutano, pare. Il polo è necessario ed è ora di darsi una mossa e di smettere di perdere tempo.
NOTIZIE PIÙ LETTE