deposit
ULTIME NOTIZIE Ticino
LUGANO
1 ora
Sacerdote indagato, Lazzeri: «Appena ho saputo ho denunciato»
Il presbitero 50enne è in arresto con l'accusa di atti sessuali con persone incapaci di discernimento
BELLINZONA
1 ora
«Uno spettacolo desolante»
La sezione di Bellinzona della Lega critica le riposte ricevute dal Municipio: «Non ammetterà mai le sue colpe».
FOTO E VIDEO
CANTONE
3 ore
Esce di strada a Contone: motociclista ferito
L'uomo ha perso il controllo del mezzo ed è finito in un prato.
CANTONE
5 ore
Possibili abusi sessuali: sacerdote indagato
Lo si apprende da un comunicato della Diocesi di Lugano. Oggi anche il vescovo in conferenza stampa.
CANTONE
6 ore
Due nuovi casi di contagio in Ticino
Rimane invariato il numero dei decessi: non se ne registrano da una settimana.
CANTONE
8 ore
Coronavirus: ospedali confrontati a perdite milionarie
L'EOC lamenta ammanchi per 60-70 milioni di franchi. Moncucco: «Speriamo di trovare un buon accordo col Cantone».
LUGANO
21 ore
«Il trasferimento degli uffici a Cornaredo è una condanna a morte»
Gli esercenti del centro ritornano a discutere sul nuovo quartiere, in tempi di Covid
FOTO
CANTONE
22 ore
"Verso l'ospedale senza fumo", anche a Bellinzona
Nella "Giornata mondiale senza tabacco", l’Ospedale Regionale Bellinzona e Valli offre un contributo concreto
FOTO E SONDAGGIO
LUGANO
1 gior
Biciclette alla conquista delle corsie bus
A Lugano è in corso la posa della nuova segnaletica per le due ruote
FOTO
BELLINZONA
1 gior
Il mercato di Bellinzona ha messo la mascherina
Oggi ne sono state distribuite agli avventori che non ne erano provvisti: si tratta di una misura prevista dalla Città
CONFINE
1 gior
«L'Italia non è un lazzaretto»
Lo dice il ministro degli esteri Di Maio. Dal 3 giugno si potrà entrare nel paese senza quarantena
CANTONE
1 gior
Coronavirus: zero contagi e nessun nuovo decesso in Ticino
I dati sull'evoluzione dell'epidemia si confermano incoraggianti.
CANTONE
1 gior
Apprendistato: qui i posti ci sono
In settimane delicate per chi cerca la propria strada, ci sono due settori che assicurano opportunità «affascinanti».
CANTONE / SVIZZERA
23.09.2019 - 11:230

Cresce la disuguaglianza fra ricchi e poveri, soprattutto in Ticino

La distribuzione della ricchezza è sempre meno omogenea nel nostro Paese. Il nostro Cantone è nella media nazionale, ma preoccupa l'evoluzione degli ultimi anni

BERNA - I patrimoni in Svizzera sono cresciuti in modo marcato e la loro distribuzione è sempre meno omogenea. Lo sostiene l'Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC), che ha analizzato i dati fiscali raccolti tra il 2003 e il 2015. In Ticino la ripartizione del patrimonio ora è più o meno nella media nazionale, ma in questi 12 anni è il cantone in cui la disuguaglianza è cresciuta maggiormente.

Alla fine del 2015, il patrimonio delle economie domestiche nella Confederazione era di 1792 miliardi di franchi, ovvero 215'166 franchi pro capite, indica l'AFC in una nota odierna. In Ticino il patrimonio pro capite è invece pari a 178'400 franchi, per un totale di 62,8 miliardi di franchi.

I numeri più elevati si sono registrati a Svitto (718'473 franchi pro capite), Nidvaldo (677'401) e Zugo (492'311), mentre tra i più bassi emergono Soletta (101'708), Giura (100'762) e Friburgo (99'099). I Grigioni si situano al di sopra della media nazionale con 306'851 franchi di patrimonio pro capite.

