Municipio Monteggio
ULTIME NOTIZIE Ticino
FOTO
BRISSAGO
7 ore
Brissago festeggia la sua fedeltà alla Svizzera
La cerimonia ha avuto luogo oggi presso l'ex Fabbrica Tabacchi
FOTO
CALANCA (GR)
7 ore
Un riconoscimento per la cava che mantiene la biodiversità
La Alfredo Polti SA di Arvigo ha ricevuto la certificazione dalla Fondazione Natura & Economia
MENDRISIO
10 ore
«Salverei il mio rosso che è stato servito anche alla Casa Bianca»
Novantadue anni lui, 190 l'azienda. Cesare Valsangiacomo racconta perché l'attuale non è la stagione più difficile
LUGANO
10 ore
Festa non autorizzata nel parco di Villa Saroli
La scorsa notte la polizia è intervenuta per disperdere oltre un centinaio di giovani e ripristinare la quiete pubblica
CONFINE
10 ore
Menaggio, ritrovata viva in una conduttura di cemento una donna dispersa
Si era allontanata da casa, ma poi non era più rientrata
CANTONE
13 ore
Caso Eitan: «Nessun controllo dalla Polizia cantonale»
La precisazione dopo la fuga passata dallo scalo di Agno: «Non siamo stati noi a intervenire»
CANTONE / BERNA
13 ore
«Noi donne non rendiamo meno degli uomini. Nè sul lavoro, nè a casa»
Sindacati e organizzazioni femministe a Berna contro la riforma dell'AVS.
CANTONE
14 ore
Clean-up-day a Faido con la madrina Christa Rigozzi
Non sono mancate le polemiche: il movimento eXtinction Rebellion Ticino ha manifestato contro l'organizzatore McDonald's
MANNO
16 ore
Inaugurata la nuova ala del Centro Diurno Terapeutico
Maggior sostegno sarà dato anche ai famigliari degli ospiti, grazie ad una maggiore flessibilità oraria
FOTO
CANTONE
16 ore
Consegnati i diplomi del Centro Studi Villa Negroni
Nel 2020 l’attività del CSVN ha incluso 21 certificazioni, 135 corsi e 63 convegni.
LUGANO
19 ore
Il nonno di Eitan fermato dalla polizia ticinese per un controllo
Poche le informazioni invece sul misterioso guidatore che ha accompagnato i due all'aeroporto.
BELLINZONA
19 ore
Il Palazzo delle Orsoline e la fontana si accendono di arancione
La settimana d’azione “Sicurezza dei pazienti 2021”, appena terminata, mira a sensibilizzare l'opinione pubblica
LUGANO
20 ore
Premi svizzeri di musica consegnati al LAC
Alla cerimonia era presente anche il Consigliere federale Alain Berset
LUGANO
20 ore
Posteggi occupati per un uso più sostenibile
Il Park(ing) Day è stato organizzato dall'ATA e dai giovani dello sciopero per il clima
LUGANO
1 gior
Eitan in aeroporto: «Non potevamo saperlo»
Lugano-Airport si smarca sul caso del piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone
MAGADINO
1 gior
Cinque nuovi allievi piloti
A Magadino si sono svolte le selezioni finali. Tra 14 finalisti è stato scelto anche un ticinese
FOTO
LUGANO
1 gior
Incidente in via Brentani a Lugano
Scontro tra due auto. Una è finita contro un palo della luce
CANTONE
1 gior
Un'altra settimana di radar
Ecco dove rischierete di essere "flashati" da lunedì
BELLINZONA
1 gior
Un altro passo verso il nuovo ospedale
In pubblicazione a Bellinzona la variante di PR “Infocentro-Saleggi”
Attualità
1 gior
Come ci ha cambiati la pandemia?
Una campagna fotografica racconta i ticinesi al tempo del Covid. La mostra al Centro di dialettologia
CANTONE
1 gior
Una giornata tutta dedicata al Pedibus
Si è svolta oggi, anche in Ticino. A Torricella-Taverne i bambini hanno avuto degli ospiti d'eccezione
LUGANO
1 gior
Voglia di pulire, raccolti 200 chili di rifiuti
Quarantacinque volontari in lotta contro il littering
CUGNASCO-GERRA
1 gior
Duecentosei firme contro la canapa «che puzza»
La petizione è stata consegnata oggi al Municipio di Cugnasco-Gerra
LUGANO
1 gior
Lugano si prepara a celebrare l'autunno
Avrà luogo dal 1. al 3 ottobre prossimi la Festa d'autunno. Nei grottini solo col certificato Covid
CANTONE
1 gior
Il settore turistico ticinese ha retto il duro colpo della pandemia
Le autorità fanno il punto della situazione: i pernottamenti sono aumentati, anche grazie a campagne e promozioni
CANTONE
1 gior
Palazzo delle Orsoline e la foca si tingono di arancione
L'iniziativa avrà luogo questa sera per sottolineare la settimana d'azione “Sicurezza dei pazienti 2021”
FOTO
BIASCA
1 gior
Scontro tra due auto vicino allo svincolo di Biasca
L'incidente si è verificato questa mattina. Fortunatamente non si registrano feriti
CANTONE
1 gior
Covid di venerdì 17: altri 29 casi e una nuova quarantena a scuola
Non si registrano ulteriori decessi. I pazienti Covid scendono a 19.
CANTONE / CONFINE
18.02.2021 - 12:090
Aggiornamento : 19.02.2021 - 10:18

