Depositphotos - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
5 ore
L'ex funzionario del DSS farà ricorso
CANTONE
5 ore
Davide Enderlin assolto in appello
AGNO
6 ore
«L’aeroporto può cambiare rotta»
LOSONE
8 ore
Licenziato dalla Agie: «Ora a 58 anni cosa faccio?»
RIVIERA
9 ore
Fiamme all'esterno di un deposito a Cresciano
CANTONE
10 ore
«Il caso Kering faccia scuola, servono condizioni quadro»
CANTONE
11 ore
Riforma fiscale, il messaggio del Governo entro l'estate
LUGANO
11 ore
Sciopero delle donne, "semaforo verde" dal Municipio
CANTONE
11 ore
«Le strutture logistiche resteranno, ma saranno ridimensionate»
LUGANO
11 ore
«Quel semaforo deve restare in versione cantiere?»
CANTONE
12 ore
Radio Ticino, problemi tecnici risolti
MASSAGNO
12 ore
Nuova viabilità vicino alla Migros
CANTONE
12 ore
Dipendenti pubblici: «Alta guardia sindacale sulle trattative»
LUGANO
12 ore
Nuova vicedirettrice per il Liceo cantonale di Lugano 2
MELIDE
14 ore
500 indiani in visita alla Swissminiatur
CANTONE
14.03.2019 - 16:370
Aggiornamento : 15.03.2019 - 06:36

Listeria nel salmone, chi sono le persone a rischio

Il Laboratorio cantonale ha analizzato dei campioni di pesce affumicato. E mette in guardia alcune categorie di individui dal consumare questi prodotti

BELLINZONA - Il ritiro da parte di Coop e Migros di diversi prodotti a base di salmone annunciato lo scorso weekend, ha creato allarme tra i consumatori. In molti infatti si sono chiesti se il rischio di batteri che causano la listeriosi fosse un problema legato solo ad alcuni prodotti e confezioni, o se riguardasse il salmone in generale. 

A rispondere alle preoccupazioni, ora, è il Laboratorio cantonale, che raccomanda ai soggetti a rischio (anziani, donne in gravidanza, neonati, persone con deficit del sistema immunitario come coloro in terapia oncologica) di evitare di consumare cibi che possono rappresentare un veicolo di listeriosi. E il salmone affumicato è tra questi.

Perché è un prodotto rischioso - La lunga durata di conservazione e temperature di stoccaggio non idonee favoriscono la proliferazione batterica ed è pertanto importante conservare questi prodotti a temperature inferiori ai 4°C e consumarli il prima possibile. Va anche sottolineato che il processo di affumicatura a freddo del salmone, grazie alle proprietà anti-ossidanti e anti-microbiche del fumo, consente una lunga conservazione del prodotto ma non inattiva i batteri patogeni come L. monocytogenes.

Lontano da inutili allarmismi, il Laboratorio cantonale ricorda però che il rischio è basso per persone sane e che non esiste alcun pericolo nel consumare prodotti cotti. La cottura garantisce infatti l’inattivazione dei batteri, Listeria inclusa. Tuttavia, in caso di conservazione dell’alimento cotto, è necessario prestare attenzione a eventuali ricontaminazioni.

I rischi - Il salmone affumicato è un prodotto ittico crudo, pronto al consumo che, grazie alle sue caratteristiche chimico-fisiche, costituisce un terreno favorevole alla crescita di Listeria monocytogenes. L'Autorità per la sicurezza alimentare Europea (Efsa) e  il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (Ecdc) hanno prodotto di recente un rapporto che ha rivelato che i prodotti del salmone pronti al consumo - come il salmone affumicato a freddo e quello marinato - sono stati la fonte di un focolaio epidemico che ha interessato diversi paesi europei a partire dal 2015. Inoltre, il salmone e altri pesci affumicati si confermano fra le derrate più frequentemente notificate al Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff).

La campagna del Laboratorio cantonale - Il Laboratorio cantonale ha organizzato già nel 2018 una campagna specifica sulla presenza di Listeria monocytogenes in salmoni e salmonidi: è stata riscontrata in due campioni di salmone affumicato e in un campione di filetto di salmone da cuocere, tuttavia in quantità inferiore al valore limite di 100 UFC/g. 

In questi casi, il produttore deve essere in grado di dimostrare che la derrata non supererà il limite di 100 UFC/g durante il periodo di conservabilità. Come? Con un Challenge Test: una simulazione effettuata in laboratorio di ciò che accade a un prodotto durante la produzione, la distribuzione e la manipolazione. Per entrambi i campioni di salmone affumicato non è stato possibile ottenere una dimostrazione soddisfacente e gli stessi sono stati contestati.

I dati ottenuti confermano quindi che il salmone affumicato è un alimento che può costituire un rischio per la salute del consumatore. I soggetti più a rischio restano gli immuno-compromessi, le donne in gravidanza, gli anziani e i bambini in età neonatale.

Guarda il video prodotto dall’Autorità per la sicurezza alimentare Europea (Efsa)

2 mesi fa Listeria nel salmone, Coop e Migros ritirano i prodotti
Commenti
 
Mattia Palmeri 2 mesi fa su fb
Se dovessero controllare la filiera produttiva di tutti i cibi svuoterebbero i supermercati..
Patricia Widy 2 mesi fa su fb
Mangiate sushi 🤬
Cecilia Gadoni 2 mesi fa su fb
Maurizio Roggero
Maurizio Roggero 2 mesi fa su fb
Cecilia Gadoni e dimmi in quale delle categorie a rischio saresti tu?
Marilena Decarli 2 mesi fa su fb
Tra un po' non si può più mangiare niente
Anthony Carilli 2 mesi fa su fb
Giusy Solomita Carilli
Giusy Solomita Carilli 2 mesi fa su fb
Anthony Carilli si l'ho sentito... È il salmone di coop e Migros... 🙈
ciapp 2 mesi fa su tio
ma ce qualcosa che si può ancora mangiare ?
casi89 2 mesi fa su tio
e cosa ne è con il prelibato salmone indigeno di lostallo?
briciola68 2 mesi fa su tio
@casi89 A chilometro 0 magari vale la pena e corri meno rischi! Credo..
Ivan Sailer 2 mesi fa su fb
Listeria gratis? Come faccio a prenderla?
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-23 03:24:37 | 91.208.130.87