lettore tio/20minuti
CANTONE
12.09.2019 - 11:120
Aggiornamento : 13:42

Una palla infuocata compare nel cielo

La spiegazione degli esperti di Locarno Monti ad un fenomeno notato da un lettore: «È un nebensonne, un effetto ottico luminoso»

LUGANO - All'uomo, è cosa nota, piace sognare. E la natura offre spunti infiniti per dare sfogo alla nostra immaginazione. È così che il singolare fenomeno notato da un lettore nei cieli, ieri, ha preso i contorni di una di quelle scene fantascientifiche che si vedono solitamente nei film.

Ma cos'è veramente quella specie di palla di fuoco che si stagliava sopra le nostre teste?

«Le forme grigiastre a brandelli in primo piano sono degli altocumuli perlucidi», ci spiega con precisione Elena Altoni, dell'Ufficio federale di meteorologia e climatologia MeteoSvizzera. «Le nubi in fondo, sopra le montagne, sono invece degli altocumuli lenticolari, che solitamente denotano correnti da nord sulle Alpi. Entrambe le specie di nubi si trovano ad una quota fra 3000 e 5000 metri», precisa.

Ecco quindi la spiegazione più attesa: «L’effetto ottico luminoso sulla destra del sole è un parelio o Nebensonne». «Si tratta di un fenomeno che si forma su di un cerchio parelico, che è un cerchio di luce bianca situato orizzontalmente alla stessa altezza angolare del sole. In alcuni punti del cerchio possono apparire macchie luminose (falsi soli), queste appaiono in genere un po’ al di fuori del piccolo alone».

Niente di ultraterreno, quindi. A volte, è proprio vero, il misterioso deve rimanere tale per mantenere il suo fascino.

lettore tio/20minuti
Ingrandisci l'immagine
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-18 06:02:30 | 91.208.130.85