Controlli in vista per il sushi a cavallo della frontiera

L'AFD: «L'area doganale svizzera non è idonea per essere utilizzata quale zona di scambio di merci»

Per Norman Gobbi acquistarlo a Ponte Tresa è un'abitudine che in questo momento risulta inappropriata. «Sosteniamo i nostri commerci».

MONTEGGIO - «Una situazione pericolosa, inaccettabile e intollerabile». Così ha descritto Piero Marchesi, sindaco di Monteggio, quanto puntualmente avviene ai valichi tra Ticino e Italia, soprattutto nel fine settimana: i ticinesi ordinano online il sushi e i ristoratori lo consegnano alla frontiera. Una situazione nota, finora tollerata anche se non vista di buon grado. Che sembra però avere superato il limite.

Marchesi, in particolare, ha parlato di «maleducazione, caos della circolazione, assembramenti e parcheggi abusivi in mezzo alla strada e su sedimi privati, addirittura nei giardini». Con tanto di foto scattate nel weekend di San Valentino. Il sindaco, anche presidente cantonale dell’UDC (delusa dagli allentamenti “timidi” decisi dal Consiglio federale, che prevedono la chiusura prolungata di bar e ristoranti), non risparmia di definire il comportamento di parte della popolazione «discutibile, considerato il difficile momento per l'economia locale», mentre chi lo acquista recrimina i «prezzi inaccessibili» del sushi in Ticino. Ma in questo caso il problema è «di ordine pubblico». «Chiediamo alla polizia cantonale e comunale di coordinarsi con le guardie di confine (che in quelle fasce orarie sono assenti) per trovare una soluzione - ha detto ai microfoni di Radio Ticino -. Non posso andare io a dirigere il traffico».

L’Amministrazione federale delle dogane (AFD), da noi interpellata, sottolinea che «l’area doganale svizzera, per vari motivi in particolare legati ad aspetti di sicurezza e viabilità, non è idonea per essere utilizzata quale zona di scambio di merci». Perciò, «in linea di principio simili operazioni non sono previste» e “la dinamica” del sushi a cavallo della frontiera «è stata segnalata anche alle autorità italiane». 

Per quanto riguarda lo scorso fine settimana, «sono stati organizzati servizi mirati congiunti» tra AFD, polizia cantonale e polizia comunale Malcantone Ovest». Un «controllo coordinato» confermato dal servizio comunicazione della polizia cantonale, che però non si sbilancia: «Non si escludono ulteriori controlli nei prossimi giorni, mentre per quanto riguarda le infrazioni constatate, non saranno comunicati dati statistici prima del mese di marzo».

