Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
Novazzano
3 ore
Dopo la rapina, l'interrogazione: «Chiudere i valichi secondari di sera»
Lo scorso giovedì è stata effettuato un furto a mano armata in un distributore di benzina
CANTONE
5 ore
Nuova Legge sulla ristorazione: più la mandi giù, più torna Su...ter
In dirittura la nuova Lear che rivoluziona l'accesso alla gerenza: «Servono meno corsi e più solidità finanziaria»
CANTONE
16 ore
Certificato Covid elettronico di nuovo funzionante
«Certificato con firma non valida», è ciò che era apparso a molti, forse a tutti, i detentori del Covid-Pass digitale.
LOCARNO
17 ore
L'intenso anno vissuto dal PS di Locarno
Si è svolta ieri sera l'Assemblea ordinaria della sezione, con all'ordine del giorno anche il rinnovo delle cariche.
LUGANO
17 ore
Sanitari non vaccinati licenziati alla Moncucco, rifiutavano i test
«Chi non si sottopone al vaccino e nemmeno ai test non può lavorare in Clinica», così il direttore Christian Camponovo.
CANTONE
18 ore
Rissa alle Semine, c'è anche una denuncia in polizia
La conferma arriva dal Ministero Pubblico. A depositarla un giocatore finito per tre giorni in ospedale.
CANTONE
19 ore
Camera di commercio riunita in assemblea
La Cc-Ti ha tenuto oggi all'Espocentro la sua 104esima Assemblea generale ordinaria.
CANTONE
19 ore
«Preoccupati per il personale sanitario non vaccinato»
L'Associazione dei Comuni in ambito socio-sanitario lancia un grido d'allarme: «Proteggiamo chi è più vulnerabile».
CANTONE
19 ore
Si aprono oggi le porte dello Swiss Virtual Expo
Sono già diversi gli eventi in programma nelle prossime settimane
CANTONE
19 ore
Cinque sindaci, un orizzonte unico
Progetto Ticino 2020: dialogo e collaborazione sono le parole chiave per le cinque maggiori città ticinesi
CANTONE
19 ore
I prossimi radar? Ecco dove saranno
La prossima settimana i controlli mobili risparmieranno solo la Vallemaggia.
CANTONE
20 ore
Tre giorni di esercitazione per la Polizia cantonale
L'esercizio LEGIONE 21 era volto a migliorare la preparazione degli agenti di fronte a una minaccia puntuale.
VERZASCA
21 ore
Verzasca: si cercano idee per lo stemma comunale
Il Municipio ha deciso di pubblicare un bando di concorso aperto a tutti i ticinesi.
MESOCCO (GR)
21 ore
È morto Romano Fasani
L'ex sindaco di Mesocco è stato l'ultimo presidente del Gran Consiglio retico proveniente dalla Mesolcina.
CANTONE
22 ore
La libertà può essere a un tiro di "sputo"
L'iniziativa parlamentare urgente dell'UDC spiegata da Massimo Suter e Paolo Pamini
CANTONE
1 gior
Nuovi armadietti nelle stazioni di Lugano e Bellinzona
A disposizione da ieri, i moderni vani portaborse saranno disponibili in cinque diverse dimensioni.
CANTONE
1 gior
Indicazioni tattiche con un bastone bianco per Pierre Tami
Testimonial d'eccezione per la Giornata internazionale del bastone bianco, che ricorre oggi.
BELLINZONA
1 gior
Brenno Martignoni Polti prende in mano l'UDC di Bellinzona
L'ex sindaco della Capitale succede al dimissionario Simone Orlandi, travolto dallo scandalo delle targhe.
FOTO
CANTONE
1 gior
Ticino, terra di start-up
Negli scorsi giorni il Consigliere di Stato Christian Vitta ha potuto conoscere meglio questo mondo.
CANTONE
1 gior
Altri 22 contagi e nessun decesso in Ticino
Salgono a nove i pazienti ricoverati in ospedale. Uno si trova nel reparto di cure intense.
CANTONE
1 gior
«Diamo il certificato Covid anche a chi si testa in azienda»
A chiedere il cambiamento, con un'iniziativa parlamentare e con un voto d'urgenza, è l'UDC. Sostenuto da Massimo Suter.
CANTONE
1 gior
Sei mesi di lavori fra Capolago e Bissone
Serviranno alla posa di nuove canalizzazioni e al potenziamento delle infrastrutture di distribuzione dell’acqua.
