Archivio Depositphotos
ULTIME NOTIZIE Ticino
LOCARNO
14 ore
Strano funerale in Piazza Grande
Una bara, un prete e persone in lutto al seguito. Il mini corteo non è passato inosservato. Chi è morto?
FOTO E VIDEO
RIAZZINO
16 ore
Si scontra con un'auto, ferito uno scooterista
L'incidente è avvenuto questo pomeriggio sulla strada cantonale di Riazzino.
VIDEO
BELLINZONA
16 ore
Il Castello di mezzo svela i propri segreti
È stata inaugurata oggi l'esposizione Archeologia Montebello.
CANTONE
17 ore
Battezzato il nuovo Giruno Ticino
L'evento si è svolto questa mattina alla presenza delle autorità cantonali, tra cui Claudio Zali e Nicola Pini.
CANTONE
21 ore
Philipp Plein doppiamente nei guai
L'ispettorato del lavoro e una società italiana hanno presentato due denunce penali al Ministero pubblico
CANTONE
21 ore
Un altro giorno senza decessi, i casi sono tre
Gli ospedali cantonali accolgono attualmente un solo paziente. Le cure intense sono vuote da ormai due settimane.
CANTONE
1 gior
«Il certificato Covid non deve diventare un mostro burocratico»
HotellerieSuisse accoglie con favore il ripristino della libertà di viaggiare.
CANTONE
1 gior
Ritrovata la coppia scomparsa
Marito e moglie stanno bene, erano a Locarno.
LUGANO
1 gior
Subappalti “carpiati”, 5 mesi senza appalti a chi costruì il Campus di Viganello
La decisione di oggi delle autorità nei confronti della Garzoni SA ma per il sindacato è una pena troppo lieve
LUGANO
1 gior
Radar, ecco gli osservati speciali
Occhi puntati su sei distretti.
LUGANO
1 gior
Aeroporto, dopo il ricorso l'alleanza
Unione strategica fra i gruppi “Team LUG” e “Northern Lights AG”
CANTONE
1 gior
Sette cantieri, nessuna infrazione
Nel corso dell'intervento di Polizia sono stati controllati 77 lavoratori.
CANTONE
1 gior
L'ACS guarda avanti con l'anno pandemico negli specchietti
Il programma dell'assemblea cantonale convocata al palazzo SES il 15 giugno
CANTONE
1 gior
Marito e moglie scomparsi
L'uomo soffre di problemi motori, la donna di problemi della memoria.
CANTONE/SVIZZERA
21.11.2019 - 11:160

A Malpensa in bus? «Solo quando il treno si sarà affermato»

La risposta del Consiglio federale a un'interpellanza del deputato leghista Lorenzo Quadri sui collegamenti su gomma tra il Ticino e lo scalo milanese

di Redazione
ATS

BELLINZONA/BERNA - Il prolungamento delle concessioni per i collegamenti via bus tra il Ticino e lo scalo di Malpensa è pensabile solo qualora l'offerta ferroviaria dovesse affermarsi.

Lo scrive oggi il Consiglio federale rispondendo a un'interpellanza di Lorenzo Quadri (Lega/TI) sul futuro dei collegamenti via gomma con l'hub lombardo. In questo momento è meglio che la ferrovia non subisca la concorrenza della gomma, sottolinea l'esecutivo.

Dietro la risposta del governo si celano principalmente due ragioni: invocando l'Accordo sui trasporti terrestri tra la Svizzera e l'UE, l'esecutivo precisa che «se nel traffico internazionale un'autolinea compromette gravemente l'esistenza di un'offerta ferroviaria, la domanda di autorizzazione va respinta».

In secondo luogo, il Cantone Ticino e la Confederazione «hanno investito ingenti mezzi finanziari nell'infrastruttura ferroviaria e indennizzano finanziariamente l'offerta sulla linea in questione». Insomma, per assicurare l'esistenza e la redditività minima della nuova offerta voluta dal Cantone e dalla Confederazione, è necessario che in una prima fase tale offerta non subisca la concorrenza di linee di autobus parallele.