I dati, precisa l'AFC, si riferiscono al patrimonio netto, «ovvero alla sostanza imponibile prima della considerazione delle deduzioni sociali». Non vengono per contro presi in considerazione i patrimoni detenuti all'estero e quelli versati nel secondo e terzo pilastro della previdenza professionale. Inoltre - viene sottolineato - se un contribuente possiede beni in più cantoni, il patrimonio è ripartito sui cantoni interessati.

Distribuzione meno omogenea - La ripartizione del patrimonio a livello svizzero è sempre meno omogenea: dal 2003 al 2015 il patrimonio della fascia più abbiente della popolazione è cresciuto di quasi il 43%. I restanti tre quarti del patrimonio, invece, sono cresciuti unicamente del 18,6%. Il 5,72% dei contribuenti, aggiunge l'AFC, detiene più di un milione di franchi e rappresenta il 66,59% del patrimonio netto imponibile in Svizzera. In Ticino invece questa quota è del 62,69%.

A livello svizzero, il 55,47% dei patrimoni è inferiore a 50'000 franchi, mentre il 24,53% dei contribuenti non possiede alcun patrimonio, rileva l'AFC. Per quanto riguarda il Ticino, la quota dei patrimoni inferiori a 50'000 franchi si attesta al 59,88% e il 30,68% non possiede nulla.

La ripartizione della ricchezza, che varia a seconda del cantone, viene espressa dal coefficiente di Gini che indica la distribuzione con valori compresi tra 0 (ogni persona possiede lo stesso importo) e 1 (una persona possiede tutto). La media svizzera è salita nel 2015 allo 0,86, rispetto allo 0,83 del 2003.

La disuguaglianza più marcata si registra nel canton Ginevra (0,92), mentre quella meno marcata nel canton Uri (0,72). Il Ticino è leggermente al di sopra della media a livello nazionale (0,87), mentre i Grigioni si situano al di sotto (0,78).

Tuttavia, il Ticino tra il 2003 e il 2015 risulta essere il cantone con la crescita maggiore del coefficiente di Gini (+0,07362), mentre a livello svizzero la progressione è decisamente minore (+0,02805).
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
sedelin 8 mesi fa su tio
se la tendenza non si ferma, il sistema scoppia da solo...finalmente!
volabas 8 mesi fa su tio
Non bisogna essere nostradamus per sapere che è cosi.
Dioneus 8 mesi fa su tio
Nessuna sorpresa.
tip75 8 mesi fa su tio
che novità...
mats70 8 mesi fa su tio
Inutile leggere ogni giorno questi articoli. Non c'è nessuna volontà di prendersi a carico del problema in quanto fa comodo a tanta, troppa gente. No way out!
roma 8 mesi fa su tio
@mats70 quoto 100%
KilBill65 8 mesi fa su tio
E i poveri son sempre di piu' in Ticino......Non per niente tanti trovano la soluzione ad andare a abitare in Italia (zona confine) per poter vivere degnamente!!…..Ed e' un fenomeno in aumento….Visto che ci sono le votazioni vicine, a riguardo cosa ne pensano in politici Ticinesi?......Hanno delle soluzioni nei loro programmi elettorali?...….Ne dubito…….
Dioneus 8 mesi fa su tio
@KilBill65 Difatti io probabilmente nel 2020 andrò di là: vivere in Ticino non è più possibile.
KilBill65 8 mesi fa su tio
@Dioneus Bravo fai bene…..Fammi sapere che vengo anche io con te!!! (se posso)……..
Dioneus 8 mesi fa su tio
@KilBill65 Eheh ti aggiornerò
GI 8 mesi fa su tio
sarebbe ora di "correggere" questo tipo di informazione.....non ha alcun senso prendere 100'000'000 di franchi di sostanza (in mano a due....) e dividerla per il numero di abitanti del Ticino....credo che i dati vi siano per informare correttamente.....
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-31 17:02:40 | 91.208.130.86