Archivio Keystone
CANTONE
16.12.2020 - 07:300

Nell'anno del Covid, oltre un intervento alla settimana

È il bilancio del Care Team Ticino, che si è anche messo a disposizione per rafforzare il Contact Tracing

Il caposervizio Binsacca: «È probabile che l'andamento del 2020 sia legato al discorso coronavirus: forse ha influito lo stress di stare in casa»

BELLINZONA - Il 2020 è senza ombra di dubbio un anno insolito, in cui ogni ambito della vita è nella morsa della pandemia. Questo vale anche per il Care Team Ticino, che ventiquattro ore su ventiquattro e sette giorni su sette garantisce supporto in caso di eventi potenzialmente traumatici come catastrofi o incidenti gravi.

Ma quest'anno ci si è messo - appunto - anche il coronavirus, che sta mettendo a dura prova tutti quanti. Ecco dunque che anche il Care Team si è messo a disposizione, in particolare per fornire un puntuale supporto alla Task Force psicologica. «Ci siamo occupati del supporto dei parenti delle persone degenti nelle case per anziani» ci spiega il caposervizio e coordinatore Massimo Binsacca.

Si tratta di persone che per messi non hanno potuto abbracciare i propri cari, in particolare con la stretta sulle visite durante la prima ondata. Il Care Team c'era. E ha promosso la propria disponibilità con un volantino inviato a tutte le strutture in Ticino e in Mesolcina. «Ma devo dire che siamo stati poco sollecitati: abbiamo fatto quattro interventi, di cui tre telefonici e uno in presenza».

Forza lavoro per il Contact Tracing - Nella fase acuta di questa seconda ondata, il Care Team ha inoltre fornito un supporto concreto anche al Contact Tracing. In questo caso non si tratta però di sostegno psicologico, bensì di forza lavoro: «Per circa una settimana una decina di nostri operatori ha aiutato il team di Contact Tracing, che era sommerso di lavoro» ci dice ancora Binsacca. Questo prima che il sevizio per il tracciamento rinforzasse poi i ranghi, lo scorso novembre, con 44 assunzioni tramite gli Uffici regionali di collocamento.

Diciannove decessi in casa - Più in generale, quest'anno il Care Team Ticino ha osservato un aumento degli interventi: il bilancio 2020 parla di sessantacinque casi, dieci in più rispetto al 2019. Si tratta di un incremento del 16%. «In genere registriamo circa un intervento alla settimana, ma quest'anno è andata diversamente» afferma Binsacca, spiegando che a febbraio, giugno e settembre il servizio è intervenuto otto volte, a luglio sette. «È probabile, ma si tratta di una supposizione, che l'andamento di quest'anno sia legato al discorso Covid-19. Forse lo stress di stare in casa ha influito» ci dice Binsacca, sottolineando che in diciannove casi il Care Team ha fornito sostegno per decessi improvvisi in casa.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-20 12:38:22 | 91.208.130.86