Intanto, il Governo ticinese a inizio febbraio aveva chiesto a Berna d'introdurre limitazioni alla frontiera per contenere la mobilità non essenziale da e per l'Italia, compreso l'andare al ristorante. Una lettera tuttora inascoltata. «Di servizi che offrono sushi sul territorio ticinese ce ne sono diversi - dice dal canto suo il presidente del Consiglio di Stato, Norman Gobbi -. Quindi andare a comprarlo a Ponte Tresa mi sembra qualcosa di “abitudinario” che nella situazione attuale possa trovare altre risposte, che non quelle di andare a far la coda al confine di Stato. Quindi, sosteniamo i nostri commerci che sono poi quelli che noi sosteniamo come Stato a livello finanziario, grazie».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Mau 6 mesi fa su tio
per una volta concordo con Gobbi, per il consiglio di sostenere i nostri commercianti locali!... in questo momento più che mai ......
don lurio 7 mesi fa su tio
Dopo aver già fatto un commento simile ripeto: Tutti gli esseri viventi subito dopo morti inizia la putrefazione. Il pesce fresco non puzza.La legge sulla sanità prevede anche in Giappone ed in tutte le nazione che la carne deve essere congelata a meno di 18 gradi , questo per 96 ore. Inoltre il trasporto deve avvenire in appositi involucri , cotto e non cotto e crudo. Dogana e Polizia avanti a far cassetta
gigipippa 7 mesi fa su tio
@don lurio A Como, il vero cuoco giapponese mi ha spiegato che non riesce a fare i prezzi della concorrenza.
Boh! 7 mesi fa su tio
...ripeto: chi acquista in Italia lo fa seguendo gli stessi ragionamenti economici di chi assume in Italia.... È esattamente lo stesso principio.
centauro 7 mesi fa su tio
Dai commenti che leggo mi sembra di capire che non hanno compreso che il problema sono le auto parcheggiate nello spazio doganale e sui fondi privati, in effetti di persona ho visto fino a 3 auto ferme di fronte alla struttura doganale di Ponte Cremenaga che è estremamente piccola, cento metri prima un ampio parcheggio potrebbe essere comodamente utilizzato.
gigipippa 7 mesi fa su tio
Ma quanti buon gustai, tutti convinti di mangiare genuino, dall`ottimo tonno del Mediterraneo e del purissimo riso coltivato nelle riserie padane. E il salmone come fa a costare cosi poco ? O forse è trota iridea ingrassata con ormoni e pigmenti rosa !
Duca72 7 mesi fa su tio
@gigipippa No ma figurati ! l’Italia è rinomata come il paese al mondo dove si mangia peggio e gli italiani mangiano solo schifezze perché non possono permettersi altro. Secondo me’ un giretto in Italia dovresti fartelo anche tu vedrai che con 1000 euro al mese mangeresti più genuino che sui da noi . Ma forse preferisci würstel e crauti.
ciapp 7 mesi fa su tio
certo che ol Gobbi con il suo stipendio non ha problemi a prenderlo in ticino !! ma le votazioni sono alle parte (, non dimenticatevene )
il barbiere 7 mesi fa su tio
Sicuramente, ora con questa trovata, avranno risolto tutte le problematiche che avvolgono questo povero e ahimè misero cantone!
Toby 7 mesi fa su tio
Non capisco perché non andate a vivere in Italia. Stipendi più bassi, fare la spesa costa meno, però : Disoccupazione , sussidi per famiglie, assistenza, rimborsi per il Covid, ospedali che funzionano anche grazie al personale frontalieri, casse malati che costano ma siamo coperti in tutto, scuole, società sportive gratuite ecc.... Con questo sono d'accordo che una bottiglia d 'acqua 8, 10 fr è rubare.
ciapp 7 mesi fa su tio
@Toby ti sei mai chiesto dove pagano le imposte i supermercati in CH ? probabilmente tu puoi permetterti di fare la spesa in CH . Ma c'é chi non se lo puo permettere
Toby 7 mesi fa su tio
Mangiatelo ma controllate che assieme alle salse non ci sono i vermi 👌
gigipippa 7 mesi fa su tio
@Toby Ho sempre pensato che fossero spaghetti, compresi nel prezzo. Sulla carta del menu c`è scritto anisakis free.
Francy 7 mesi fa su tio
Ma veramente ora il problema è il sushi che arriva dall’Italia??? 🤣 ... rido per non piangere....
Marta 7 mesi fa su tio
vivere e lasciar vivere!! ..fin che possiamo :-)
Lore61 7 mesi fa su tio
Poveri pagliacci perdersi per queste cavolate!
belaolga 7 mesi fa su tio
a ghi propi nient da fà....a qualcosa dovevate attaccarvi.... eeee🤷‍♂️🤷‍♂️🤷‍♂️🤷‍♂️ non ci son piu i giovani in motorino...allora bisogna che le vostre menti si inventino problemi...sciocchi da cervelli sciocchi ...pagliativi per dimostrare che siete presenti al comando x qualcosa👏👏👏👏
Ralfinik1 7 mesi fa su tio
