tipress (archivio)
CANTONE
18.12.2019 - 12:060

Da spreco a risorsa

Il progetto del Parco del Piano di Magadino prepara azioni concrete

di Redazione

CADENAZZO - Giovedì 12 dicembre, a due settimane dal lancio della campagna nazionale contro lo spreco alimentare, si è tenuto a Cadenazzo il secondo incontro del progetto Da spreco a risorsa, promosso dal Parco del Piano di Magadino e AGRIDEA, in collaborazione con l’Unione Contadini Ticinesi (UCT), la Federazione Orto-Frutticola Ticinese (FOFT) e cofinanziato dall’Ufficio federale dello sviluppo territoriale nell’ambito del programma d’incentivazione allo sviluppo sostenibile.

Il progetto è nato con lo scopo di valorizzare gli scarti ortofrutticoli nel Piano di Magadino. Come evidenziato dalla Mappa degli sprechi alimentari elaborata dall’Ufficio federale dell’ambiente, gli scarti del settore agricolo sono solo una piccola parte (9%) rispetto a quelli prodotti nei settori della trasformazione (37%), della distribuzione (4%), della gastronomia (11%) e nelle economie domestiche (39%).

Le due questioni fondamentali emerse dal primo incontro riguardavano soprattutto la possibilità di trasformazione dei prodotti di seconda scelta e la sensibilizzazione dei consumatori.

I problemi principali per i produttori rimangono quelli legati ai difetti o alle dimensioni fuori norma degli ortaggi, che faticano a trovare canali di smercio nella grande distribuzione, o ai periodi di sovrapproduzione, in cui c’è una disponibilità di prodotti superiore alla domanda.

Il progetto ha messo in contatto una rete di persone e istituzioni interessate al tema e durante l’incontro si sono discusse proposte e azioni concrete.

Con l’istituzione di un “allarme spreco” si vuole creare una piattaforma di contatto tra offerta di prodotti e chi è interessato a valorizzarli: alcuni cuochi e ristoranti della regione si sono messi a disposizione per realizzare nei prossimi mesi delle serate gastronomiche con menu a base di prodotti di seconda scelta. Il progetto preparerà una lista di luoghi e macchinari a disposizione di chi vuole promuovere eventi di trasformazione dei prodotti.

Inoltre, continueranno e si completeranno i programmi didattici e divulgativi già esistenti sia per le scuole, sia per l’intera popolazione integrando la valorizzazione dei prodotti di seconda scelta.

Nell’estate 2020, a conclusione del progetto, sarà organizzata una serata evento dedicata al tema dello spreco alimentare in cui si potranno assaggiare pietanze preparate con verdure di seconda scelta, accompagnata dalla visione di un film sul tema. Un’occasione preziosa dove tutti i partecipanti potranno confrontarsi sul problema dello spreco alimentare.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-09 04:42:30 | 91.208.130.86