Ti Press
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
16 min
Permessi, si va verso l’Alta vigilanza
Il direttore del DI Norman Gobbi potrebbe essere sentito dalla Commissione della gestione già la prossima settimana
BELLINZONA
1 ora
Flavio Petraglio lascia il Rabadan
Il presidente abbandona la conduzione del carnevale di Bellinzona per motivi legati al lavoro e alla famiglia.
LUGANO
2 ore
Una festa d'autunno in versione light per il Covid-19
Per l'evento che si terrà questo weekend (tempo permettendo) verrà pedonalizzato il lungolago di Lugano.
COLDRERIO
4 ore
Merlot del Ticino agli onori
Il Ronco 2013, prodotto a Mezzana, ha vinto la Gran Medaglia d’Oro al “Mondial du Merlot et assemblages”
CANTONE
4 ore
«Voleva sopprimerla per fare la "bella vita"»
Processo in Appello, ma la richiesta di pena non cambia: carcere a vita per assassinio
LEVENTINA
5 ore
L'antenna "finanziaria" fa discutere
Dopo Wwf e Pro Natura, anche i deputati dell'Mps scendono in Campo... Tencia
SVIZZERA / ITALIA
7 ore
Accordo sui frontalieri, c'è la conferma
«La pandemia ha mostrato quanto siano preziosi i lavoratori italiani in Svizzera e in particolare nel Ticino»
CANTONE
7 ore
«In Russia troveremmo un sicario»
Nel processo bis per il delitto di Monte Carasso è in corso la requisitoria dell’accusa
CANTONE
8 ore
23 mila ticinesi sono entrati in contatto con il virus
Primi risultati dello studio Corona Immunitas sulla sieroprevalenza del virus SARS-CoV-2 nella popolazione ticinese.
CANTONE
8 ore
Il processo è lost in translation
Si è riaperto il processo in Appello per il delitto di Monte Carasso
AIROLO
9 ore
Airolo Città dell'energia
Venerdì verrà inaugurata la centrale di teleriscaldamento
CANTONE
10 ore
Altri tre contagi nelle ultime 24 ore
I positivi dall'inizio della pandemia sono 3'640.
CANTONE
31.07.2019 - 15:330
Aggiornamento : 18:45

«Una sentenza preoccupante, che rischia di creare false aspettative»

L'Ente ospedaliero cantonale prende posizione dopo la condanna per lesioni colpose gravi in relazione al caso di contagio da epatite C. Molto probabile un ricorso contro la sentenza

BELLINZONA - Quella pronunciata stamattina da Siro Quadri è una sentenza che rappresenta «un punto di svolta preoccupante per l’intero sistema sanitario nazionale». Così l'Ente ospedaliero cantonale (EOC) commenta la condanna a una multa di 60'000 franchi subita in relazione al caso di contagio da epatite C avvenuto nel dicembre 2013 all’Ospedale Civico di Lugano.

Per l'Ente, infatti, in questo modo si introduce di fatto una responsabilità penale generalizzata per una struttura sanitaria che non fosse in grado di identificare l’autore di un atto sanzionabile: «L’ospedale, per sua vocazione dedito alla cura dei pazienti e al miglioramento continuo della qualità e della sicurezza delle cure, non può e non deve trasformarsi in un ausiliario della magistratura», si legge nel comunicato.

Non solo, perché per l'EOC la sentenza odierna potrebbe pure incoraggiare la “caccia al colpevole” a tutti i costi, ciò che potrebbe indurre il personale curante a non più segnalare spontaneamente eventuali errori, temendo una condanna. «Per un ospedale è invece quanto mai importante che gli errori commessi emergano, così da poter prendere le necessarie misure ed evitare che si ripetano».

