TiPress
Plexiglas e Mascherine: le misure vigenti in Parlamento.
ULTIME NOTIZIE Ticino
LUGANO
11 min
Città pronta all'acquisto degli studi radio di Besso
La produzione della Rsi andrebbe a concentrarsi interamente in quel di Comano
CANTONE
1 ora
Vendite in leggero calo per Medacta
«Sono molto soddisfatto di come siamo riusciti a proteggere la nostra azienda e i nostri dipendenti» commenta Siccardi
CANTONE
1 ora
Varianti contagiose: «La mascherina resta la soluzione»
Il medico cantonale sulle forme mutate del virus: «È vero, sono fra il 50 e il 70% più contagiose».
LUGANO
3 ore
"Spazio privato" o "ristorante mascherato"? Unica certezza, è aperto
Un'impresa di catering converte la propria cucina da spazio industriale a luogo per pranzi e cenette raffinate
CANTONE
3 ore
Il Ticino che (non) lavora da casa
Da quattro giorni lo smartworking è obbligatorio, almeno in teoria. Ma c'è qualche difficoltà
CANTONE
14 ore
«Si può stare bene anche in prigione»
Vita di coppia in crisi? Single senza prospettive? I consigli di Eva Sykora, sex coach, ospite di piazzaticino.ch
FOTO E VIDEO
LUGANO
15 ore
Pompieri in azione in centro a Lugano
È stata segnalata la presenza di fumo all'ultimo piano di un edificio in viale Stefano Franscini
CONFINE
17 ore
Abusi su una bimba per vendere video, coppia comasca sarà processata
L'uomo è stato tradito da un sacchetto della spesa di un supermercato italiano che compariva casualmente sullo sfondo
MORBIO INFERIORE
17 ore
Alle Medie di Morbio Inferiore altri 25 casi di coronavirus
Undici sono verosimilmente riconducibili alla variante inglese del virus. Sono state testate 460 persone
CANTONE
18 ore
«Abbiamo 18 detenute alla Farera. Bisogna trovare una soluzione»
La Commissione di sorveglianza sulle condizioni di detenzione ha chiesto un incontro al Dipartimento delle istituzioni.
CANTONE
24.10.2020 - 22:100

Coronavirus e Gran Consiglio: è un grattacapo

Nonostante il protocollo e le rigide misure sanitarie, si valuta nuovamente un cambiamento di sede

BELLINZONA - Le misure di protezione introdotte a Palazzo delle Orsoline hanno permesso ai membri del Gran Consiglio ticinese di non doversi recare in quarantena dopo la notizia della positività di un deputato.

Tuttavia, il primo caso di positività, e la situazione generale di peggioramento legata al coronavirus nel nostro Cantone, sta facendo tornare in auge la possibilità di riunirsi in spazi più ampi, ma che siano funzionali a tutte le necessità dei parlamentari.

«Stiamo valutando diverse sale» ha ammesso ai microfoni della RSI il Presidente del Gran Consiglio Daniele Caversazio (Lega dei Ticinesi). Mentre si allontana l'ipotesi di tornare a Lugano (la sala sarebbe occupata proprio nei giorni che prevedono le prossime sedute del Parlamento), si valuta se riunirsi a Mendrisio, al Mercato coperto, o al FEVI di Locarno, ha spiegato Caversazio.

A complicare ancor più la questione ci si potrebbe mettere anche la Confederazione, visto che tra le misure che potrebbero venir introdotte da Berna c'è anche un divieto alle riunioni pubbliche con più di 50 partecipanti: una decisione che impedirebbe del tutto al Gran Consiglio di trovarsi in presenza. 

La prossima sessione sarà fra due settimane, e i grattacapi, per la politica ticinese, rimangono.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
albertolupo 2 mesi fa su tio
Che prendano le decisioni per televoto segreto. Ci risparmiamo il teatrino degli interventi tanto per dare aria alla bocca (che ora è anche sconsigliato).
Tato50 2 mesi fa su tio
Mah, più che il Virus è il Gran Consiglio il "grattacapo";D
marco17 2 mesi fa su tio
Giusto! Anche i politici devono proteggersi.
marco17 2 mesi fa su tio
@marco17 dalle loro cavolate!
sassiluca 2 mesi fa su tio
Decisioni tempestive, so che non è facile
marco17 2 mesi fa su tio
Politici poco coraggiosi: ci sono migliaia di persone che ogni giorno devono vivere a contatto con numerose persone e con meno protezione. Eppure lavorano e non si lamentano. I membri del GC se la fanno sotto per niente. Vergogna!
Gus 2 mesi fa su tio
Politici improvvidi (un Presidente degno di tale nome certe cose deve prevenirle)! Ma prima non si è voluto pensare, o meglio, prima si è pensato alla Lugano leghista. Ed ora ci troviamo in braghe di tela.
matias13 2 mesi fa su tio
@Gus Ma hai letto l'articolo giusto?
Don Quijote 2 mesi fa su tio
Che problemi grassi, venite da me in azienda che vi faccio vedere cosa sono i veri grattacapi, oppure andate a parlare con la gente che a metà mese si ritrova con una ragnatela nel portafoglio. Siete patetici, dei grossi bambinoni con lo scettro.
vulpus 2 mesi fa su tio
Anche se rimangono a casa x un pò,non cambia nulla.
Tenero72 2 mesi fa su tio
La politica si sta accorgendo che non puó nulla contro queste cose
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-21 10:01:46 | 91.208.130.85