AGNO
1 gior
Sotto il cielo di “Agno” l’‘ammucchiata’ di cordate rischia una nuova frenata
Ecco dai documenti ufficiali caratteristiche e diversità dei progetti ora in ‘Consortium’.
SVIZZERA / CANTONE
03.06.2020 - 18:350
Aggiornamento : 21:43

Riapre l'Italia, ma il traffico resta uguale

L'Amministrazione federale delle dogane non ha rilevato «un aumento significativo» del traffico transfrontaliero.

Intanto anche l'Austria ha deciso di aprire i suoi confini a partire da domani, mentre la Svizzera temporeggerà fino al 15 giugno.

BERNA - Nonostante l'apertura unilaterale delle frontiere da parte dell'Italia, in vigore da oggi, il traffico al confine sud non si è intensificato. Il preventivato assalto ticinese alle dogane non si è quindi verificato. «Rispetto alla settimana scorsa - ha precisato l'ufficio stampa dell'Amministrazione federale delle dogane interpellato sulla questione da Keystone-ats - non è stato registrato alcun aumento significativo del traffico transfrontaliero». Nei prossimi giorni verranno pubblicati i dati consolidati e analizzati sull'evoluzione della situazione.

Come noto, Roma ha scelto di abolire da oggi le restrizioni in entrata, ma Berna ha giudicato prematuro fare altrettanto. Ci si può quindi recare in Italia dalla Svizzera - pur se il Consiglio federale lo sconsiglia e non è permesso andarci per fare compere e shopping - mentre a ruoli invertiti lo spostamento non è ancora possibile.

L'Austria apre (domani), la Svizzera no - E intanto anche l'Austria - da domani - ha deciso di seguire l'esempio italiano abolendo i controlli alla frontiera e quelli sanitari con sette delle otto nazioni confinanti. L'unica a essere esclusa dalla riapertura sarà l'Italia. Da parte sua la Confederazione - come annunciato dalla SEM in una nota - procederà come previsto e abolirà le restrizioni solo a partire dal 15 giugno (come con Germania e Francia). Insomma sul confine austro-elvetico si vivrà esattamente la stessa situazione vissuta oggi su quello italo-svizzero. «I cittadini svizzeri nonché le persone con un permesso di soggiorno - ricorda la SEM - che si recano in Austria a partire dal 4 giugno possono successivamente ritornare in Svizzera». Il turismo degli acquisti tra i due Paesi e l’entrata nel nostro Paese per motivi turistici restano vietati fino al 15 giugno.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Diablo 1 anno fa su tio
Non faccio la spesa in Italia in quanto ritengo dispensiono in termini di tempo spostarsi ecc...detto questo peró se sono giá in italia approfitto sia per la qualitá di alcuni prodotti sia per il prezzo. Pero il suo commento é scaricabarile al cittadino..in questo Cantone stuprato dal mercato del lavoro precluso ai residenti e con salari al ribasso causa frontalierato, dare la colpa di un ev disoccupazione al cittadino che deve far quadrare i conti é da ignorante. Il campanile va rimesso al centro del villaggio..si dia lavoro ai residenti con un salario dignitoso e gli stessi faranno la spesa in CH, e si smetta di scaricare sempre sui cittadini tutto
Mattiatr 1 anno fa su tio
@Diablo I lavoratori ticinesi si stanno facendo le ossa su ciò che coinvolgerà tutti in un futuro non molto lontano. Difatti moltissimi lavori spariranno lasciando milioni di persone senza la possibilità di trovare occupazioni nel ''mondo tradizionale''. Personalmente sto tentando d'istruirmi su campi che attualmente non mi concernono proprio per limitare la probabilità di rimanere con il sedere scoperto. Per ora possiamo solo imparare e continuare a formarci e imparare ogni giorno. La seconda possibilità e arrenderci e soccombere dinnanzi al mondo, cosa che a me non ispira.