Come spesso i nostri politici trovano il tempo di agire e smobilitare polizia ..guardie di confine e ministri ...per gestire il peccato di gola di chi vuole un po di buon sushi...se fossero così attivi per altri problemi saremmo tutti felici e contenti..invece dimostrano quello che valgono . Con le vostre limitazioni e intimidazioni volete fare paura a 4 ragazzini. La prossima volta vorrà dire che chiederò la possibilità di sdoganare il sushi. La dogana è il luogo dove presentare la merce che si vuole importare . Se posso la importo è se devo pago IVA e dazio..come ogni libero cittadino . LIBERO ...CHIARO ..
Duca72 7 mesi fa su tio
Semplice Fatevelo portare dai colleghi frontalieri. Funziona anche con la spesa.
Polifemo 7 mesi fa su tio
A parte eventuali eccessi e comportamenti maleducati, esiste un base legale che vieti espressamente questa situazione? Se si, sarebbe bello che AFD o gli organi cantonali la indicassero. Sono tante le cose che non mi piacciono e che devo accettare perché non sono vietate....
P.W 7 mesi fa su tio
Vergogna semplicemente vergogna. Facile parlare quando si hanno certi stipendi.
Eimco104 7 mesi fa su tio
Anche i nostri commerci dovrebbero "sostenere" il mercato locale evitando di salassare i propri clienti. Tanto per evitare insulti preciso che non sono cliente dei cinesi di Ponte Tresa Italia.
Leila2424 7 mesi fa su tio
“Sosteniamo i nostri commerci” piuttosto che prendere il Sushi in Ticino non lo prendo
ciapp 7 mesi fa su tio
@Leila2424 sosteniamo i nostri ( supermercati ) ma ti sei mai chiesto dove pagano le imposte ? informati !!!
8Paola3 7 mesi fa su tio
Sostenici tu Gobbi col tuo stipendio! Grazie!
blocknotes 7 mesi fa su tio
...
Swissabroad 7 mesi fa su tio
È un'ora che mi sbellico dalle risate.
RV50 7 mesi fa su tio
La chiusura prolungata della ristorazione mi sembra un poco eccessiva si sarebbe potuto rivedere un allentamento ma non sta a me decidere. In quanto riguarda la situazione economica dei ristoratori mi lasci dire che per una famiglia media a volte non é possibile andare al ristorante a causa dei prezzi eccessivi " una bottiglia di acqua minerale ca 10Fr. " io con 10 Fr. me la portano a casa in cassa da 12 bottiglie " quindi anche i ristoratori si diano una riguardata ai loro prezzi anche perché i loro mancati introiti una buona parte verranno rimborsati tra cantone e confederazione ; in parole povere da noi con le nostre tasse.
Wunder-Baum 7 mesi fa su tio
😋
Wunder-Baum 7 mesi fa su tio
Lidl
MrBlack 7 mesi fa su tio
Peccato però che i nostri ristoranti facciano man bassa di personale frontaliere. Iniziassero i ristoranti a sostenere la manodopera locale, gli argomenti portati da Gobbi avrebbero delle note molto meno stonate.
cle72 7 mesi fa su tio
Onorevole Gobbi, forse non tutti sono disposti a pagare il sushi 3 volte il prezzo... Un aumento per i costi fissi si può capire, ma qui si parla di furto legalizzato. Altro esempio 1 litro d'acqua in Ticino varia tra i 6.50 agli 8 Fr. nei ristoranti, oltre frontiera 1 max 1.5 euro... Come la mettiamo??? E se chiedi d'avere una brocca d'acqua dal rubinetto spesso storciano il naso e in taluni casi chiedo soldi. Cosa per altro vietato essendo l'acqua in bene comune di tutti. L'unica cosa da fare in questo momento ribellarsi al potere e riaprire I ristoranti, non attaccare il privato cittadino che magari non lavora e percepisce metà salario e per questo cerca alternative per mangiare. Tutto questo è assurdo la pandemia è l'uomo stesso
Amir 7 mesi fa su tio
Chiedo gentilmente a sig Marchesi e a sig Gobbi di aumentare gli stipendi se vogliamo fare la spesa e comprare il sushi in Ticino ...ma non vedete che la gente va al Lidl e Aldi a fare la spesa per poter risparmiare...
vulpus 7 mesi fa su tio
Gobbi e compagni, ridicoli per 2 motivi in questa storia: - deve arrivare la "Striscia la notizia" nostrana a denunciare pubblicamente ,prima che le autorità rimettano un pò di ordine in questo mercatino da spalloni dei tempi della guerra. - ci si agita tanto, quando abbiamo circa 60000 persone , in provenienza da zone arancioni o rosse, che vanno e vengono quotidianamente senza alcuna limitazione. Troppo facile dar la colpa alla confederazione. E sarebbe ora e tempo che la politica nostrana non deleghi più a Berna decisioni che si possono proporre e concretizzare in loco.
roma 7 mesi fa su tio
@vulpus ...concordo al 100%. Finalmente un post concreto.
ciapp 7 mesi fa su tio
@vulpus grande concordo in pieno

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-19 06:11:06 | 91.208.130.89