Immobili
Veicoli
TiPress - foto d'archivio
BELLINZONA
21.01.2021 - 11:470

Le FFS mettono gli operai delle Officine in formazione

L'obiettivo è che dal 2026 il nuovo stabilimento di Castione si occupi dell'intera flotta Astoro

Ma c'è un "ma": a Bellinzona verrà tolta con quattro anni di anticipo la revisione dei carri merci.

Dall'Italia a Bellinzona. Le FFS hanno deciso di portare in Ticino i progetti di risanamento, modernizzazione e manutenzione pesante della flotta Astoro. A partire dalla fine del 2022, questi progetti saranno eseguiti presso le Officine di Bellinzona e non più presso Alstom Italia, come finora. Ma Internalizzare questo tipo di lavorazione significa acquisire maggiori competenze. I circa 50 collaboratori che si occuperanno di questo lavoro saranno quindi appositamente formati.

Astoro va a Castione - Le FFS intendono preparare i collaboratori delle Officine di Bellinzona ai compiti previsti nel nuovo stabilimento di Arbedo-Castione. Dal 2026, infatti, Castione si occuperà dell’intera flotta Astoro (ETR610 e RABe503) composta da 19 treni. E il tipo di lavorazione richiesto non è una manutenzione regolare possibile con i binari da 250 metri previsti, ma necessita della scomposizione totale del veicolo in singole casse.

Stop (anticipato) alla revisione dei carri merci - Ma per «mettere a disposizione abbastanza spazio in Officina per queste nuove attività è necessario fare delle scelte sull’attuale spettro di prodotti». Le FFS hanno quindi deciso di rinunciare alla revisione dei carri merci e di farlo con quattro anni di anticipo rispetto a quanto pianificato in precedenza. Continueranno invece a essere eseguite le lavorazioni sulle componenti dei carri merci.

 La commissione del personale non è convinta - Le FFS hanno informato della loro decisione i sindacati e la commissione del personale (CoPe), che al momento «intende riflettere al suo interno sulla tematica».

L'obiettivo dichiarato dall'ex Regia federale è che il nuovo stabilimento di Arbedo-Castione diventi «il più moderno e performante stabilimento di manutenzione ferroviaria d’Europa».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
marco17 12 mesi fa su tio
Fosse per certi nostalgici (vedi MPS) le Officine di Bellinzona dovrebbero ancora oggi occuparsi delle locomotive a vapore.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-20 16:03:56 | 91.208.130.86