Tipress
GRONO (GR)
15.04.2020 - 17:020

Crescita lenta nei Grigioni, ma non bisogna abbassare la guardia

Nell'intero cantone sono state testate positivamente 740 persone e 37 sono decedute.

Per quanto riguarda il Grigioni italiano, il Moesano è la regione più colpita con 79 contagi e nove decessi. In Val Poschiavo si registrano 67 casi e 3 vittime, mentre in Bregaglia le persone positive sono una dozzina.

GRONO (GR) - Nei Grigioni la crescita di contagi da Covid-19 continua, anche se più lenta. Come si evince anche guardando il numero di decessi, in aumento nel Cantone da fine marzo, non è ancora giunto il momento di abbassare la guardia. In totale nei Grigioni sono state testate positivamente 740 persone e 37 sono decedute.

Nel Moesano, secondo l'ultimo bollettino statistico diramato, nell'arco di una decina di giorni si è passati da una sessantina di casi accertati ai 79 contagi noti ieri, mentre il totale dei decessi è salito da sette a nove.

In Val Poschiavo il numero delle persone contagiate è aumentato a 67, sei in più rispetto a una decina di giorni fa, mentre i decessi sono rimasti fermi a tre. L'efficacia delle misure di contenimento, annotano le competenti autorità locali, portano a un moderato rallentamento della diffusione: «È però essenziale perseverare nel rispetto delle regole e perciò si raccomanda nuovamente a tutti di rimanere a casa». Finora in Valposchiavo risultano essere morte tre persone per Covid-19.

In Bregaglia sono una dozzina le persone positive al test, due in più rispetto una decina di giorni fa secondo i dati forniti dal Centro sanitario Bregaglia. In tutta la Regione non si segnalano decessi di persone residenti.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-08 12:03:43 | 91.208.130.86