Oltre a ricordare che «nessuna legge sanitaria in Svizzera impone un obbligo di tenere traccia del nome di ogni operatore per ciascun gesto di routine» - una posizione questa che non ha però convinto Quadri, secondo il quale la posa di una via venosa è parte integrante di un trattamento e non un gesto di routine - nel proprio scritto l'Ente ha annunciato che «con buona probabilità» inoltrerà ricorso.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
volabas 1 anno fa su tio
Il grande Toto' ( in arte Antonio De Curtis) avrebbe detto al pool della difesa.".ma faccia il piacere." Ci deve essere la tracciabilita' su di uno yougurt, e qua' non si sa chi abbia eseguito questo lavoro? Io non sono Toto', ma vi mando ugualmente a quel paese.
streciadalbüter 1 anno fa su tio
L`ospedale Civico sa chi ha infettato con l`epatite C diversi suoi pazienti:non capisco perchè l`eoc continui a proteggere il responsabile delle malefatte
tip75 1 anno fa su tio
ma per favore 60 cartelle di multa e’ ridicolo, sarebbe ora che la legge cominci a dare lezioni , quando si sbaglia si paga come facciamo tutti tranne i medici e i politici..
ILTICINO 1 anno fa su tio
Il civico non è nuovo a scandali, e l'EOC è ora che paghi
ziopecora 1 anno fa su tio
piccola ricerca come "separazione dei poteri". Ti aiuterebbe a capire tante cose...
MrBlack 1 anno fa su tio
Se si commettono reati, causati da negligenze o procedure non rispettate, certo che bisogna fare una "caccia al colpevole". In tutti i campi è così, a maggiore ragione deve esserlo in un ospedale dove, se non si seguono le procedure, i risultati sono gravissimi come successo in questo caso. Qui non si tratta di una caccia alle streghe, si tratta si tratta di mettere le persone di fronte alle proprie responsabilità, come è ovvio che sia.
Bayron 1 anno fa su tio
@MrBlack Questa è una caccia alle streghe e a pensarla male è una sentenza “politica” per mettere in cattiva luce l’EOC nei confronti del Cardiocentro
seo56 1 anno fa su tio
@Bayron Esattamente
Equalizer 1 anno fa su tio
Questa sentenza ha dell'assurdo, si perché alla fine il cantone, tramite i suoi rappresentanti della giustizia (?) multa una entità di proprietà del cantone stesso. Nemmeno il Gatto Arturo avrebbe osato tanto!
Bayron 1 anno fa su tio
Vedendo cosa succede nella maggior parte degli ospedali all’estero e di come funziona il sistema sanitario in certi Paesi.. sono fiero dei nostri nosocomi, Civico compreso, della professionalità dei nostri medici e infermieri nonché di pagare il giusto premio assicurativo che rispecchia la qualità di cure che riceviamo.
ziopecora 1 anno fa su tio
@Bayron mentalità provinciale e pericolosa di chi non ha viaggiato, o l'ha fatto con la testa nel sacco. Pensando di essere i migliori del mondo, i primi della classe, gli unici al mondo capaci di fare qualcosa, si sprecano le opportunità di progredire, imparando quello che di meglio fanno gli altri. Sul fatto di ritenere equi gli attuali premi di cassa malati non val neppure la pena di disquisire.
Bayron 1 anno fa su tio
@ziopecora Mi dispiace deluderti. Nella mia vita ho girato il mondo è attualmente mi trovo all’estero. Credimi per il rapporto premi/prestazioni la Svizzera è al top. Ti invito, casomai un giorno lascerai i confini nazionali, a visitare un qualche nosocomio (Italia, Brasile, Thailandia, Cuba, Slovenia, Croazia, ecc.., Non aggiungo altro!!
ziopecora 1 anno fa su tio
@Bayron quasi 30 anni sempre all'estero, Africa, Medio Oriente, US, e molta Asia. Non esiste solo la Svizzera dove gli ospedali funzionano. E pure bene a costi inferiori.
Bayron 1 anno fa su tio
@ziopecora Se lo dici tu sarà così
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-29 20:06:08 | 91.208.130.86