Una volta che l'offerta ferroviaria si sarà affermata, «si potrà valutare se un'alternativa su gomma pregiudicherebbe seriamente o meno la sua esistenza».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
driver1973 1 anno fa su tio
Il problema è che il bastone e la carota ce lo fanno passare sempre dalla stessa parte!
Nmemo 1 anno fa su tio
La politica della carota (il collegamento ferroviario) e il bastone (adesso si usi il servizio pubblico). Fortunatamente c'e l'auto privata che ci salva.
ALC 1 anno fa su tio
E chi decide poi se il servizio si è affermato o meno? Che risposta del cavolo. La verità è che lo stato ha investito erroneamente in un servizio che NON FUNZIONA E NON PIACE. In altre parole ha buttato via soldi. E non vuole ammettere il suo sbaglio! Oltre alla stupidità dell’errore fatto ora si aggiunge l’arroganza. O prendi il treno o prendi il treno! Grazie mille e buon viaggio! In auto!!!!
Bayron 1 anno fa su tio
Per me l'offerta ferroviaria proprio non interessa. Tutti dovrebbero boicottarla!!
MrBlack 1 anno fa su tio
Ma una ditta privata può mettere sul mercato un prodotto scadente, e sapendo che è scadente chiedere a Berna di vietarne la concorrenza? Se è giusto e logico nel pubblico dovrebbe esserlo anche nel privato...
KilBill65 1 anno fa su tio
Secondo voi, e meglio andare col bus seduto comodamente, oppure sul treno stracolmo in piedi fino a Malpensa?.....Che poi in piedi potrebbe essere pericoloso se il treno deve fare una frenata d'emergenza!!!.....Ma le FFS ne hanno dentro in quel cervello ho cosa!!!...….
dan007 1 anno fa su tio
@KilBill65 Non va il treno ci mette un eternità si ferma a tutte le stazioni
dan007 1 anno fa su tio
@KilBill65 Non va il treno ci mette un eternità si ferma a tutte le stazioni in fine se il treno fosse migliore nel confort tempistiche orari i Bus sparirebbero da soli lasciamo le utenze definire il futuro dei trasporti
GI 1 anno fa su tio
allora non li rivedremo così presto...si mettano il cuore in pace coloro che devono arrivare ad un certo orario.....
Ecthelion 1 anno fa su tio
Vorrà dire che anziché in autobus andrò in automobile. Di sicuro non prenderò il treno.
klich69 1 anno fa su tio
@Ecthelion Governo calabraghe. Quindi i fallimentari e truffatori ue mettono il naso anche sulla carta igienica tra un po.
Tarok 1 anno fa su tio
ma cosa c’entra la democrazia? c’è una legge approvata dal popolo per portare il traffico dalla strada alla ferrovia. i milioni che sono piovuti dal cielo per costruire la mendrisio arcisate, sono stati versati a patto di togliere la linea bus. lo si sapeva già da anni.
vulpus 1 anno fa su tio
@Tarok Ma allora era meglio lasciare il bus, e lasciar perdere la Mendrisio -Arcisate, costata un pacco di milioni. Mi sembra un pò debole come giustificazione : la linea ferroviaria è stata fatta con lo scopo di togliere le migliaia di frontalieri dalla strada. È evidente che questo collegamento via gomma , sia più pratico, immediato e veloce, e quindi più performante rispetto alla ferrovia, dove quotidianamente sembra sorgano problemi di ordine e sicurezza. Strano questo ragionamento del CF: ma come mai allora concedono alla FLIXBUS di andare in avanti e indietro a costi stracciatissimi e naturalmente in concorrenza sleale rispetto alla ferrovia?
Shion 1 anno fa su tio
Mafiosi capitalisti come sempre è stato il governo svizzero.
Mattiatr 1 anno fa su tio
@Shion Intendi il monopolio dello stato su un servizio? Più che capitalismo è comunismo, come mai la legge anti-trust non vale anche per le aziende di proprietà della confederazione?
Gimmi 1 anno fa su tio
Questa é la democrazia del nostro paese!!!! Bene! Adesso tutti in auto a Malpensa !!
dudo 1 anno fa su tio
@Gimmi Infatti è quello che faccio sempre. Così non sono legata a nessuno.
miba 1 anno fa su tio
Come si chiama esattamente? Mafia? Lobby? Monopolio?....
KilBill65 1 anno fa su tio
@miba Chiamala come vuoi…..Ma la schifezza e' quella!!!.....

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-13 07:47:53 | 91.208.130.87