anndo76 1 anno fa su tio
@Diablo guarda, stai dicendo cose non vere. Coop, migros etc ( ti parlo per esperienza attuale e diretta ) pagano lo stesso salario al residente come al frontaliere ( anche nella ristorazione, alberghi etc c'e' il salrio minimo di legge ). Poi, se dici che per noi residenti la vita qui e' piu' cara per un frontaliere, allora pienamente daccordo. Ma dire che la colpa del caro vita in Ticino e' del frontaliere davvero no. PS. oltretutto, ad esempio, se cercano 10 macellai ( il mercato ticino intendo ) e ne hai, residenti, solo 5, dove vuoi che cerhino personale le aziende?? ovviamente all'estero. noi confiniamo con l'Italia e cercano li, ma la stessa cosa vale per il versante tedesco, francese etc
Ginoarrotino 1 anno fa su tio
Forse ricorderete che qualche tempo fa' anche la presidente della confederazione era stata fotografata con il suo carrello a fare la spesa in Italia.....nella penisola la notizia l'avevano riportata alcuni giornali non per la spesa ma per il fatto che girava senza scorta....si predica bene...ma si razzola molto male...
roma 1 anno fa su tio
...non faccio mai la spesa in Italia, figuriamoci ora. Nel frattempo prepariamoci alla seconda ondata "dell'impestata".
anndo76 1 anno fa su tio
@roma leggo che, fortunatamente, non ci sono morti in ticino da qualche giorno...eppure entrano decine di migliaia di frontalieri ( che hanno sostenuto l'economia in piena crisi, ospedali inclusi dove solo in ticino lavorano 4.600 tra medici,infermieri etc ) eppure NON vedo l'ondata di cui parli....PS: sai quanti svizzeri sono entrati e usciti ( forse portandola ) nel mondo ??
F/A-18 1 anno fa su tio
@roma Io sinceramente mi preparo tutti i giorni a fare del mio meglio, del virus non sento mancanza e penso che questa influenza oramai è passata, se un’autonomia vogliono lor signori ripetersi facciano pure, la gente morirà di fame che magari è anche peggio.
F/A-18 1 anno fa su tio
@F/A-18 Se in’autunno, maledetto correttore!
dinci 1 anno fa su tio
Se ho ben capito si può andare in Italia per turismo, si può andare al ristorante e, quindi, anche al bar per bere un caffè, si può andare a passeggiare, ma non si può andare a fare la spesa. Cosa c'entra il non fare la spesa con il Coronavirus?
anndo76 1 anno fa su tio
@dinci hai capito bene :-) come si nota comandano migros, coop etc in svizzera. i dindini NON vogliono che tu li spenda liberamente, ma dove dicono loro. ridicoli
F/A-18 1 anno fa su tio
@anndo76 Hai proprio ragione, il nostro è uno stato di polizia, ora sembra proprio che ci impongano dove fare la spesa, e si che in Italia si compera bene, riviste sopra tutto, ma anche prodotti che qui ci sognamo, senza calcolare il risparmio che è notevolissimo.
ciapp 1 anno fa su tio
fino a quando i nostri negozi non calano le braghe con certi prezzi ( verdure frutta e carne ) continuero' a varcare il confine !!! hai zapi mia sü da tera i dané
anndo76 1 anno fa su tio
@ciapp perfettamente daccordo !!! vitello a 95 frs al KG !! sono matti. per non parlare poi di frutta, verdura, pesce etc.
klich69 1 anno fa su tio
Spesa in italia, NO grazie, tanto hanno già aumentato i prezzi in attesa dei soliti rosso crociati a farsi spennare.
miba 1 anno fa su tio
@klich69 Tranquillo, tanto anche se aumentano i prezzi con ca. 100 euro hai comunque il carrello della spesa pieno (carne inclusa) mentre da noi con 100 franchi esci dalla Coop o dalla Migros con un sacchetto di carta...e magari senza neppure la carne :):):)
anndo76 1 anno fa su tio
@klich69 Giusto !! meglio farsi spennare qui con il triplo dei prezzi , anche se coop, migros, etc assumono frontalieri. Ottimo :)
Bandito976 1 anno fa su tio
Onestamente sono giá stufo di vedere azzurri al pascolo in autostrada da Lugano a Chiasso. Pertanto non vedo la necessità di vederne altri nel loro paese. Ergo me ne sto in Ticino.
centauro 1 anno fa su tio
@Bandito976 Se "non vedi la necessità di vedere altri azzurri nel loro paese" non si capisce dove sta il problema dal momento che te stai in Ticino. Loro se ne stanno già oltre il confine, esclusi i soliti 70000 frontalieri, e tu te ne rimani al paesello, la questione non è di alcuna rilevanza per nessuno!
anndo76 1 anno fa su tio
@Bandito976 ma stacci e ben rinchiuso :-) Spendi i tuoi soldi alla coooppppp etc, tanto paghi il triplo ma gli stipendi li prendono gli "azzurri", tu contribuisci solo a finanziare, con i tuoi soldi, le grosse aziende .)
seo56 1 anno fa su tio
Aprite ste frontiere!
Heinz 1 anno fa su tio
@seo56 15 giorni, massimo fine mese e tutto torna alla normalità.
seo56 1 anno fa su tio
Melodrammatico!
Summerer 1 anno fa su tio
Chi si reca in italia a fare la spesa non paga l'IVA (finanziamtno a strade, ospedali, scuole, sociale...) e non da lavoro in Svizzera (finanziamento cassa pensione, aiuti sociali lavorativi... maternità, disoccupazione). Egosimo puro. Vediamo quando la gente perderà il lavoro...
Giovanii 1 anno fa su tio
@Summerer Concordo. Proprio quelli che sfruttano queste casse sono i primi che fanno la spesa in Ita. Gente in assi, in diso o mantenuti dall'AI, sono loro i primi a farlo.
Mao75 1 anno fa su tio
@Summerer Può darsi che tu abbia ragione.... Ma anche le persone normali (poi discutiamo di normalità) vanno in Italia a fare la spesa: in questi 3 mesi la mia famiglia ha speso IL DOPPIO dei mesi precedenti per la sola spesa alimentare.
centauro 1 anno fa su tio
@Summerer Mai pensato che chi assume i frontalieri è come se facesse la spesa in Italia riconducendosi al tuo ragionamento? Quindi tutte le aziende che li assumono sono degli egoisti e creano disoccupazione in Ticino, cosa mi rispondi??
Lore62 1 anno fa su tio
@Summerer Peccato che la maggior parte di queste persone ricevono un salario da fame da datori di lavoro che risiedono nella "ricca Svizzera", egoismo puro, o meglio SFRUTTAMENTO puro! Molti residenti GIÀ l'hanno perso il lavoro grazie alla schiavitù moderna, di conseguenza non pagano strade pensioni scuole e servizi vari, in poche parole NON partecipano all'economia locale!! Per campare devono ancora una volta chiedere aiuti sociali e andare in Italia a far spesa per poter VIVERE con un minimo di dignità...
anndo76 1 anno fa su tio
@Lore62 quindi stai dicendo che coop, migros, innovazione etc "sfruttano" i lavoratori ? a me risulta che abbiano un contratto collettivo e una paga oraria per tutti uguale ( residenti e frontalieri ). Parlo di cio' che conosco nel mendrisiotto
Canis Majoris 1 anno fa su tio
@Mao75 Infatti! Per poi dare da mangiare ai frontalieri (basta vedere le auto dei dipendenti dei nostri supermercati) e pagare le cose 5 volte tanto... lavoro anche io nel commercio, ma nei prodotti che vendo la differenza tra Italia e Svizzera è del 10-15% al massimo... sono stufo di mantenere importatori che ricaricano del 300%!
anndo76 1 anno fa su tio
@Mao75 sprechi tempo a speiegare l'ovvio. Sono convinti che il ticino e' il centro del mondo, criticano tutto ma poi non sanno che pagano il doppio le merci e servizi e danno i loro soldi in ogni caso a dipendenti frontalieri ( almeno nel mendrisiotto quasi tutti cosi ) Quindi meglio risparmiare e andare direttamente in italia.
anndo76 1 anno fa su tio
@Canis Majoris perfettamente daccordo !! ma se TUTTI per un bel po' non andassimo a fare la spesa qui, vedi che poi abbassano le ali ( e i prezzi ). Se no inutile che STRAPAGO qui i prodotti se poi assumono frontalieri e aumentano solo i guadagni. Allora vado alla fonte direttamente ( Italia ) e risparmio
F/A-18 1 anno fa su tio
@anndo76 Senza calcolare che quando partecipi ai lavori di ampliamento dei loro centri commerciali ne esci con le ossa rotte, parlo per esperienza....
lamborghini7112 1 anno fa su tio
??
red_monster 1 anno fa su tio
Chiaro. Non ci si può recare per fare spesa quindi il ticinese medio mica ha bisogno dell'Italia
centauro 1 anno fa su tio
@red_monster Ma infatti non esiste solo il "medio".
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-16 13:06:43 | 91.208.130.86